Messaggio

Adriano VI, un Papa Bresciano?




ADRIANO VI:
UN PAPA BRESCIANO?

 b_300_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_de.png 

 di
Giacomo Danesi

  (Photo © Assunta Corbo)
Tunisi 2012

Febbraio 2018 - Nel corrente anno 2018 Il Beato Paolo VI, Papa bresciano essendo nato a Concesio, pochi chilometri a nord della città di Brescia, sarà elevato agli onori degli altari come Santo. Lo ha annunciato alcune settimane fa Papa Francesco.

qwe.png

La mia ricerca araldica 
del Servo di Dio Paolo VI
pag. 135 , anno 2008



Il Servo di Dio Papa Paolo VI fu elevato a Beato da Papa Francesco in Piazza San Pietro il 19 Ottobre 2014.

Per l'occasione il Sommo Pontefice e Vescovo di Roma Francesco fece il suo ingresso in Piazza San Pietro con il Pastorale del Futuro Santo Paolo VI.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_erd.png


Grande soddisfazione nella diocesi bresciana, alla notizia della sua elevazione agli altari come Santo, anche per il fatto che Paolo VI ebbe a succedere sul Soglio di Pietro a Papa Giovanni XXIII, bergamasco anch'esso Santo!

b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_vfr.png

Un Santino predisposto in occasione
della sua beatificazione


Paolo Vi è bresciano. Un onore avere un Papa in una provincia. Ma siamo certi che Paolo VI fu il solo Papa nato nella provincia di Brescia?

Sedici ottobre 1978. Piazza S. Pietro è gremita in attesa di conoscere il nome del nuovo Vescovo di Roma, ovvero il Papa, dopo l‘incredibile dipartita di Papa Giovanni Paolo I, morto dopo solo 33 giorni di pontificato.

Alla Loggia delle Benedizioni della Basilica di San Pietro si ripresenta, dopo nemmeno un paio di mesi dell‘ultimo annuncio nel quale l'eletto fu Albino Luciano che prese il nome di Giovanni Paolo I, il Cardinale Protodiacono Pericle Felici per annunciare Urbi et Orbi il il nome del nuovo eletto.


b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_dr.png
L'Annuntio vobis del Cardinale
Protodiacono Pericle Felici

                                          (Clicca qui!)


Contrarriamente al giorno precedente, quando la fumata bianca durò un paio di minuti per poi diventare nera, questa volta dal comignolo posto  sulla Cappella Sistina, la fumata bianca era chiarissima e costante.

Incredibile ma vero. L’eletto fu il cardinale polacco, Arcivescovo di Cracovia, Krol Wojtyla, futuro San Giovanni Paolo II!


 b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_vfg.png

La fumata bianca che esce dal
comignolo posto sul tetto
della Cappella Sistina


Non scorderò mai più il tono di voce e l’espressione del viso del Cardinale Pericle Felici al momento della pronuncia del cognome del nuovo eletto. Nell’affollata Piazza San Pietro un attimo di silenzio irreale.

In tutti i presenti all’avvenimento, ma anche per chi si trovava davanti al televisore, il primo pensiero fu che l’eletto provenisse dalla Africa nera.

Incredibile la bravura del regista della Rai che quasi subito inquadrò un sacerdote, presente sulla piazza, che urlava: “E’ polacco!”.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_sac.png

Città del Vaticano; Piazza San Pietro. Un sacerdote
agita un fazzoletto bianco urlando:
"E' polacco, è polacco"!
La sua voce è ben udibile nel filmato dell'Annuntio Vobis...


Un papa straniero dopo quasi 500 anni di papi italiani! Infatti, l’ultimo fu Adriaan Boeyens Florenszoon (1459 - 1523), nato a Utrecht il 2 marzo 1459 che prese il nome di Adriano VI.
b_350_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_bolla_pulbea_adriano_vi_retro.jpg
                                 La bolla plumbea
                                di Papa Adriano VI

Siamo sicuri che Adriano VI fosse olandese? Ufficialmente in tutti i “sacri” testi sembra che non ci siano dubbi. Invece, forse, non è così.

La storia è curiosa e intrigante che vale la pena di accennarne in attese di altre notizie. Ed è quanto spero di fare in una mia prossima pubblicazione, basandomi su precisi documenti e anche su testi inediti.


b_350_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_2_adriano_vi_1522-1523_giulio___munt._8_ag_g_340_.jpg
Una moneta emessa sotto il pontificato
di Papa Adriano VI.  Nello scudo per evidenti
nel 2° e nel 4° i tre rampini; nel 2° e nel 3°  il Leone

 
Adriano VI, secondo alcuni documenti, era italiano. Anzi, bresciano! Il suo nome? Luigi o Lodovico, figlio di Zambono (Giovanni Buono) de’ Rampinis (12), nato a Renzano, frazione del comune di Salò, sul lago di Garda! Fino agli inizi del 900 sul frontespizio della chiesa di Renzano ci fu lo stemma di Papa Adriano VI!

Non bastassero i documenti che lo confermano, ci viene in aiuto l’araldica. Lo stemma di Papa Adriano VI è, invero, intrigante.

Il suo stemma, che appare anche sul monumento funerario nella Chiesa dell’Anima a Roma, dietro Piazza Navona dov’è sepolto è, come si dice in araldica, inquartato: nel 1° e nel 4° ci sono tre rampini; nel 2° e nel 3° ecco un Leone coronato.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_sacello_di_adriano_vi_nella_chiesa_dllanima_in_roma.jpg

  Il sacello con il corpo di Papa Adriano VI
nella Chiesa dell'Anima in Roma
Foto © Giacomo Danesi

Non è curioso che ci siano tre rampini e lui si chiamasse de’ Rampinis? Il Leone non compare, forse, nello stemma comunale di Salò? Quando si dice il caso...

Naturalmente ci sono ben altri documenti che sposano questa testi negli archivi bresciani e di Firenze.

 

b_350_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_18_adriano_vi.jpg

Lo stemma di Adriano VI
in forma stiilizzata

Ogni volta ho illustrato a chi di dovere questa curiosa anomalia, ho sempre trovato scetticismo e porte chiuse. A spronarmi su questa strada fu un noto storico bresciano che, per diversi motivi, non poteva esporsi troppo. Strana storia davvero.

Perché se così fosse, ed io lo dimosterò, la provincia di Brescia potrebbe annoverare tra i suoi figli non un solo Papa, ovvero Paolo VI tra pochi mesi Santo, ma anche Adriano VI.

b_300_0_16777215_00___images_0-AADANESI_6.ADRIANOVI_adriano_vi_1733_.jpg

                             Una stampa con l'effige
                                  di Papa Adriano VI

Ora non mi resta che trovare un sponsor. Certo che ben pochi potevano pensare che nel bresciano, oltre a Paolo Vi, la nostra terra avesse dato i natali a un altro Papa!

 

Link correlati

Regione Lombardia

La Provincia di Brescia

La Città di Salò

Il Meteo a Salò

Come arrivare a Salò

Articoli correlati

Diocesi di Lucera-Troia e dintorni:
Basiliche, Cattedrali e Araldica(3)

Paolo VI Beato. Tutti a Roma per la cerimonia!

Papa Francesco: ecco lo Stemma Ufficiale

Papa Francesco: ecco lo Stemma Ufficiale

Ecco perché Benedetto XVI conserverà il suo stemma


Gioacchino da Fiore: di spirito profetico dotato

Pellegrinaggio in Polonia

Il futuro del turismo nei
Cammini Religiosi e Culturali


Cammini francescani in in Sicilia

Rocamadour: il Camino dei "Cercatori di Dio"

Il menu del Pellegrino: Pane nero e acqua fresca 

Tolosa: una tappa sul Camino di Santiago de Compostela

Spiritual France: Sul Camino di San Giacomo

Il Camino de Santiago de Compostela


Sulle orme della Maddalena

Pellegrina per ritrovare se stessa

Santiago de Compostela: gli ultimi 100 chilometri a piedi

Pellegrini nella fede

A Lourdes per il Giubileo della Misericordia

Convention sugli Itinerari e Cammini
Culturali, Religiosi e del Tempo Libero


Il Gazzettino del Viaggiatore è su
 Facebook! 

Giacomo Danesi, Direttore del
MagazineIl Gazzettino del Viaggiatore,
è socio Neos.

b_150_0_16777215_00___images_0-AADANESI_5.CAFFE_neos_1.png










http://neosnet.it/



 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi