Messaggio

Arte in Cantina 2014 a Villafranca di Verona




 ARTE
IN CANTINA 2014

 schermata%202014-03-22%20alle%2011.19.51.png

 

Con il Patrocinio della Provincia di Verona e dell'Associazione Crea, eccoci giunti alla quinta edizione di questa suggestiva e fortunata rassegna artistica presso l'Azienda Agricoa di Albino Piona di Villafranca di Verona.

Scopo dichiarato: attraverso la proposta di stili espressivi diversi, stimolare nel visitatore l’interesse verso la conoscenza artistica dell'Arte contemporanea.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.DANESIFERROVIED_PIONA_schermata_2014-03-22_alle_11.51.13.png

Il logo dell'edizione 2013



Anche quest’anno gli appuntamenti sono stati fissati in concomitanza con eventi territoriali di grande risonanza presso il pubblico, quali la “Mille Miglia” e la fiera Marmomacc”; il tuto impreziosito dalla partecipazione di artisti che, con forte espressività, onorano ora il mondo delle auto come Mara Isolani, o della scultura come Zeno Finotti e Sabrina Ferrari.

Da Marzo a Ottobre 2014 esporrano Federico Chiecchi, Mara Isolani, Federico Pillan, Gianfranco Gentile, Laura Ottolini, Sabrina Ferrari e Zenio Finotti.

La stagione sarà inaugurata ospitando le opere del grande Federico Chiecchi, un nome prestigioso per Verona. I suoi “PLURIMI” e la sua “Arte che si estende” espandendosi nello spazio sino ad invaderlo hanno sicuramente precorso i tempi anticipando le odierne “Istallazioni”.

 

Saremo orgogliosi di annoverare fra i nostri espositori l’artista Gianfranco Gentile che nello stesso mese di luglio rappresenterà, su invito, l’arte italiana in Cina presso la Biennale.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.DANESIFERROVIED_PIONA_schermata_2014-03-22_alle_11.48.19.png

Alcuni artisti presenti alla rassegna

 

Non mancherà un omaggio all’arte della manualità con le originali  sculture e i gioielli in Raku di Laura Ottolini, esposti anche in occasione di una giornata inclusa nel programma “Cantine Aperte”, in cui lo spettatore potrà fruire nel contempo di un piacere estetico e -  no?-...di gola.

Con le immagini e le figure di Federico Pillan sogneremo mondi lontani, idealmente trasportati in una dimensione nuova di uomini liberi e affrancati dallo stress della vita moderna.

 

b_450_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.DANESIFERROVIED_PIONA_schermata_2014-03-24_alle_14.21.30.png

L'artista veronese
Federico Chiecchi

 

Cosa dire? Ogni appuntamento sarà un’occasione imperdibile in cui l’artista ci coinvolgerà attraverso le sue creazioni nei propri pensieri, nelle proprie emozioni svelandoci la sua “Anima d’Artista”.

La premiere il giorno 29 Marzo 2014 con le opere di Federico Chiecchi, che esporra nei mesi di marzo-aprile. Il titolo della sua mostra è "Retrospettiva". L'inaugurazione sabato 29 marzo alle ore 18. Voce narrante: Valentina Ferrazzi.

  schermata%202014-03-22%20alle%2011.05.55.png

FEDERICO CHIECCHI Pittura-oggetto:
mobile bar, 1967 legno,

polistirolo espanso, plexiglas piegato
152 x 102 x 103 cm collezione dell'artista

 

Scriveva di lui l'artista Enrico Baj: "A Verona ci sono due cose fantastiche. C'è l'albergo Due Torri… c'è l'Arena… (...) Verona soprattutto c'è il Chiecchi creatore di plurimi, scrittore e teorico irrefrenabile, personaggio veramente incredibile nello spazio-tempo attuale…"

Dopo l'inaugurazione del giorno 29 marzo, la mostra, con ingresso libero, sarà aperta dal 31 marzo al 6 maggio.

Chi era Federico Chiecchi? Nasce a Verona il 12 novembre 1924. Diplomato all'I.T.C., nel 1943 lascia l'università per la Resistenza. Nel 1955 anno della sua entrata nella fabbrica dell'arte, si è posto la classica domanda "Che cos'è l'arte?"

A partire dal 1956/1957 la sua ricerca si sviluppa illimitatamente, in diverse direzioni. Da un lato, all'interno dei concetti primari di spazio e di tempo per modificare le idee di quadro (pittura) che da oggetto unico, finito, si trasforma in spazio-tempo a più dimensioni psicofisiche.

 

schermata%202014-03-22%20alle%2011.04.59.png

Clicca qui

 

Dall'altro, verso i dogmi e le chiusure storiche del movimento moderno, tipiche anche degli anni Cinquanta e Sessanta, per determinare la loro trasformazione in pensiero aperto e antidogmatico, cioè PLURMODERNO. Tale insieme di concetti e riferimenti l'ha riunito in un sistema di relazioni aperte, legato alle sue personali necessità di ricerca che ha denominato: saggio di estetica quantistica (catalogo 1/1960, galleria Ferrari).

Alcuni dei più importanti scritti della sua visione quantistica della realtà sono pubblicati sui cataloghi della Galleria Ferrari dal 1960 al 1966 (cataloghi dal n.1 al n.75).…"Attraverso questi cataloghi, in Italia (e fuori), si sono conosciute le esplosive intemperanze culturali (dovute ad una carica psicologica a dir poco prodigiosa) di Federico Chiecchi, un artista su cui un giorno, per debito di onestà, bisognerà che ognuno di noi, con sincerità, si soffermi a lungo, affinché la sua opera e la sua attività vengano poste in una luce non deformata come l'attuale." (G. Politi 1964 su "La Fiera Letteraria"). 

 

schermata%202014-03-24%20alle%2014.20.55.png

Federicchi Chiecchi interpreta una sua opera...

 

Nel 1968, entra nel mondo della scuola ottenendo "per meriti artistici" la cattedra di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico di Verona. Adorato lavoro che lo accompagnerà per tutta la vita. Precursore dei PLURIMI, scrive di lui l'artista Baj nel saggio: Chiecchi=Plurimo: "A Verona ci sono due cose fantastiche. C'è l'albergo Due Torri…… c'è l'Arena e San Zeno ecc. ecc. A Verona soprattutto c'è il Chiecchi creatore di Plurimi, scrittore e teorico irrefrenabile, personaggio veramente incredibile nello spazio-tempo attuale…". 

 

schermata%202014-03-24%20alle%2014.23.07.png

Federico Chiecchi, il "creatore"...


Dopo tanto lavoro tra opere, scritti, convegni, mostre personali e collettive nel 1996 la Galleria d'Arte Moderna di Verona, Palazzo Forti, gli dedica una mostra antologica personale che rappresenta per Federico una sorta di punto d'arrivo ripagandolo a pieno di qualche delusione (ovvero la questione Chiecchi - Vedova - Argan a proposito di pluralità e plurimi).


schermata%202014-03-21%20alle%2017.41.42.png

Federico Chiecchi: prova di stampa


La sua ricerca ha raccolto sicuramente meno di quello che meritava, la sua biografia lo dimostra; ma l'entusiasmo e la sua onestà/coerenza intellettuale non l'hanno mai lasciato neanche quando logorato proprio nella mente dalla malattia riuscì, vedendo un suo quadro, trovò la lucidità per affermare "Per me questa è una storia passata, finita, chiusa." Sono le ultime sue parole. Muore all'età di 81 anni il 26 dicembre 2005.

 schermata%202014-03-24%20alle%2014.31.16.png

Una bella immagine dell'artista

 

La famiglia Piona accoglierà a porte aperte chiunque desideri condividere un patrimonio che solo l’Uomo sa creare. Lo stesso vino non è in fondo frutto dell’esperienza e della creatività dell’uomo?

L'ingresso è libero. Per garantire la miglior accoglienza ai graditi ospiti è gradita la conferma della propria presenza presenza tramite email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.DANESIFERROVIED_PIONA_schermata_2014-03-22_alle_11.41.54.png



Per l'occasione, al termine di ogni presentazione dell'artista nelle serate inaugurali, in abbinamento con i vini della Cantina di Albino Piona saranno offerti assaggi dei prodotti delle aziende: Il Caseificio Leone, e del Pastificio "Il Buon Tortellino"

Dove: Azienda Agricola Albino Piona

Loc. Casa Palazzina di Prabiano, 2 

Villafranca (VR) -37069

GPS: latitudine Nord 45° 22' 01''- Longitudine Est 10° 47' 43''

Fax + 39 045 - 6303577   Tel. +39 045 – 516055+39 045 – 516055

Informazione sugli eventi

www.albinopiona.it


Link correlati

La nostra pagina sulla Regione Veneto

Come arrivare a Custoza (Sommacampagna)

Il Meteo  

Articoli correlati

Camminando nel Custoza

Premio del "Broccoletto d'Oro"
ex equo a Custoza

 Il duro dal cuore tenero? Il Broccoletto di Custoza!

Il Broccoletto di Custoza? Che bontà...

Il Gran Galà del Custoza

Custoza e "Altra Garganega"

 

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 Hai già visto Il Gazzettino del Pellegrino?

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi