Messaggio

Catania: inaugurato il nuovo Help Center




Inaugurato il nuovo "Help Center"
della Caritas di Catania


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1760.jpg

L'Arcivescovo Salvatore Gristina e il sindaco della
città Avv. Enzo Bianco si apprestano al taglio del nastro
Foto © Vincenzo Di Martino

 di
Bessy Stancanelli

Catania, 21 Dicembre 2015. Il luogo: Piazza Giovanni XXIII, presso l'Help Center. Alla presenza di Mons. Salvatore Gristina, Arcivescovo dell'Arcidiocesi di Catania, del Sindaco del capoluogo etneo Avv. Enzo Bianco, del responsabile delle Attività Sociali del Gruppo FS Italiane dottor Fabrizio Torella, insieme ad altre importanti cariche istituzionali civili e militari della provincia di Catania, è stato inaugurato il nuovo “Help center” della Caritas Diocesana catanese.

La struttura, concessa in comodato d’uso gratuito dalle Ferrovie Italiane situata, appunto, in Piazza Giovanni XXIII, grazie ai recenti interventi di ristrutturazione ha triplicato la capienza, passando da 44 mq del 2006 a 107 mq attuali.

Ad ogni turno di pasti, sarà possibile servire, fino a 150 persone. Il centro destinato all’accoglienza e assistenza dei più bisognosi è stato dotato, anche di una porta d'uscita su viale Africa, non esistente prima.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1807.jpg

I volontari della Caritas di Catania alle prese
con la preparazione del pranzo!
Foto © Vincenzo Di Martino

Anche i locali della cucina sono stati ampliati e potenziati con dei nuovi piani cottura per rendere più agevole il servizio dei volontari che ogni giorno, festivi compresi, preparano tra i 400 e i 450 pasti, compresi quelli destinati per l'Unità di Strada.

I lavori hanno riguardato la messa a norma e la sostituzione di tutti gli impianti, con l'aggiunta di un sistema di amplificazione per la sala interna e di video-sorveglianza per tutto l'Help Center.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1781.jpg

I volontari preparano i
tavoli per il pranzo
Foto © Vincenzo Di Martino


Nei nuovi locali, dove è stato dislocato pure il Centro di Ascolto, sarà attivo nei prossimi giorni un ambulatorio medico gratuito che fungerà anche da con sultorio, vi opereranno i medici volontari che hanno aderito alla rete d'accoglienza sanitaria. Tutto questo allevierà il disagio di innumerevoli situazioni precarie che di questi tempi colpiscono sempre più ampie fasce di popolazione.

 Oltre gli interventi generici sarà favorito l’accesso alle cure specialistiche più complesse con il supporto dei professionisti che hanno aderito all'iniziativa della Caritas. Conclusa la prima fase dei lavori seguirà la bonifica dei locali degli ex Vigili Urbani, adiacenti all'Help Center, dove saranno trasferiti i servizi igenici, docce comprese. Il Comune di Catania ha ribadito l'impegno a prendersi carico delle spese di bonifica del tetto in eternit e dell'allaccio della rete gas metano.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1793.jpg

Ogni giorno numerosi catanesi
e non affollano i tavoli della mensa
Foto © Vincenzo Di Martino

Nel 2015 l'Help Center ha accolto 95.090 utenti che hanno usufruito oltre che dei servizi di base (colazione, cena, docce ecc..) anche di interventi sociali per favorire l'inclusione sociale e lavorativa: la maggioranza sono uomini, tra le nazionalità principali, in concomitanza con l'emergenza sbarchi dell'ultimo semestre, Somalia, Eritrea e Siria; 17.389, invece, gli italiani che hanno bussato alla porta della Caritas.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1728.jpg

Don Pietro Galvano, Presidente della Caritas
diocesana di Catania, qui in compagnia del Comandante
dei Carabinieri della Compagnia di Piazza Dante Raimondo Milia
Foto © Vincenzo Di Martino


A fare gli onori di casa è stato Don Pietro Galvano che nel suo intervento ha illustrato ai numerosi presenti le potenzialità del nuovo centro oltre che, grazie all’aiuto dei numerosi volontari attivi giorno e notte sul territorio, rappresenterà un porto sicuro nel mare delle avversità in cui navigano gli “ultimi”.

Tutto questo nello spirito della Caritas catanese, sempre in prima fila verso i più deboli. A questo proposito mi piace ricordare che in prima fila nell'aiuto ai poveri c'è da sempre la missionaria Lucia Fichera, vera anima della Caritas.

 b_400_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1722.jpg

Maria Fichera, con gli occhiali, in compagnia
di una amica
e dalle più piccola delle volontarie,
preparano piccoli pacchi dono per l'occasione

Foto © Vincenzo Di Martino

La cerimonia d'inaugurazione è stata preceduta dalla lettura del messaggio di ringraziamento inviato dal direttore nazionale della Caritas Don Francesco Soddu.

Il tradizionale taglio del nastro, e la successiva benedizione impartita dall'Arcivescovo, è stato salutato da grandi applausi dai numerosi presenti.

 

b_400_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1724.jpg

Su un tavolino, in bella mostra, ecco gli oggetti
per la cerimonia: con i due microfoni la forbice
per il taglio del nastro e il secchiello
con l'acqua santa e il relativo aspersorio 
Foto © Vincenzo Di Martino

Come già accennato in precedenza, oltre al Sindaco e l'Arcivescovo, erano presenti il Responsabile Attività Sociali d’Impresa del Gruppo FS Italiane Dott. Fabrizio Torella e l'architetto Salvatore Di Giovanni.

Non potevano certo mancare gli assessori comunali Angelo Villari e Salvo di Salvo, il comandante dei Carabinieri della Compagnia di Piazza Dante, Raimondo Milia, e i rappresentati di Capitaneria di Porto, della Guardia di Finanza e della Prefettura.
 
Graditissimi e non privi di significato economico e morale sono stati i doni in denaro che il dottor Pietro Raffa per la Banca d'Italia, che ha donato 15.000 euro, e il dottor Raffaele Marcoccio, presidente di ‎Erremme, che ha donato 5.000 euro, hanno consegnati ai responsabili della Caritas.

Sindaco di Catania, Enzo Bianco: “Sono contento ed esprimo un sincero ringraziamento per quanto Caritas, Comune e Ferrovie hanno realizzato. Nei prossimi giorni consegnerò al Villaggio Dusmet una struttura di proprietà comunale che verrà messa a disposizione della parrocchia per fare un servizio analogo a questo.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.BESSY__vdm1766.jpg

Il dottor Fabrizio Torella, al centro con gli occhiali,
tra l'Arcivescovo e il Sindaco della città
Foto © Vincenzo Di Martino

 

Ribadisco che abbiamo, come Amministrazione comunale, il dovere di essere al fianco a chi, come la Caritas, fa quello che è necessario fare per dare un segno di civiltà a questa città che ne ha un gran bisogno. L'impegno che assumo, con l'Arcivescovo se vorrà farmi compagnia, è quello di tornare, in gennaio, a cucinare di nuovo per questa mensa. ”.

A margine dalla cerimonia il Sindaco di Catania ha dichiarato che nei prossimi giorni sarà consegnata al Villaggio Dusmet una struttura di proprietà comunale. Sarà messa a disposizione della parrocchia per svolgere un servizio analogo a quello svolto presso l’Help Center Caritas di piazza Giovanni XXIII.

 

Link Correlati

Le Regioni Italiane

La nostra pagina sulla Sicilia

Il Meteo a Catania

Catania: come raggiungerla


Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi