Messaggio

Vaghe stelle dell'Orsa...





 Il mese astronomico
di Novembre 2013

"Eppur si muove!"
Galileo Galilei
(Attribuita)

di
Giacomo Danesi

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.AAGIACOMO_schermata_11-2456607_alle_06.07.55.png

 Catanzaro: li lungomare poco prima
del tramonto del giorno 7 Novembre 2013.

Ben visibile la falce della Luna e la splendida Venere

Photo © Daniela Strippoli


 

Martedì 5 novembre 2013 ore 18. Brescia, Piazzale Cesare Battisti. Sto aspettando un amico per un importante appuntamento di lavoro, quando un conoscente di vecchia data ed amico (da 30 anni!) mi si avvicina e mi chiede: “Giacomo, come si chiama quella stella laggiù'” Con la mano mi indica uno splendido astro splendente in direzione ovest che sbuca tra gli alti palazzi e i campanili della città. È l'unico astro che si vede in cielo da quella posizione, aggravato dal fatto che se le stelle non si vedono la colpa è anche dell'inquinamento della luce.

-Stella? -dico io di rimando. - Ma quella non è una stella! - Sorride e pensa che io stia scherzando. - Guarda, - gli dico,- quella “stella” che vedi è un pianeta, e precisamente Venere. Non ti accorgi che, pur essendo luminosa, non brilla? Anzi, in astronomia a volte la chiamano “Vespro”. Questo quando tramonta a ovest. Se, invece, la vedono apparire ad est, nel cielo del mattino, la chiamano “Mattutino”!-  In verità non mi è parso tanto convinto dalle mie spiegazioni...

 

schermata%2011-2456603%20alle%2013.00.57.png

Una bella immagine di Marte,
il "Pianeta rosso"

 

Ho raccontato questo curioso episodio per introdurre qualche notizia sul cielo notturno del mese di novembre 2013. E visto che ho parlato di un pianeta, ben visibile a occhio nudo in questo periodo, ovvero Venere che appare basso sull'orizzonte occidentale dopo il tramonto, possiamo citare anche altri due pianeti altrettanto visibili nel cielo notturno in questo mese, senza l'ausilio di nessun strumento se non gli occhi: Marte e Giove.


Marte, per poterlo ammirare, pretende di non essere dei dormiglioni, visto che sorge nelle seconda parte della notte. Prendete come punto di riferimento Giove che si trova tra le stelle della costellazione dei Gemelli. Ecco, Marte si trova appena sotto, tra la costellazione del Leone. Impossibile sbagliare. Lo si riconosce per la sua colorazione rossa. Non per nulla è identificato come il “Pianeta rosso”!

 

b_600_0_16777215_00___images_0-ASTELLE_NOVEMBRE2013__2013-11-06_14-04-00.png

Il cielo notturno del giorno 15 Novembre
2013
alle ore 21, guardando a Est

 

Detto di Venere e Marte, Giove sarà, invece, il più luminoso degli astri per i prossimi mesi invernali. Lo potremo ammirare dopo le ore 21 di ogni sera dominare il cielo notturno.

Un momento. Il giorno 7 il pianeta Venere lo vedremo poco lontano dalla falce della Luna! Bellissimo spettacolo. Ma già il giorno 6 novembre, al crepuscolo lo spettacolo è assicurato. Venere sembra proprio affiancata al nostro satellite naturale.



schermata%2011-2456603%20alle%2013.06.02.png
La bella rappresentazione grafica della

Luna e Venere nei giorni 5-7 Novembe 2013

 

Vi state chiedendo come si presenta il cielo serale ai nostri occhi? Che spettacolo! Guardate a Ovest  e individuate subito le tre famose stelle (questa volta sono stelle e non pianeti...) che formano il famoso Triangolo Estivo, vale a dire Vega nella costellazione della Lira, Deneb nella costellazione del Cigno e Altair nella costellazione dell'Aquila.

Ora mirate bene tra le stelle del Cigno e dell'Aquila. Se vi  state chiedendo cos'è quella macchia biancastra così grande, sappiate che è la Via Lattea... Naturalmente queste costellazioni si avviano al tramonto per lasciare spazio alle costellazioni invernali.

 

schermata%2011-2456603%20alle%2011.18.48.png

La Via Lattea tra
il Triangolo Estivo

 

State guardando in alto la parte centrale del cielo? Immagino che starete ammirando il famoso grande Quadrato di Pegaso, seguito dalla costellazione di Andromeda. Personalmente però sono affascinato dalla visione delle costellazioni visibili a Est, quelle invernali tanto attese per la spettacolarità della loro composizione stellare.

Vero che già in questo periodo in prima serata è visibile la costellazione del Toro, dominata dalla bellezza di una stella gigante rossa che porta il nome di Aldebaran, Toro che insegue le Pleiadi, ammasso aperto con le sue belle stelle di color azzurrino.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASTELLE_NOVEMBRE2013_schermata_11-2456603_alle_11.10.02.png

L'ammasso aperto
delle Pleiadi

 

Ma la spettacolarità di tutto l'insieme è data, oltre alle costellazioni appena accennate, dalla  visione della costellazione dei Gemelli (con le magnifiche stelle Castore e Polluce,) dalla sorprendente  costellazione di Orione con quella del Toro  appena sopra e, più in alto dalle  Pleiadi. Un insieme che dominerà per mesi il cielo notturno invernale.

 

schermata%2011-2456603%20alle%2013.21.01.png

In basso a sinistra la stella Aldebaran (Alfa Tauri).
Il gruppetto di stelle azzure in alto a destra sono le Pleiadi

 

Se si cambia visuale e si guarda a Nord-Est, impossibile non vedere la costellazione di Cassiopea con la sua bella forma di W rovesciata, seguita dalla costellazione di Perseo e più in basso la magnifica stella Capella della costellazione dell'Auriga. State cercando in quella posizione la costellazione dell'Orsa Maggiore? È opposta a Cassiopea. Guardate più in alto nel cielo. Vedete la costellazione del Dragone? Ecco, sembra che nelle sue spire stia stritolando una piccola costellazione importante: è l'Orsa minore con la sua stella Polare!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASTELLE_NOVEMBRE2013_schermata_11-2456603_alle_11.21.43.png

La spettacolare visone della
W rovesciata di Cassiopea

 

Cacciatori di comete, questo Novembre è una gioia per voi. Infatti, come ben sapete dovrete alzarvi presto al mattino se volete ammirare le ben 4 comete in arrivo e ben visibili con un buon binocolo. Oltre la ben conosciuta e attesa cometa Ison, che imperterrita viaggia verso il nostro sistema solare, ce n'è  una denominata C/2012 X1 (Linear) che nel giro di pochi giorni è aumentata di luminosità di ben 200 volte!

 

schermata%2011-2456603%20alle%2014.37.06.png

La rappresentazione grafica del passaggio della cometa Ison,
nel nostro sistema solare, riferito al giorno 28 Novembre 2013
Dal sito Urbanpost

 
Dimenticavo: la Luna e il Sole


La Luna è nuova il 3 Novembre; al primo quarto il 10 novembre; Luna piena il 17 Novembre e il 25 Novembre è all'ultimo quarto.

 

b_400_0_16777215_00___images_0-ASTELLE_NOVEMBRE2013_schermata_11-2456603_alle_13.16.00.png

La posizione del Sole
sull'eclittica in Autunno


Il Sole il 5 Novembre sorge alle 07 e 9m e tramonta alle 17 e 14m.
Il 15 Novembre sorge alle 07 e 22m e tramonta alle 17 e 03m, mentre il 25 Novembre sorge alle 07 e 34m per tramontare alle 16 e 55m.

 

Link Correlati 

Unione Astrofili Italiani 

Osservatori Astronomici in Italia 

Unione Astrofili Bresciani  - Osservatorio
Astronomico
"Serafino Zani"

I Parchi delle Stelle 

Sky Mak Demo 8 

Nuovo Orione 

Astronomia 

Coelum

Articolo correlati

L'Equinozio d'Autuno 2013

C'è qualcosa di nuovo oggi nel cielo, anzi, d'antico...

E le stelle stanno a guardare...

E quindi uscimmo a riveder le stelle

San Lorenzo, io lo so perché...


 Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook! 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi