Messaggio

25 Novembre: No alla violenza sulle donne




 5 Novembre: No alla violenza sulle donne

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-asalerno_l.png

"Se nascerai uomo non dovrai temere d’essere violentato nel buio di una strada. Non dovrai servirti di un bel viso per essere accettato al primo sguardo, di un bel corpo per nascondere la tua intelligenza. Non subirai giudizi malvagi quando dormirai con chi ti piace."
Oriana Fallaci

di
Giovanna Saporito
(*)

 Salerno 23 Novembre 2016 – Il 25 novembre le Nazioni Unite, l’Italia e il mondo intero commemorano la giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Il perché questa data è noto. Era il 25 novembre del 1960 quando tre sorelle il cui cognome era Mirabal, durante il regime dominicano di Rafael Leonidas Trujillo, furono assassinate. Per questo motivo dal 1999 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha reso istituzionale questa giornata.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-asalerno_schermata_2016-11-23_alle_16.14.27.png

Viviamo in una società che insegna alle donne a difendersi dalla minaccia di stupro invece di insegnare agli uomini a non stuprare le donne.
Anonimo


Le Nazioni Unite invitano i governi di tutto il mondo a sensibilizzare attraverso i media la nostra società, affinché si combatta contro questa violenza assurda.

I dati parlano chiaro, anche se risalgono al 2013. Secondo uno studio specializzato, nel 2013 il 35 % delle donne ha subito violenza fisica e/o sessuale e, dato ancora più allarmante, il 70% delle donne hanno subito violenza fisica e/o sessuale dal proprio partner.

g.png

La violenza contro le donne è una delle più
vergognose violazioni dei diritti umani.

Kofi Annan


Basta accendere la televisione per capire che siamo circondati dalla violenza. Idem i giornali, le riviste e perfino sui social network non si parla altro che di violenza. La gente è aggressiva e questo comportamento, paradossalmente, sembra quasi una pubblicità a favore della violenza.

Del rispetto verso la persona, di collaborazione e comprensione verso i propri simili non si parla affatto. Non fa notizia. Ma comprensione e collaborazione sono l’unico collante tra gli esseri umani, l’unico bagliore di speranza dietro le righe oscure della realtà. Questi due comportamenti dovrebbero essere le armi vincenti per vincere ogni cosa.



t.png
                          Non cedete mai al primo impulso dell’ira:
                       cedete sempre al primo impulso dell’amore.

                                                    Arturo Graf

Invito tutti a parlare e vivere con amore, quell'amore che non significa né soggiogare l’altro alla propria volontà, né omologarsi all’altro, ma convivere nella complementarietà della differenza. Viviamo e insegniamo l'amore, educhiamo all'amore, iniziamo dalla famiglia per poi continuare nella scuola e nella società. Tutti gli esseri umani sono Persone con gli stessi diritti e doveri.

Questo è il concetto che, questo dobbiamo far capire. Impegniamoci e cerchiamo di eliminare la mentalità maschilista. Per questo è importante educare i bambini, che sono il nostro futuro, affinché imparino il rispetto verso gli altri. Se così non sarà non meravigliamoci se da adulti saranno maschilisti, violenti e stupratori.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-asalerno_y.png

Lo stupro è proprio di un’idea maschile
di vendetta. Una donna, se vuole vendicarsi, ti ignora.

Carmen Covito

E’ necessario, inoltre, introdurre nelle materie scolastiche l'educazione all'amore e al rispetto attraverso l’educazione sessuale, che consideri la sessualità femminile non più al servizio di quella maschile, e la donna non più un oggetto sessuale. Dedichiamoci all'educazione dei nostri bambini, gli adulti di domani. Non basta invocare la prevenzione, contro la violenza sulle donne quanto, invece, combattere  con decisione e forza il bullismo e l’omofobia.

La prevenzione bisogna costruirla, insegnando e indirizzando ragazze e ragazzi verso un’altra educazione civica, aiutandoli a conoscere, comprendere e affrontare le proprie emozioni.

p.png

L’altra sera ho acceso la tv: sesso e violenza,
sesso e violenza. E quelle erano solo le previsioni del tempo!

Daniele Luttazzi


Saper parlare dei propri sentimenti migliora anche le capacità di comunicare e l’apprendimento cognitivo. Le basi dovranno sempre essere l’amore e il rispetto dell’altro. Dobbiamo insegnare ai ragazzi che quello che conta è la capacità di amare anche una sola donna per tutta la vita.

Le violenze in tutto il mondo si possono prevenire, combattere ed eliminare solo insegnando ai bambini il rispetto verso gli altri, facendo loro  comprendere che tutti gli esseri umani sono “Persone” con gli stessi diritti e doveri.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-asalerno_schermata_2016-11-23_alle_16.31.03.png

Harlem: in memoria di Martin Luther King Jr.

Facciamo nostra la frase di Martin Luther King Jr, tratta da “La forza di amare”: “La tenebra non può scacciare la tenebra: solo la luce può farlo. L’odio non può scacciare l’odio: solo l’amore può farlo. L’odio moltiplica l’odio, la violenza moltiplica la violenza, la durezza moltiplica la durezza, in una spirale discendente di distruzione."

 

(*) Ex commissaria alle Pari Opportunità a Salerno

 

Giovanna Saporito è su Facebook

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook...

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi