Messaggio

Il "nuovo" volto di Praga: il cubismo




 

IL VOLTO “NUOVO” DI PRAGA,
DISCRETO EPPURE BELLISSIMO

 b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_17.39.12.png

 

A Praga per ammirare l'architettura? Perché no! Città d’arte dalla storia millenaria, capitale dal fascino antico, meta romantica dalle atmosfere lontane, luogo misterioso avvolto in brume di leggenda e magia, set di film ambientati nel passato…

Praga è notoriamente tutto questo. Lo dicono i libri, lo gridano gli spot pubblicitari, lo evocano cartoline suggestive, lo suggeriscono pellicole di successo, lo conferma chi ci è stato e ne è rimasto rapito.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_17.48.16.png

Una suggestiva immagine di
Praga coperta da nuvole

 

Ma esiste un altro volto della capitale ceca, appena sussurrato ma non meno affascinante. La “nuova” Praga non rientra nei circuiti turistici classici, non ammicca dai cataloghi dei tour operator e si accontenta discreta dei capitoli di coda nelle guide, eppure val bene un viaggio per scoprirla.

Dal liberty al cubismo, dal funzionalismo all’architettura contemporanea, il patrimonio moderno e quello meno-antico della capitale confermano che il fascino di questa perla, riflessa nelle acque della Moldava con le sue infinite sfumature, è davvero senza età…

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_17.42.57.png

Praga: in alto il Castello e sotto
il ponte scorre la Moldava 


Nelle architetture moderniste di Praga si incarna quello che in realtà è un fenomeno nazionale, e a tratti nazionalista. Come un grande libro di storia sotto il cielo, ricco di capitoli come pochi altri in Europa, la Repubblica Ceca ha immortalato nelle sue “pagine” vicende, pensieri, mode e stili di ogni epoca, dai tempi antichi a quelli moderni.

E se nei primi capitoli condivide e intreccia con altri territori esperienze e testimonianze, è sfogliando le pagine più recenti che si assiste all’affermarsi di un’identità ceca, che prende forme ed espressioni altrove sconosciute.

 

IL CUBISMO CECO, OLTRE
GLI INSEGNAMENTI FRANCESI

 b_300_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_16.20.56.png

Jan Kotěra (Brno, 18 dicembre 1871
 – Praga, 17 aprile 1923)


Jan Kotera
, influenzato dall’architetto americano Frank Lloyd Wright, si dedicò a un nuovo concetto di architettura che da un lato ottimizzava la funzione dell’edificio e dall’altro ne esaltava l’estetica. Gli edifici firmati da Kotera, considerato il fondatore del modernismo in Cechia, sono asimmetrici ma equilibrati, ricchi nelle forme ma semplici negli spazi, funzionali ma artistici.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_16.23.15.png

L'ingresso del nuovo
cimitero ebraico a Praga


A Praga sono opera di Kotera numerose ville private, a partire dalla propria, Palazzo Lucerna, la facoltà di legge dell’Università Carlo e alcune tombe-monumento nel nuovo cimitero ebraico di Praga: tra queste due monumenti dedicati ad altrettanti membri della famiglia Perutz. 

Josef Gocar, padre del Cubismo ceco, fonda un vero e proprio movimento artistico, con tanto di programma. Quello cubista è uno stile rivoluzionario, partito nella pittura dagli insegnamenti dei francesi Picasso, Braque e Derain che stravolgono il modo di rappresentare il mondo.

 

schermata%2007-2456497%20alle%2016.49.28.png

Josef Gočár (13 marzo 1880, Semín vicino Přelouč -
10 settembre 1945, Jičín ), architetto,
uno dei fondatori della moderna
architettura in Cecoslovacchia


L’idea è di superare il tradizionale concetto di prospettiva, presentando l’oggetto da più punti di vista. Dopo Parigi, Praga ne diviene la seconda capitale e trasla gli insegnamenti cubisti in architettura. Gli edifici adottano così facciate spezzate con forme geometriche astratte, senza però mai dimenticare l’ambiente e il contesto in cui sorgono.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_16.45.31.png

  La casa della Madonna Nera a Praga,
è monumento culturale nazionale
dal 1° Luglio  2004

Secondo i cubisti, il cubo è la figura che sta alla base di ogni altra. Ecco allora che nelle architetture ceche esordiscono cubi, esagoni, incastri geometrici e figure dodecaedriche. E’ di Gocar l’edificio-simbolo del Cubismo ceco, la Casa della Madonna Nera di Praga, (Dům U Černé Matky Boží) che con le sue linee pulite e geometriche contrasta la facciata barocca e che ospita il Museo del Cubismo Ceco (www.ngprague.cz), con tanto di Caffè cubista. Sua anche la chiesa di San Venceslao Vrsovice.

 

b_300_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_16.59.02.png

Josef Chochol (13 dicembre 1880, Písek
 - 6 luglio 1956, Praga )

 

Nella capitale, cuore del modernismo in tutte le arti, portano invece la firma di Josef Chochol - insieme a Gocar massimo esponente dell’architettura cubista praghese - l’elegante Villa Libusina modellata in puro stile cubista con la sua facciata di geometrie e simmetrie e le cosiddette Tre Case Cubiste (un tripla villa familiare) di Rasinovo nabrezi.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.APRAGA_schermata_07-2456497_alle_17.20.46.png

Villa Libusina, in Libušina
Street 3/49, a Vyšehrad (Praga)

A Chocol si devono anche altre ville e palazzi a Vysehrad. Tra le altre opere singolari della Praga cubista, segnaliamo quelle di Emil Kralicek e Matej Blecha, come il Lampione di Jungmannovo namesti nascosto dietro il palazzo funzionalista di Bat’a e Casa Diamant, considerata un insolito e raro esempio di “elettro-cubismo” per i neon e le insegne luminose al pianterreno.

                                                                                                           (1/2 continua)

 

 

Info: Ente Nazionale Ceco per il Turismo 
Via G. B. Morgagni 20,
20129 Milano 
Tel.:+ 39 02 20422467  - Cell.: +39 340 5341455    

http://italy.czechtourism.com

 Link correlati

Dove siamo nel Mondo 

Documenti prego! Io prima di partire mi assicuro
 
 
La nostra pagina sulla Repubblica Ceca

.
.. e su Praga

 
Per non smarrirsi nel Mondo

 
Il Meteo

 Come arrivare

 La compagnia aerea di bandiera è Czech Airlines - CSA (ww.czechairlines.it). Praga dall'Italia si raggiunge inoltre con Wizzair(www.wizzair.com),  Easy Jet (www.easyjet.com), Air One (http://flyairone.com) e Smartwings (www.smartwings.com).
Per Brno c'è invece Ryanair (www.ryanair.com/it).

Oltre che in aereo si può 
andare in Auto e in Bus

 Per chi viaggia in automobile la strada più breve passa attraverso il Brennero per poi proseguire in Austria verso  Innsbruck, e la Germania verso Monaco di Baviera e Ratisbona fino alla frontiera.

Un secondo itinerario, da preferire nei periodi di affollamento del Brennero, passa per la Svizzera attraverso il valico di Como-Chiasso, prosegue verso il lago di Costanza e passa da Norimberga. 

... o in pullman:

Studentagency (www.studentagency.cz)

Eurolines (www.eurolines.it)
Tourbus (www.tourbus.cz

 Articoli correlati 

Il Golf? In Repubblica Ceca!




Repubblica Ceca: le radici cristiane

Moravia Meridionale:
sulle orme della Fede



Sulle orme di San Giovanni Nepomuceno

Praga Caput Mundi



I
l Patrimonio dell’Unesco nella Repubblica Ceca

Il Paradiso Boemo



Dove fu inventata la zolletta di zucchero?
A Dačice, nella Repubblica Ceca!


Boemia Occidentale: il fascino dei Castelli 
 

Su Facebook!    

Ente Nazionale Ceco per il Turismo  

Repubblica Ceca e Slovacchia in Foto  

Storia Arte e Cultura a tutto tondo 

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi