Messaggio

Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec




 La mostra di Henri, Marie, Raymond de Toulose - Lautrec Monfta  A Palazzo Reale
Di Milano

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_ert.png 

di
Giacomo Danesi


Milano Ottobre 2017 -
Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec Montfa? Chi è mai costui? La storia vuole che questo pittore francese, disegnatore e litografo, sia nato a Albi il 24 novembre del 1864 e sia morto a Saint-André-du-Bois, 9 settembre 1901.

Sfortuna volle che sia nato nei dintorni, appunto, di Tolosa in un periodo dove l'inbreeding o endogamia, ovvero l'incrocio tra consanguinei, provocava danni irreparabili.

 

gty.png

Una caratteristica immagine del grande pittore
francese Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec Montfa


I suoi aristocratici genitori era cugini di primo grado e il nostro Henri-Marie-Raymond nacque come nano genetico di una varietà particolare che aveva come conseguenza l'incapacità di conservare sostanze nutritive, come il calcio, per rafforzare le ossa, promuovere la crescita e prevenire la frattura. 

Per due anni consecutivi, nel 1878 e il 1879, il futuro artista si ruppe prima la gamba sinistra e poi il femore destro. Due incidenti che cambiarono il suo corpo per tutta la vita. Infatti, il tronco si sviluppava mentre le gambe rimanevano atrofizzate.

 

 b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_567.png

Henri de Toulouse Lautrec mentre dipinge
"Ballo al Moulin Rouge",il quadro più famoso
tra quelli dedicati al celebre locale.


Trasferitosi a Parigi, nel 1882 si iscrive allo studio di Bonnat a Parigi, per poi lavorare con Cormon a causa della rinuncia di Bonnat all'insegnamento. La necessità di trovare un ambiente che lo accogliesse senza imbarazzo a causa della sua menomazione, nel 1885 si stabilisce a Montmartre.

La frequentazione di donne di non certo di irreprensibili costumi, una di essa lo infetta con la sifilide, la cui malattia lo porterà poi alla morte precoce, ebbe un impatto decisivo sulla sua opera d'arte. E' datata 1888 la sua prima opera di un certo spessore: The Cirque Fernando (Art Institute of Chicago).

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_4r.png

Henri de Toulouse-Lautrec Au cirque Fernando: l'Écuyère 1888
olio su tela 61 x 98 cm The Art Institute of Chicago

 

I critici affermano che in questa opera Lautrec già dimostra l'incredibile capacità di vedere da punti di vista inusuale l'oggetto che metterà su tela, come inediti sono il taglio delle figure poste al bordo della composizione.

L'uso del grassetto, il curioso modo non naturalistico del colore, gli serviranno per produrre in seguito i suoi spettacolari poster. E' datato 1891 la sua prima stampa litografica: un manifesto per il Moulin Rouge.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_fr.jpg

Il primo manifesto realizzato da Lautrec
è Moulin Rouge: la Goulue, datato 1891


I futuri e ultimi 10 anni della sua vita produsse la bellezza di 400 stampe in bianco e nero e colore, oltre a 31 poster. Definire Lautrec il più grande dei designer di poster non mi sembra certo azzardato.

No, no era interessato al paesaggio, diversamente dagli impressionisti. I suoi temi preferiti? Le sale da ballo, cabaret e circhi parigini, oltre naturalmente al  Moulin Rouge e il Moulin de la Galette ). 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_1.png

Montmartre in 1900 (Photo©Moulin Rouge
1900 (Public domain) via Wikimedia Commons)

Ma le sue giornate Lautrec le trascorreva prevalentemente nei bordelli: curioso osservatore ma anche come cliente. Nelle sue opere traspare il suo senso teatrale, il desiderio di ritrarre gli estremi del luogo e delle persone.

Al giovane Pablo Picasso, ad esempio, non passò inosservata la sua arte al punto che in una sua opera inserì "un quadro" del mitico Lautrec.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_schermata_2017-10-24_alle_15.32.46.png

Doppio ritratto di Henri de Tolouse-Lautrec,
fotografato da Maurice Guibert.
Fotomontaggio, 1890 ca.

Tristissimo fu il finale della sua vita, al punto che nel 1899 fu ricoverato in un sanatorio. Lautrec morirà nel settembre del 1901, circondata dalla sua famiglia. Il contenuto del suo studio fu poi presentato alla sua città natale di Albi.

La famigli offrì alle autorità di Parigi tutte le sue opere affinché fossero esposte in un museo. La risposta fu negativa. La tematica dell'artista di Tolosa era troppo scandalosa anche per i parigini.

Meglio così.


b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_1b.png
                      Una delle più belle e conosciute opere
          di Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec Montfa


Le opere furono donate così alla città di Albi e oggi in questa splendida città c'è il museo più grande del mondo di Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec Montfa.


In attesa che vi decidiate di recarvi in Francia, ad Albi, e non ve ne pentirete di certo, potete ammirare una selezione di splendide opere dell'artista francese a Palazzo Reale in Milano dal 17 Ottobre 2017 al 18 Febbraio 2018.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_frd.png

Milano, Palazzo Reale: una istantanea della mostra
dedicata a Henri-Marie-Raymond de Toulouse-Lautrec Montfa
(Photo©Giovanna Dal Magro)


Questo grazie alla mostra voluta da Atout France Italia, promossa dal Comune di Milano-Cultura, da Giunti Arte Mostre Musei e da Electa, in collaborazione con il Musée Toulouse-Lautrec di Albi e l'Istitut Nationale d'Histoire de l'Art (INHA) di Parigi, avente per tema: Il mondo fuggevole di Toulouse Lautrec.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_3ed.png

Una delle opere di Toulouse - Lautrec
esposte a Milano a Palazzo Reale


E, in occasione di questa mostra, Atout France Italia, su iniziativa del Comitato Dipartimentale per il Turismo di Tarn e il Museo Toulouse-Lautrec, l'Ufficio del Tyrusni du Albi e il Comitato Regionale per il Turismo Occitanie / Pyrénées - Mèditerranée, ha elaborato un progetto che è un invito alla scoperta di quella che è oggi la seconda più grande regione francese: l'Occitanie/Sud di Francia, ricco di 13 Dipartimenti e una capitale d'arte dalla lunga storia: Tolosa!

gtf.png

                    Una sala del museo di Henri de
                         Toulouse Lautrec
ad Albi


Il progetto è stata presentato il giorno precedente l'inaugurazione della mostra, in un noto Hotel milanese di Piazza Fontana.

Presentati da Barbara Lovato, responsabile dell'Uffcio stampa e P.R. di Aout France Italia, è intervenuto il Direttore di Atout France Italia Frédéric Meyer e le massime autorità del Turismo Occitanie / Pyrénées - Mèditerranée. Per l'occasione era anche presente il nuovo console
generale di Francia a Milano, Cyrille Rogeau.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_2.LOUTREC_rty.png
Milano: da sinistra Barbara Lovato. Al centro Frédéric Meyer con i rappresentanti del Turismo Occitanie / Pyrénées - Mèditerranée
                             (Photo©Gisella Motta)


Ma di questo avrò in seguito modo
di dedicare un servizio su questo splendido angolo di Francia.


Il mondo fuggevole di Toulouse - Lautrec
Milano Palazzo Reale


Info:
Il sito Web

Milano Palazzo Reale, Piazza Duomo 12

Gli Orari

I Biglietti

I Servizi

Accessibilità

Faq

Come raggiungere Palazzo Reale

Atout-France
Il sito ufficiale del turismo
francese in Italia? 

CLICCA QUI

Francia New 24

Link correlati

Dove siamo nel Mondo 

Documenti prego!

Io prima di partire mi assicuro

Per non smarrirsi  nel Mondo

La nostra pagina sulla Francia

... e su Parigi!

Il Meteo a Milano 

Alcuni articoli precedenti  

Saint Germain - de - Prés dei tempi andati 


A Parigi ci porto i bimbi

Parigi? Che strana città... (1)

Paris: Cimitiére du Perè-Lachaise (2)

Rocamadour: sul Cammino dei "Cercatori di Dio"

Francia 2017? Parti subito!

Rendez-vous en France 2017 N.6


Cannes: Hotel Le Majestic Barriere: Un inverno vista mare 

Tolosa: una tappa sul Camino di Santiago de Compostela

Spiritual France: Sul Camino di San Giacomo

Il Camino de Santiago de Compostela


Sulle orme della Maddalena

Terroirs de France

Rennes-le-Chateau: un mistero nel mistero

Il menu del Pellegrino: Pane nero e acqua fresca 

Pellegrina per ritrovare se stessa

Santiago de Compostela: gli ultimi 100 chilometri a piedi

Pellegrini nella fede

Mitica Guadalupa!

A Lourdes per il Giubileo 

Là dove nascono le ostriche

Corsica l'isola più verde del Mediterraneo

Normandia "Terra di libertà"

Reunion, l'isola che c'è...  

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook! 
Atout France è su Facebook...

* La foto di copertina è di Photo © Giovanna Dal Magro)

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi