Messaggio

Riccardo Vavassori: quando la passione diventa vita (1)




 Riccardo Vavassori:
quando la passione diventa vita

   b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_1.CIPRO_dsc_0537.jpg

 Photo©Riccardo Vavassori

Non fai solo una fotografia con una macchina
fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le
immagini che hai visto, i libri che hai letto,
la musica che hai sentito, e le persone che hai amato.”

(Ansel Adams)

 di
Giacomo Danesi 

 

Aeroporto Orio al Serio (Bg), Febbraio 2017 – La sua posizione, come aeroporto, è veramente strategica nel panorama lombardo. I dati che periodicamente i responsabili del terzo aeroporto d’Italia, dopo Fiumicino e Malpensa, comunicano periodicamente alla stampa lo stanno a dimostrare. Quest’anno i passeggeri che arriveranno o partiranno dallo scalo bergamasco raggiungerà la bella cifra di 12 milioni di passeggeri.

Logico che spessissimo i giornalisti siano invitati alle conferenze stampa alle quali periodicamente partecipa anche il grande capo di Ryanair Michael O'Leary, il tycoon irlandese ha fatto dell scalo milanese bergamasco il polo principe del suo business italiano.

  b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_ISOLEVERGINI_dsc_0204.jpg

 Un aereo, una pista, un tramonto
Photo©Riccardo Vavassori


Ebbene, proprio durante questi incontri non passava a me inosservato un ragazzo dall’apparente età di 25-30 anni. Sempre elegantemente vestito, con una valigetta diplomatica, faceva ogni tanto comunella con i colleghi dellastampa bergamasca e con dirigenti dello scalo. Ma sempre con grande discrezione.


Non mi sembrava un fotografo, perché non l’ho mai visto scattare una foto. Non mi pareva un collega, perché non lo avevo mai visto prendere un appunto. Mai lasciarsi ingannare dalle apparenze…

Un giorno presi l’iniziativa e gli chiesi cosa facesse di bello con noi, visto appunto che lo vedevo curioso di quanto avveniva, ma inattivo sul piano professionale.  Scoprii così, invece, una persona di qualità professionali eccezionali. Lui, mi disse, fotografava gli aerei!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_VAVASSORI_dsc_0122.jpg

 Uno straordinario scatto fotografico di Riccardo Vavassori
che fissa l'istante dell'incrocio fra due aerei
di una pattuglia acrobatica straniera
Photo©Riccardo Vavassori

 
Beh, mi sono detto, sei nel posto giusto ragazzo! Quando mi mostrò alcune sue foto, rimasi di sasso! Naturalmente, incontro dopo incontro, feci amicizia con lui, ottenendo in cambio di essere gratificato dalla visione delle sue eccezionali fotografie.


Scoprii così che si chiama Riccardo Vavassori, che ha 27 anni essendo nato ad Alzano Lombardo in provincia di Bergamo, che ora abita a Villa di Serio, sempre in terra bergamasca, paese splendidamente posizionato ai piedi della Val Seriana in zona collinare. Vive con i suoi genitori e la sorella Delia.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00sacbo_0.VAVAFRECCE_personale.jpg

 

Una bella istantanea di Riccardo Vavassori

 

Riccardo Vavassori non è il tipo compagnone che in un attimo gli puoi far raccontare la sua affascinante storia dei suoi primi 27 anni di vita, così ricchi di avvenimenti e di soddisfazioni.

Ho imparato, conferenza stampa dopo conferenza stampa, a farmi raccontare i suoi primi quasi trent’anni di vita. Io so’ apprezzare le fotografie ma sono completamente incapace di fare uno scatto giusto che sia uno!

  b_600_0_16777215_00___images_0-AABoston_ISOLEVERGINI_dsc_0166.jpg

 Aeroporto di Milano Bergamo - Orio al Serio.
Un aeromobile della Ryanair ripreso al momento del decolo.
Sullo sfondo la città di Bergamo
Photo©Riccardo Vavassori


Ma nella mia vita professionale di giornalista ho avuto la fortuna di conoscere i più grandi fotografi del mondo molti dei quali sono passati per Brescia dove abitavo, ospiti del grande fotografo bresciano Ken Damy.

Presso la sua galleria vidi passare il mitico fotografo Alberto Díaz Gutiérrez, meglio conosciuto come Alberto Korda, il cui scatto del Che Guevara è forse la fotografia più conosciuta al mondo. Sua è la dedica personale donatami in occasione della sua visita a Brescia.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_VAVASSORI_korda0001.jpgLa famosa foto del Che, scattata da Alberto Korda,
con le firme autografe del fotografo e di Fidel Castro


Conobbi così il grande John Florea, regista televisivo e fotografo al seguito dell’esercito americano quando immortalò la seconda guerra mondiale sul campo. Negli ultimi 20 anni del secolo scorso ho visto il meglio della fotografia mondiale. Indimenticabile per me l’incontro a Milano con Henry Cartier Bresson e di Alen Gisberg, scrittore ma anche splendido fotografo.

Gli scatti di Riccardo Vavassori sono un ramo nella storia della fotografia. In lui mi ha subito colpito non solo la nitidezza della immagini, ma  il "taglio" che sa dare a un momento irripetibile come è quello della fotografia dinamica.


b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_ISOLEVERGINI_dsc_0574.jpg

L'apertura della "Bomba": una della
più spettacolari figure delle Freccie Tricolori
Photo©Riccardo Vavassori

Ogni qualvolta lo incontravo in aeroporto, dalla sua valigetta estraeva il portatile e sullo schermo ecco apparire foto di straordinaria bellezza. A dicembre ebbi il piacere di ammirare un suo calendario con le fotografie di aerei che atterravano a Orio al Serio. Un calendario da collezione.

Un giorno gli chiesi quando cominciò la sua passione per gli aerei e soprattutto a fotografarli. Appresi così che, contrariamente a quasi tutti i bambini, le sue prime parole non fu mamma o papà, ma aerei e pilota!


b_600_0_16777215_00___images_0-AABoston_ISOLEVERGINI_dsc_0106_2.jpg

La pattuglia acrobatica
francese ripresa in formazione
Photo©Riccardo Vavassori


“Gli aerei e fare il pilota sono stati i miei primi amori",
esordisce il Vavassori. "Quando ero piccolissimo dicevo a tutti che un giorno avrei realizzato un sogno: poter lavorare nel mondo aeronautico (magari in aeroporto a Orio al Serio) o fare il pilota. Fare il pilota non mi è stato possibile, ma in aeroporto ci lavoro!”

Poter realizzare i propri sogni non è certamente facile, ma per Riccardo Vavassori che dall’età di tre anni trascorreva tutti i weekend fuori dall’aeroporto di Orio al Serio insieme al padre che lo accompagnava a vedere gli aerei, la passione cresceva giorno dopo giorno. Di pari passo i suoi sogni si materializzazno fino a realizzarsi.

I suoi trascorsi giovanili, la frequentazione dell’Istituto Tecnico Aeronautico “A. Locatelli” di Bergamo e la sua assunzione il 9 ottobre 2009 presso la DHL Aviation allo scalo di Orio al Serio, con un incarico di prestigio, sono solo alcuni momenti della sua ancor giovane vita.

 

 b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_ISOLEVERGINI_dsc_0135.jpg

 Un aereo della società DHL
dove lavora Riccardo Vavassori

Photo©Riccardo Vavassori


Con quali strumenti Riccardo Vavassori ha iniziato a fotografare aerei? Questo lo scopriremo nel prossimo articolo quando, oltre che ammirare alcuni suoi fantatici scatti, ci racconterà l’emozione dell’incontro con le Frecce Tricolori, le visite in alcuni aeroporti militari e Club aeronautici.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AABoston_VAVASSORI_dsc_0571.jpg

 Una spettacolare "figura" della nostra
Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN)
Photo©Riccardo Vavassori

 

Da ogni incontro, da ogni visita Riccardo tornava e torna a casa ricco di emozioni e con la volontà di voler essere sempre più coinvolto in questo straordinario mondo degli aerei, che ogni giorno solcano il cielo di questo nostro pianeta.

                                                                                                                        1. Continua


Aeroporto "Il Caravaggio"

Via Aeroporto, 13, Orio Al Serio (Bergamo)
Tel 035 452 9111



  b_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00sacbo_sc.png

 Sito Web: clicca qui

 https://www.facebook.com/parcheggiaeroporto

 Link correlati 

 Dove siamo nel Mondo

 Documenti prego

Io prima di partire mi assicuro...

Per non smarrirsi nel Mondo

Il Meteo nel mondo

Articoli Correlati

La Tarom sbarca a Bergamo e vola a Iasi

Milano-Bergamo-Sacbo: ecco
il collegamento con Tel Aviv


Norimberga: record di prenotazione con Ryanair

Al mare in Montenegro

I parcheggi di Orio al Serio: il nuovo portale

Aeroporto "Il Caravaggio": transitati 100 milioni di passeggeri


BMI Regional inaugura la rotta Milano Bergamo - Monaco di Baviera

Aeroporto "Il Caravaggio": transitati 100 milioni di passeggeri

Wizz Air: la nuova rotta Milan Bergamo - Debrecen

Pobeda: Nuovo collegamento tra Bergamo e Mosca


Sacbo ottiene l'Airport Carbon Accreditation

Nuova area Arrivi a "Il Caravaggio" di Orio al Serio

Nantes: Scrigno della Storia

Il Rettile Eudimorphodon vola a New York




Volo inaugurale della Tarom da Orio alla Moldavia

Natale a Cipro: Ama, prega e mangia

Sulle orme della fede: in Calabria

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi