Messaggio

Gubbio: il segreto delle Sette Tavole




Gubbio, 1456: gli Umbri
svelano i loro segreti

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASELLERI_00.GUBBIO_schermata_2014-07-31_alle_15.46.10.png

Gubbio: il Palazzo dei Consoli

di
Lamberto Selleri

 

Nel 1456 a Gubbio nasce una nuova disciplina: l'archeologia , ovvero lo studio delle civiltà antiche. E' il primo caso nella storia dello Stivale in cui un Comune comperi oggetti risalenti dal terzo secolo a.C al primo d.C. L' acquisto non avvenne per il loro valore intrinseco, ma per la loro eccezionale importanza archeologica.

 

schermata%202014-07-31%20alle%2015.14.44.png

Le sette tavole Iguvine esposte nel piccolo
museo civico nel Palazzo dei Consoli


Si tratta di sette tavole bronzee incise con caratteri etruschi e latini, ma la lingua è quella umbra, per un totale di 12 facciate . Nelle Tavole sono impresse 4365 parole estrapolate da 700 voci. Sono gli unici documenti giunti a noi che possono fornire dati certi sulla civiltà del popolo umbro, di cui fino a tale rinvenimento si sapeva poco o nulla.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASELLERI_00.GUBBIO_schermata_2014-07-31_alle_15.56.22.png

La carta geografica del Centro Italia.
In verde il territorio degli Umbri



Questo popolo italico si espandeva dalla Val Padana al Lazio meridionale. Gli Umbri che abitavano la città-stato di Gubbio avevano tenuto a battesimo la nascita di Roma, tanto è vero che tre Re di Roma provenivano da questa stirpe e gli abitanti di Gubbio furono da sempre alleati dei Romani.

Nei 500 anni e più che ci separano dal ritrovamento delle Tavole Iguvine numerosi studiosi italiani e stranieri si sono impegnati nella traduzione dei testi che vi figurano. Ultimo, in ordine di tempo, il glottologo Prof. Augusto Ancillotti, docente emerito dell’Università di Perugia e da pochi mesi Assessore al turismo del Comune di Gubbio.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASELLERI_00.GUBBIO_schermata_2014-07-31_alle_15.23.37.png

A sinistra: Il Prof. Augusto Ancillotti, da pochi mesi Assessore
Al Turismo
del Comune di Gubbio, ripreso a una serata eugubina

 

Insieme con Romolo Cerri, laureato in lettere classiche, si è cimentato in una nuova traduzione "scientifica", lavoro che gli autori hanno pubblicato in un volume dal titolo "Le tavole di Gubbio e la civiltà degli Umbri".

Le Tavole Iguvine sono l'unico documento giunto sino a noi che ci trasmetta un quadro della civiltà umbra a partire dal 1000 a.C. attraverso la descrizione delle funzioni religiose che si svolgevano a Gubbio: cerimonie di purificazione, riti propiziatori e sacrificali.

 

schermata%202014-07-31%20alle%2015.17.23.png

 

In pratica esse costituiscono un breviario, un manuale delle regole a cui dovevano attenersi gli officianti, i qual non appartenevano ad una casta sacerdotale, ma erano cittadini eccellenti della comunità eugubina, riuniti nella confraternita di nome Atiedia i quali si avvicendano in tale ruolo.

Oggi, con la lettura delle regole contenute nelle Tavole Eugubine, si è venuti a  conoscenza non solo dei rituali, ma indirettamente, come avviene con la Bibbia, il Vangelo, il Corano e la Torah, apprendiamo usi, costumi, abitudini e vocaboli  utilizzati dagli antichi Umbri, civiltà italica anteriore anche a quella etrusca. Infatti, molti elementi della cultura umbra vennero assorbiti successivamente da quella romana, che in parte li ha trasmessi a noi.  

 

schermata%202014-07-31%20alle%2015.52.26.png

Uno dei sette esemplari di tavole eugubine

A riprova di quanto esposto, cito il testo: "Dalle tavole eugubine......in tavola",  tra i cui redattori figurano il Prof. A. Ancillotti, G. Giorgetti, G. Chiocci e G. Montanari. Gli autori interpretano le Tavole Eugubine sotto un profilo prettamente gastronomico - alimentare da cui si evince che molte ricette e molti nomi di cibi che noi consumiamo nella quotidianità ci pervengono direttamente dalla popolazione umbra, la più numerosa a quell' epoca nella nostra penisola.

Tra gli alimenti che contraddistinguono la mensa degli eugubini di ieri e di oggi troviamo il Tartufo, nome derivante dall'antico umbro e la famosa Trincia , un pane azzimo composto esclusivamente di farina e acqua, cotto alla brace, prelibatezze che non manca sulle tavole degli abitanti di questa città.)

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ASELLERI_00.GUBBIO_schermata_2014-07-31_alle_15.15.07.png

Il documento che attesta l'acquisto delle
tavole da parte del Comune di Gubbio nel 1456

 

La lungimiranza culturale del Comune di Gubbio nell'acquistare le Tavole, (nel 1456,) è stata fondamentale in quanto nessun altro documento di tanta importanza storica è mai più stato ritrovato e che, grazie al Prof. Ancillotti ha definitivamente fatto luce sulla cultura degli Umbri. L'anno prossimo, nel mese di luglio, si terrà a Gubbio, per il terzo anno consecutivo, una manifestazione culturale sulle Tavole Eugubine.

 

schermata%202014-07-31%20alle%2015.37.04.png

 

Quest'anno  si è svolta una tavola rotonda  conclusosi con una tipica cena "Eugubina", senza dimenticare l'esibizione dei famosi sbandieratori della città. Nell'anfiteatro romano (I sec. d.C.) è stata messa in scena una rappresentazione teatrale di testi estrapolati dalle Tavole Eugubine, che ha riscosso il plauso del pubblico.

b_400_0_16777215_00___images_0-ASELLERI_00.GUBBIO_schermata_2014-07-31_alle_16.08.02.png

 

Com'era "vestita" Gubbio nel 1456? Come noi possiamo vederla oggi. L'impianto medievale è rimasto invariato: la città sorge alle pendici del Monte Ingino, a 529 m. s.l.d.m. È percorsa da tre strade parallele, poste a differenti quote altimetriche, ora congiunte da ascensori pubblici.

1. Continua

 

Link correlati

La nostra pagina imperdibile 
sulla Regione Umbria 

Il Meteo a Gubbio

Come raggiungere l' Umbria

Come raggiungere Gubbio

Un bellissimo sito
sull'Umbria:
www.umbriatouring.it

Articoli correlati

Almanacco Barbanera: dal 1762 una storia senza fine

Lago Trasimeno: benesssere, sultura, sport e Gastronomia

La Sala della Comitissa dove risiede dell'Eccellenza

La civiltà delle Acque in Sabinia

I formaggi Umbri nei giorni di Umbria Jazz Winter #21.

Norcia: Nasce la Borsa dei
"Parchi Attivi Sport e Salute"



Umbria 2013: Frantoi Aperti

 
Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

Anche l'Associazione Eugubini nel Mondo è su Facebook!


Avete visitato il Gazzettino del Pellegrino?

 

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi