Messaggio

Giovanni Paneroni: La Terra non gira, o bestie! (1)




 LA TERRA NON GIRA,
O BESTIE!

"L'Astronomia costringe l'anima a guardare verso
l'alto e ci conduce da questo mondo a un altro"

Platone

 di
Giacomo Danesi

schermata%202014-09-08%20alle%2014.47.03.png

 

Così Platone in "La Repubblica". Lo straordinario personaggio, di cui ora vi racconterò la storia, guardava sì in alto. Molto in alto. E le riflessioni che ne trasse misero a rumore il mondo scientifico dell'epoca.

Il suo nome? Giovanni Paneroni, bresciano, ma con trascorsi bergamaschi dove in gioventù entrò nel seminario di Bergamo. Quando, un paio d'anni dopo, uscì, e si fermò in città come garzone in una pasticceria. Ecco la sua incredibile storia di astronomo rivoluzionario.

"Astronomi, bestie! La terra non gira!
Galilei cretino! Sveglia; asini: studiate
la "Paneroni"! A voi! Ciao!"

 

Giovanni Paneroni? E chi era mai costui? Nato a Rudiano, nella bassa bresciana, il 23 gennaio 1871, di professione ambulante di gelati e dolciumi, divenne famoso non certo per la bontà della sua mercanzia, ma perché da astronomo dilettante asseriva che la Terra non girava, che Galileo Galilei era un "pirla", che il Sole era una palla d'argento larga due metri e del peso di 14 chili, ecc.

 

schermata%202014-09-08%20alle%2014.04.19.png

 Una vignetta del tempo


Il tutto, naturalmente, "confortato" da decine di opuscoli e disegni. Due splendidi volumi su Giovanni Paneroni, che vi consiglio di leggere, sono stati editi nel bresciano alcuni anni fa, scritti da due carissimi colleghi: Enrico Mirani del Giornale di Brescia e Giacomo Massenza del Bresciaoggi, quest'ultimo prematuramente scomparso.

Il libro di Mirani è edito da Ermione ed ha per titolo:"Vita, memorie e avventure di GIOVANNI PANERONI, astronomo ambulante".

 

schermata%202014-09-08%20alle%2014.07.11.png

La copertina del libro di Enrico Mirani

 

Il libro di Massenza, edito dalla GAM Editrice di Rudiano (Brescia) ha per titolo: "Una terra piana ed infinita - Vita ed Opere di Paneroni secondo Giacomo Massenza".

 

schermata%202014-09-08%20alle%2011.08.47.png

La copertina del libro
di Giacomo Massenza

Ma torniamo al nostro personaggio che il padre, confortato dalla sua bravura a scuola e dalla passione per i riti ecclesiastici, mandò in seminario a Bergamo. In seminario, però, non ci rimase molto, essendo fin da bambino uno spirito libero e bizzarro.

Due anni dopo, infatti, l'esperienza in seminario finisce. Il padre allora lo impiega come garzone di bottega in una pasticceria della città orobica.

Giovanni accetta, anche perché questa soluzione gli permette di frequentare un corso serale, assetato dalla voglia di sapere, conoscere.

Dopo il servizio militare si sposa e mette al mondo otto figli. Per sfamarli mette a frutto la sua esperienza bergamasca di pasticcere ed inizia la sua professione di gelataio ambulante, professione allora sconosciuta nella sua zona. E fu proprio il suo lavoro che accese in lui l'idea di un nuovo modo di fare astronomia.


paneroni1.jpg

 

Scriverà infatti nelle sue memorie: "L'Astronomia, anche quando andavo a scuola, mi faceva aguzzare l'intelletto per giudicare il pro e il contro, ma inculcato in tempo di gioventù un pensiero è difficile estirparselo. La causa di cambiar l'idea fu la qualità di mestiere che mi misi ad esercitare; cioè gelati e dolciumi. Tanto l'uno che l'altro mio mestiere d'estate è in odio col calor del sole, e nelle ore impiegate nelle vendite bisognava sfuggire il sole ed il suo calore mortale nemico.

Continuava il nostro astronomo... "Quindi bisognava facessi il possibile per posteggiare all'ombra. L'ombra gira, la terra no. Siccome durante la giornata l'ombra delle case continua a camminare e a cambiare posto, anche a me toccava cambiar posto, e correrci dietro al circolare dell'ombra, e con quei cambiamenti di posto mi faceva anche arrabbiare e bestemmiare e maledire il sole; anzi, qualche volta, non potendo cambiar posto causa già occupato, mi toccava il tormento del rovente calor del sole che mi liquefava gelati e dolci; era una passione, uno spasimo; e con questo correr dietro all'ombra per sfuggire i raggi dovetti accorgermi che il sole viene giù da nord alle ore tre del mattino; invece alla sera partiva alle ore 21, 22, 23, perciò ne ricavavo che passa sopra e non sotto la terra!".

 

Dunque la Terra non è
sferica, secondo Paneroni


schermata%202014-09-08%20alle%2011.11.06.jpg

Uno dei suoi mitici volantini

 

"Gli americani camminano forse con la testa in giù? E di notte noi come facciamo a stare in piedi? Vediamo forse qualcosa di capovolto? Perché i sottomarini incontrando le curve dell'acqua no sbucano fuori? Mettiamo forse i freni alle navi che vanno in discesa verso l'America del Sud e quando tornano le tiriamo forse su con le gru? Qui la scienza deve soccombere" affermava il nostro."

Inoppugnabili, secondo il suo punto di vista le teorie annunciate... "Se si dice livello del mare sarà livello del mare. E voi ingegneri dormite? Sveglia, falsari! Date alle fiamme i vecchi atlanti ed i falsi mappamondi e comperate la 'Novissima Speciale Geografia di Paneroni', grande, divertente e profondo studio, che costa soltanto una lira ma vale dei milioni...!"

 

schermata%202014-09-08%20alle%2011.10.29.jpg

 

Siamo ormai nel 2000 eppure negli Stati Uniti c'è una associazione "forte" di 200 iscritti che sono estremamente convinti che Paneroni avesse ragione. Infatti per loro la Terra è piatta!

Raccontare la sua vita, la sua prima uscita ufficiale nel mondo accademico, che avvenne nel 1920 all'università di Pavia dove tenne la prolusione dell'anno accademico alla cattedra di fisica, sarebbe opera troppo dispendiosa.

Mi limiterò, con l'aiuto di alcuni documenti che vi propongo, ad illustrare brevemente la sua incredibile teoria che lo portò a scontrarsi anche con grandi personaggi del mondo accademico e non, per finire addirittura in galera ed in manicomio! Ecco come il mitico Paneroni descriveva la Terra...

"Sapevate voi il motivo perché i Barbagianni hanno decretato che la Terra è un piccolo ruotante pianeta? No! Attenti, ve lo dico io: Siccome il Sole alla mattina si alza di là ed alla sera tramonta all'opposto fa e fece credere a tutti gli uomini del mondo intiero, che quella piccola palla di fuoco, il Sole, facesse e faccia ogni giorno un'arcata rotonda verticale sopra la nostra testa, indi, dal ponente per recarsi di nuovo a levante, passi o passasse sotto alla Terra.."

 

schermata%202014-09-08%20alle%2011.13.02.jpg

 

"Ecco tutti i sbagli astronomici" tuonò Paneroni. Se il sole passa sotto terra bisogna che la terra sia rotonda e sospesa nel vuoto, onde lasciare il sotto passaggio al Sole, Lui parte alla sera ed in 12 ore si reca di nuovo a levante, senza vederlo, che via fa o fece?

Era naturale di credere che passasse sotto alla terra vuota. Ma come fa a passar sotto?

Occorrerebbe, ci vorrebbe un sottopassaggio, o un tunnel,ma poi quando fu scoperta l'America capovolta con giorno loro e notte noi e viceversa sorse il problema del perché, se la terra è rotonda com'è rotonda l'arcata del sole, per qual motivo non sono gli Americani sotto capovolti? Eppure grattacieli, gente, treni, navi dovrebbero essere tutti sotto capovolti, ed invece sono tutti ritti in piedi come gli Europei, come è questa faccenda o storia?

 

schermata%202014-09-08%20alle%2014.05.28.jpg

"E giù tutti gli studiosi ad almanaccar progetti, senonché Copernico trasse a compimento un sistema dicendo sarà la terra che ruota sotto un sole fermo, progetto che viene ed è tuttora creduto da tutti giusto, anche da più creduti per uomini scienziati. Invece sono merli. La teoria di Copernico sembrerebbe giusta, ma è sostenuta da grandi fantasie incredibili irrealizzabili.


schermata%202014-09-08%20alle%2014.05.00.png

L'amlentico dubbio: ha ragione
Copernico o Paneroni?


1° Velocità pazze, 2° Distanze immisurabili, 3° Grandezze
e grossezze del Sole e astri spropositate, 4° Attrazioni, pressioni e atmo intorno a sfera, 5° Terra piccola e girevole con bugie una più ridicola dell'altra.

Attenti invece alla mia. In questa sì che vi troverete dentro la verità vi farà cristiani.

Rotondità? Se fosse rotonda di notte capovolti come pioverebbe in su? Gli Americani sotto di notte discenderebbero come in cantina, le tegole precipiterebbero, i soldi, la pipa, il cappello cadrebbero nel vuoto in giù, treni e bastimenti sarebbero rovesciati. E se fosse rotonda?

Noi siamo esterni, sulla crosta, si può ruotare intorno in una botte, circolate voi fuori della botte? Tutte questioni soppresse con il bugiardo concetto 'non ci accorgiamo'. Crepa!".

Un pazzo? Tutt'altro. Infatti molti in Italia, accademici e non lo seguirono... Nella prossima puntata pubblicherò anche il suo testamento in rima!


1) Continua


Link Correlati 

Unione Astrofili Italiani 

Osservatori Astronomici in Italia 

Unione Astrofili Bresciani  - Osservatorio
Astronomico "Serafino Zani"

La Terra non gira, o bestie! (2)

I Parchi delle Stelle 

Sky Mak Demo 8 

Nuovo Orione  

Articoli Correlati

Marzo 2014: Benvenuta Primavera!

Guarda che Luna...

21 Dicembre 2013, ore 17,02: Benvenuto Inverno!

L'Equinozio d'Autuno 2013

ll Cielo notturno del mese di Febbraio 2014

Vaghe stelle dell'Orsa...

C'è qualcosa di nuovo oggi nel cielo, anzi, d'antico...

E le stelle stanno a guardare...

E quindi uscimmo a riveder le stelle

San Lorenzo, io lo so perché...

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook! 

 




 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi