Messaggio

Sguardi di pace Guardiani di pace




Photo  © Milla Prandelli 2010
Photo © Milla Prandelli 2010


Una fotografia
un pezzo di storia


Il grande fotografo Henri Cartier-Bresson soleva dire che le fotografie possono raggiungere l'eternità attraverso il momento. E continuava: "È' un'illusione che le foto si facciano con la macchina, si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa."
Ho subito pensato al grande fotografo francesce, scomparso nell'agosto 2004, quando ho avuto in visione il libro della giornalista e fotografa Milla Prandelli, al secolo Mircalla Prandelli.


b_450_0_16777215_00___images_EDITORIALE_milla0001.jpg


Milla Prandelli, che attualmente lavora come corrispondente da Brescia per il quotidiano Il Giorno, che fa parte della Community Press - Giornalisti per il sociale -, ha alle spalle una esperienza maturata in periodici nazionali e numerose televisioni, compresa Tgcom.

Alcune domeniche fa a Capriolo, suo paese natale, in provincia di Brescia, ha presentato un bellissimo volume di fotografie. Bello e significativo il titolo della pubblicazione: Sguardi di pace. Guardiani di Pace - Viaggio in Afghanistan al seguito delle Forze Armate Italiane.

                                                                

Photo  © Milla Prandelli 2010
Photo © Milla Prandelli 2010

 

Dopo aver sostenuto il corso per inviati in aree sensibili, organizzato dalla Federazione Nazionale della Stampa, in collaborazione con il ministero della Difesa e con lo Stato Maggiore della Difesa - Ufficio Pubblica Informazione, Milla Prandelli ha deciso di pubblicare questo splendido libro. Le fotografie sono tutte rigorosamente in bianco e nero.

                                                             

Photo  © Milla Prandelli 2010
Photo © Milla Prandelli 2010


La tentazione di commentarle è grande. Ma sarebbe fatica vana e soprattutto un atto di superbia. Gisèle Freund affermava: "Per me la fotografia è prima di tutto un documento: di un avvenimento, di una situazione, di un'epoca. Le caratteristiche di questo documento, la sua qualità, dipendono dalla persona che sta dietro l'apparecchio. Dieci fotografi di fronte allo stesso soggetto producono dieci immagini diverse, perchè, se è vero che la fotografia traduce il reale, esso si rivela secondo l'occhio di chi guarda."


Photo  © Milla Prandelli 2010
Photo © Milla Prandelli 2010


Alcune istantanee che propongo ai nostri lettori sono esattamente quanto l'occhio, ma soprattutto il cuore di Milla Prandelli ha visto in quella terra martoriata: l'Afghanistan.
Una terra affascinante, con una storia millenaria che incanta.


Photo  © Milla Prandelli 2010
Photo © Milla Prandelli 2010


La storia di questo popolo è scritta non solo nei libri di storia ma nei volti della gente: giovani e vecchi. Milla ha saputo proporceli con delicatezza e semplicità. Ci ha regalato un pezzo di storia.
                                          


                                                         G.D.


Link correlati 

 

Il blog di Milla Prandelli - Notizie in movimento


Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi