AUSTRIA

Gli Stati Federati
che compongono
l’Austria

♦Burgenland           ♦Carinzia           ♦Bassa Austria

Alta Austria             ♦Salisburghese

♦Stiria                       ♦Tirolo                     ♦Voralberg

La Capitale

 VIENNA

Il viaggiatore vede quello che vede,
il turista vede quello che è venuto a vedere.

Gilbert Keith
Chesterton

 

Gli Stati Federati
visti da Wikipedia

 

Il Burgenland
secondo Wikipedia

 

Lo Stemma

 

Lo stemma del Burgenland (la “Terra dei Castelli”) fu introdotto nel 1922, poco dopo la costituzione di questa nuova provincia su territori ceduti dall’Ungheria; riunisce le armi di due famiglie medievali, i Mattersdorf-Forchtensten, conti di Nagymarton-Fraknó (l’aquila rossa sulla roccia nera in campo d’oro) e i Güssing, conti di Németújvár (pali rossi e di pelliccia bianca). La bandiera usata dagli organismi governativi reca al centro il suddetto stemma dal quale sono tratti i colori del drappo. La bandiera riservata ai privati è invece pulita. (Flag Bull., X:4, 1971)

La Bandiera

 

La bandiera senza stemma
all’interno è riservata ai privati.

 

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare


I Comuni del
Burgenland

 

Bel sito del Burgenland
con numerose notizie


La guida ufficiale

 

Bel sito ricco
di informazioni

 

Il bel Sito
dell’Austria per l’Italia

 

La Card Regionale

 

Come arrivare

 

Cosa vedere

 

Le Terme

 

Il Burgenland
in Mongolfiera

 

Burgenland e
il Capoluogo
Eisenstadt


Il Capoluogo
Eisenstadt

 

Il sito sulla città
di
Informagiovani Italia

 

Eisenstadt e dintorni
la Webcam

 

Cosa mangiare

 

Bed and Breakfast
con accesso Internet gratuito

 

I Campeggi


LA CARINZIA

“Una bugia fa in tempo a viaggiare
per mezzo mondo mentre la verità
si sta ancora mettendo le scarpe.”
Mark Twain


Lo Stemma

I colori sono tratti dallo stemma, che, senza ornamenti, compare sulla bandiera riservata agli organi di governo. La versione popolare è pulita. Lo stemma, previsto dalla legge costituzionale del 1930, è quello dei duchi di Carinzia, usato per la prima volta da Ulrico III Sponheim (1256-1269).

La Bandiera


La Bandiera adottata il 18 giugno 1946.
I colori sono tratti dallo stemma, che,
senza ornamenti, compare sulla bandiera
riservata agli organi di governo.

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare


I Comuni

della Carinzia

Il bel sito
della Carinzia

Il sito Ufficiale
della Carinzia

 

 

Il bel Sito
dell’Austria per l’Italia

 

Il Cuore
della Carinzia…

 

 

Stupendo sito
sulla Carinzia

Il sito dell’Ente Regione per
il Turismo in Carinzia


La Card Regionale
della Carinzia

La Karnten Card


Klangefurt
Il Capoluogo

 

Un bellissimo sito sulla città
con tantissime informazioni utili

Due bei siti sulla
Carinzia e Klagenfurt

Ecco il primo


… e il secondo


Come arrivare in Carinzia
Dallo splendido Magazine
di Turismo e Cultura del Viaggiare
Mondo inTasca


Le Terme

 

 

Sciare in Carinzia

Un Pellegrinaggio mariano
di 10 giorni nella Carinzia

 

 

In Austria
cosa mangio?

 

 

Bed and Breakfast

 

I Campeggi
in Carinzia

 

 

Ostelli
in Carinzia

 

LA
BASSA AUSTRIA

 

 

Per quanto viaggiamo in tutto
il mondo per trovare ciò che è bello,
dobbiamo portarlo con noi oppure
non lo troveremo.

Ralph Waldo Emerson (1803-1882)
Poeta, filosofo e saggista americano

 

La Bassa Austria
vista da Wikipedia

 


Lo Stemma

 

 

Lo stemma, che appare sulla bandiera di stato, mostra cinque aquile d’oro in campo azzurro, le prime quattro a coppie affrontate e la quinta in punta. Detto “di Austria antica” risale al XIV° secolo. La corona murale con tre torri visibili è moderna. Verso il XVI° secolo le aquile erano descritte come allodole.


La Bandiera

Bandiera adottata il 9 agosto 1954.
Trae i colori dallo stemma.

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare

 

 

 

I Comuni della
Bassa Austria


Come arrivare

La Card Regione della
Bassa Austria

 

St. Poelten
Il Capoluogo della
Bassa Austria

 

 

St.Poelten e dintorni

 

 

 

Il bel Sito
dell’Austria per l’Italia

 

 

Il Portale Ufficiale

 

Bel sito sulla
Bassa Austria

 

 

 

La Bassa Austria
dalla Guida Ufficiale

 

 

 

Bassa Austria
L’Austria Danubiana

 

 

 

COSA VEDERE

Krems
Patrimonio dell’Unesco


Krems
Bel sito con Video

 

 

I Parchi Divertimenti

 

 

 

Alla scoperta del vino

 

 

 

Le Terme

 

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

ICampeggi

 

 

L’ALTA AUSTRIA

“A volte dobbiamo fuggire
nelle solitudini aperte,
nell’assenza di scopi,
nella vacanza morale consistente
nel correre puri rischi,
per affilare la lama della vita,
per saggiare le difficoltà ed essere
costretti a sforzarsi disperatamente,
vada come vada.”

George Santayana

L’Alta Austria
vista da Wikipedia

 

 

Lo Stemma

Lo stemma fu adottato nel 1930 ma risale al XIV secolo.
La corona sopra lo scudo è una versione del berretto arciducale tipica dell’Austria.

La Bandiera

Bandiera adottata il 25 aprile 1949.
Ancora un vessillo bianco-rosso (lo stesso del Tirolo e,
con i colori invertiti, del Salisburghese,
di Vienna e del Vorarlberg) che trae
i colori da una parte dello stemma.

 

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare

 

Comuni
dell’Alta Austria

 

 

 

Il Sito Ufficiale
dell’Ufficio del Turismo

 

 

 

L’Austria per l’Italia

 

 

 

La Card Regionale

 

 

 

COSA VEDERE

Il Museo
dell’Alta Austria

 

 

… e infinite altre cose…

 

 

Le Terme

 

 

 

Dove sciare

 

 

L’Alta Austria
Il Capoluogo Linz

 

 

Linz
Il Capoluogo


 

Linz
secondo Wikipedia

Linz
Informazioni Turistiche

 

 

Altre notizie pratiche

Dove dormire

 

 

e se vai in moto…

 

 

oppure
in Pensione…

 

 

IL
SALISBURGHESE

Tutte le esperienze delle
nostre
innumerevoli vacanze,
sono poca cosa a confronto
dei passi
del libero viandante.

Anonimo

Il Salisburghese
secondo Wikipedia

Lo Stemma

Lo scudo “partito” con alla destra araldica un leone nero armato e linguato di rosso in campo oro, e alla sinistra i colori d’Austria; esso risale alla seconda metà del secolo XIII, probabilmente derivato dalle armi personali del duca Filippo di Carinzia, che fu principe vescovo di Salisburgo tra il 1246 e il 1256. La corona principesca fu aggiunta molto più tardi, nel 1806, quando l’arcivescovato diventò un Land autonomo dell’impero.

 

La Bandiera

 

 

Essendo stata introdotta il 16 febbraio 1921, la bandiera del Salisburghese è la più antica tra tutte quelle degli stati federali austriaci. Nella versione popolare è identica a quelle del Vorarlberg e di Vienna, mentre per l’impiego governativo se ne differenzia per lo stemma.

 

Cartina Stradale
&

Visione Satellitare

I
Comuni
Salisburghesi

Il Salisburghese

 

Il Sito
Ufficiale
del Turismo

 

 

Come Arrivare

Ecco due siti dedicati
alla
Card Salisburghese

Il Primo

Ecco il Secondo

 

 

Dove si scia

La Capitale dello
Sci
Bad Gastein

Le Terme

 

Pedalando
nel
Salisburghese

SALISBURGO
IL CAPOLUOGO

Cosa vedere

Il bel sito sito Informagiovani
d’Italia
su Salisburgo

Salisburgo
e
il Salisburghese

Alla scoperta
della
Città di Mozart

 

I mille consigli,
compreso cosa mangiare

nel Salisburghese

 

 

 

Dove Dormire

 

B&B e Pensioni

I Campeggi

Gli Ostelli

LA STIRIA

Con le ferie non voglio
avere niente a che fare.
Le odio addirittura.
Odio la libertà che mi viene gettata così,
come si getta un osso a un cane.

Robert Waiser

La Stiria
secondo Wikipedia

 

 

Lo Stemma

 

 

L’animale raffigurato sullo stemma (da cui la bandiera attinge i colori) è ufficialmente una “pantera” d’argento in campo verde, anche se ha ben poco dell’aspetto naturale; corrisponde piuttosto a figurazioni vaghe e confuse, assimilabili talvolta a draghi e a mostri fantastici, derivate dalle scarse e distorte testimonianze sul vero aspetto dell’animale. Pantere nere in campo argento apparvero verso la metà del XII secolo sulle armi e sui sigilli dei duchi di Carantania (Carinzia). Successivamente la Stiria, che era una marca di quel ducato cambiò i colori. Lo scudo è timbrato da un berretto ducale di tipo locale.

La Bandiera

Bandiera prevista dalla costituzione del 1960.
Bicolore bianco e verde-abete, pulito nella
versione popolare, con stemma in quella istituzionale.

Cartina Stradale
&

Visione Satellitare

I Comuni della Stiria
secondo Wikipedia

La Stiria

 

La Stiria
Il Cuore verde
dell’Austria

 

 

 

La strada dei Castelli

 

Come arrivare
in Stiria

 

 

La Stiria
Il suo
Capoluogo
Graz

 

 

 

Graz
secondo Wikipedia

 

 

 

Il bel sito
di Informagiovani Italia

sul Capoluogo della Stiria

 

 

La Card
con tanti sconti


 

Gli ostelli
a Graz


 

Le Terme
in Stiria


Dover dormire

 

I Camping

 

IL TIROLO

Viaggiare dovrebbe essere
sempre un atto di umiltà.

Guido Piovene (1907-1974)
Giornalista e Scrittore italiano

Il Tirolo
secondo Wikipedia

Lo Stemma

La bandiera governativa reca l’aquila tirolese su uno scudo con punta arrotondata; tuttavia è diffusa anche una versione con l’aquila entro un disco bianco. L’intera regione prende il nome dalla località di Tirolo (in Italia, presso Merano) i cui conti già verso la fine del XII secolo avevano l’aquila rossa con gli artigli neri sulle loro insegne. Più tardi gli artigli diventarono d’oro e furono aggiunti i sostegni sulle ali e la corona, pure d’oro. I moderni stemmi del Tirolo austriaco e di quello italiano portano ambedue l’aquila anche se differente nel disegno e in alcuni dettagli; quella austriaca ha in più dal 1567 il serto di fronde. (Vexilla Italica, 2, 1984 e 63, 2007)

 

La bandiera

Bandiera adottata il 25 novembre 1945.  I colori sono tratti dallo stemma. La bandiera esposta dai privati cittadini dovrebbe essere pulita, tuttavia è di frequente preferita la versione con lo stemma, anche per distinguerla da altri bicolori identici o invertiti, come quelli delle regioni vicine dell’Austria occidentale (Vorarlberg e il Salisburghese), oltre che dell’Alta Austria e di Vienna.

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare

I Comuni del Tirolo
secondo Wikipedia


Il Tirolo

Il sito ufficiale


 

Come arrivare in aereo


 

In automobile…

… in Treno e Autobus


 

La Carta
Sconti Regionale


Le Terme

Relais & Châteaux
La Spa
da sogno…


Dove sciare

Insbruck
Il Capoluogo
secondo Wikipedia


Il Tirolo
e Innsbruck

Il sito
Informagiovani
d’Italia

 

Innsbruck
Cosa vedere

 

… e nei dintorni

 

Dove mangiare

L’Italia per l’Austria

Dove dormire

I Campeggi

Gli Ostelli


IL VORARLBERG

E’ meglio tornare indietro
che perdersi nel cammino.
Proverbio Russo

Il Vorarlberg
secondo Wikipedia


Lo Stemma

 

Lo stemma, un gonfalone rosso in campo argento, è molto antico e risale ai Conti di Montfort, che governarono gran parte del Vorarlberg, prima di sottomettersi agli Asburgo (XIV secolo). I Montfort a loro volta ereditarono l’arma dai Conti Palatini di Tübingen, che la portavano già nel XII secolo con il campo d’oro anziché d’argento.

La Bandiera

Ecco la bandiera della regione più occidentale dell’Austria, adottata nel 1946. Proporzioni 2/3. I colori sono tratti dallo stemma, che compare al centro della versione governativa della bandiera.

 

Cartina Stradale
&
Visione Satellitare


I Comuni
secondo Wikipedia


La regione
del Vorarlberg

Come arrivarci


La Carta Sconti


Il Lago di Costanza

 

Bregenz
Il Capoluogo


Vorarlberg e
il  suo Capoluogo


Cosa vedere

Bregenz
e dintorni


DOVE DORMIRE

L’Austria per l’Italia

Dove dormire

I Camping

 

 

Austria

                         Vienna