Messaggio

Vivi Chianciano! Fegato sano...




Vivi Chianciano!
Fegato sano...

 

schermata%2009-2456557%20alle%2009.52.51.png

 

di
Gigliola Fiorin


Sentii parlare di Chianciano
Terme quando adolescente, negli anni '60 la bella, avvenente ed intraprendente signora, vicina di casa amica di famiglia, ci informò che sarebbe andata nella località toscana per 2 settimane. Partiva da sola, in auto, da Correzzola (Pd)  piccolo paese veneto e per tutto il periodo della vacanza non si sarebbe più occupata del suo negozio. Così fu per anni. Andava a passare le acque.


percorso%20da%20correzzola%20a%20chianciano%20-%20cerca%20con%20google%20-%20mozilla%20firefox_2013-09-19_05-07-48.png

La distanza chilometrica tra
Correzzola e Chianciano Terme



Nel mio immaginario Chianciano Terme rappresentava un luogo poco ameno, deputato ad accogliere persone più o meno affette da patologie ed acciacchi di vario genere che potevano trovare sollievo attraverso una terapia idropinica, più o meno prolungata. Un posto non certo per giovani, pensavo. Il famoso motto pubblicitario "Chianciano fegato sano" non lasciava dubbi in proposito.



 

schermata%2009-2456557%20alle%2009.58.43.png

   Mappa e piantina
di Chianciano Terme


Però la signora Clara, così si chiama la temeraria compaesana, ritornava al paese natio sempre piena di vitalità, energia, entusiasmo ed in forma smagliante che mal si coniugavano con i postumi di un soggiorno curativo. Il suo sorriso accattivante era contagioso. Mi è rimasta una certa curiosità di saperne di più sulla località senese che aveva tali proprietà taumaturgiche. 

 chianciano2.jpg

 

 

L'occasione di visitare Chianciano Terme è arrivata in tarda estate. Settembre è il mese ideale per viaggiare, anche per soli pochi giorni. L'impressione all'arrivo non è stata delle migliori. Colpa forse dei primi incontri con turisti-ospiti  che viaggiavano su un'età media abbondantemente sopra i primi "anta", mi sembra di essere finita in una città adatta solo a soggiorni climatici per anziani, malandati e  bisognosi di cure.  La prima impressione  talvolta inganna. Stiamo a vedere...


47482057tetti%20di%20chianciano.jpg

 Uno scorcio panoramico sui dintorni
dai tetti di Chianciano


Una camminata per "degustare" l'aria, alla scoperta del tono di Chianciano Terme è ciò che mi propongo. Negli ampi viali  e per le vie della zona Terme, il traffico sembra bandito. Non c'è fretta né confusione e indugio volentieri davanti agli eleganti negozi, osservando alberghi, bar e gallerie d'arte che denunciano l'indole ospitale della città etrusco-romana, situata nel cuore delle Terre di Siena, estesa tra la Val di Chiana e la Val d'Orcia, il parco naturale artistico e culturale, sito Unesco Patrimonio dell'Umanità dal 2004.

 piazza%20italia.png
Chianciano Terme: Piazza Italia
 

Su Piazza Italia, centro della Chianciano moderna, si affacciano alberghi, il Centro Congressi Excelsior e il Grand'Hotel, albergo storico il quale vide Federico Fellini come ospite e regista sul set del film "Otto e Mezzo", che gli valse il  terzo premio Oscar quale miglior film straniero nel 1964.

 

images%20claudia%20cardinale.jpg
Claudia Cardinale splendida mescitrice di acque
nel film “
Otto e Mezzo” di Federico Fellini


Numerose le altre personalità che a Chianciano Terme furono ospitati e soggiornarono. Da Porsenna, leggendario Lucumone degli Etruschi che assediò la Roma di Tarquinio il Superbo nel VI secolo a.C. che qui si curava come secoli dopo fece il latino Orazio, a Carlo Magno il quale attinse l'acqua delle terme, a Trilussa e Pirandello  che nella città trasse ispirazione e ambientò 
le novelle "Pallino e Mimì" e "Acqua Amara", per citare solo alcuni del nutrito elenco. ChiancianoTerme ha anche il suo poeta: Vincenzo Tafuri. Bene ha fatto il Comune di Chianciano Terme a pubblicarne le poesie sul suo sito.

 

pira%20terme0001.jpg

 Luigi Pirandello e la
 sua Chianciano


Le proprietà benefiche delle acque minerali di Chianciano  erano già apprezzate millenni fa, risolsero patologie e ridussero gli stati invalidanti di quanti vi si si recarono per trovare benessere e sollievo dalle sue peculiarità miracolose, miracoli effettivamente operati per opera di Santa Agnese Segni da Montepulciano che nel 1317 si recò al Bagno Grande di Sillene divenuto successivamente Sorgente dell'Acqua Santa. Ben 5 sono le sorgenti con proprietà curative acclarate.

 salone-ottagonale.jpg
La sala ottagonale, ingresso  del Parco dell'Acqua Santa,
opera di
Pier Luigi Nervi

Un vecchio granaio dell'inizio '800 ospita, dal 1997 il Museo Civico Archeologico Delle Acque. Dove poteva sorgere se non a ChiancianoTerme, città delle acque? Una notte al Museo, nei mercoledì di settembre è l'iniziativa promossa dallo staff museale in collaborazione con i volontari dell'Associazione Geoarcheologica.

Non è mercoledì né notte, ma quando mi ricapiterà  l'occasione di visitare la più grande collezione di canopi etruschi al mondo?  Quattro le sezioni,  dove i numerosi reperti sono accuratamente esposti, non nelle solite anonime teche, bensì in singolari ambientazioni che mi consentono quasi di interagire con il misterioso mondo etrusco, di cui sono muti, ma non silenziosi, testimoni. 

 

 schermata%2009-2456557%20alle%2006.37.12.png

L'Home page del Museo Civico Archeologico
delle Acque di Chianciano Terme

 

Non di solo arte e cultura si vive. Anche di cibo, possibilmente buono. Io non faccio eccezione e mi appresto a degustare le specialità del territorio. Non dimentico certo che sono in Toscana, madre della ribollita, della fiorentina, della panzanella, di olio, vino e pane che non temono certo confronti e di altre innumerevoli delizie culinarie impossibili da ricordare. 

Nel centro storico di Chianciano, un ristorante a kilometro zero che nella home page del sito recita "Sarebbe un delitto non avervi a cena" stimola le mie papille gustative. I titolari ci accolgono così.


72812_565775093481026_399737240_n.jpg

Dalla pagina Facebook del
ristorante L'Assassino

A Chianciano Alta, nucleo antico della città è in corso una festa a tema anni '70, hippye - figli dei fiori. Se l'avessi saputo prima... Il locale non è vistoso, è sobrio ed elegante, l'accoglienza l'avete vista, la cortesia e la gentilezza si possono intuire ma il sapore dei loro piatti è tutto da scoprire in loco. Mi dispiace solo non avere uno stomaco a fisarmonica: non ci sta tutto ciò che gli occhi mangiano. Il piatto che più ho gradito? 

 

lassassino%20%20ristorante%20a%20chianciano%20terme%20%20siena%20-%20toscana%20-%20mozilla%20firefox_2013-09-18_10-44-40.png
L'Home page del sito 
Ristorante L'Assassino 

 

Non avevo idea di cosa fossero i Pici. Sono una specie di spaghetti caserecci tirati a mano con farina, acqua, sale e pochissimo uovo, la cui origine pare risalga agli Etruschi. Si  gustano (è il mio caso)  con le "briciole", oppure con il ragù bianco di carne d'anatra  o "all'aglione". Peccato non poterli provare tutti. Squisiti. 

 

lassassino%20la%20buona%20tavola%20-%20mozilla%20firefox_2013-09-17_07-44-28.png

La preparazione dei Pici

Ottima la "Panzanella" e le verdure in pastella croccante. Lascio a voi scoprire gli altri piatti decisamente meritevoli di attenzione, andando sul sito del ristorante o meglio ancora passandoci di persona. Non sarete delusi, ne sono certa. Dimenticavo: vino rosso e Acqua Sant'Elena, un'altra ricchezza di Chianciano acquistabile anche online.


terme%20sorgente%20sant%20%20elena%20-%20chianciano%20terme%20-%20mozilla%20firefox_2013-09-18_11-24-01.png

 

"!È una festa la vita, viviamola insieme!"  è la battuta di Guido Anselmi (interpretato da Marcello Mastroianni) protagonista del film Otto e Mezzo divenuta il claim del portale del Turismo di Chianciano Vivichianciano. La Festa stasera è qui, in pieno centro storico. C'è gente che balla, canta e suona, sulle note delle canzoni anni '70, bambini, giovani e non più tali, accomunati da una gioia di vivere che fatica a restare sommessa.

Mi  sembra di essere ritornata giovane... Piacevole l'atmosfera in questa serata in cui la torre dell'orologio sorveglia tacita i viandanti e le mura antiche attenuano i rumori. Pur nella normale confusione che simili feste popolari  comportano riesco a godermi la Chianciano Terme vecchia, i suoi vicoli, le sue vedute suggestive.

 

 

schermata%2009-2456557%20alle%2006.50.41.png

Uno scorcio di Chianciano Vecchia

Peccato che alcuni vicoli paiano abbandonati, disabitati. Mi piace pensare che l'amministrazione copierà  e metterà in atto il recupero di questa zona come ha fatto Bolsena, che ha un centro storico vivo ed attivo pur se non transitabile in auto.

Le terme? Naturalmente le nuove Piscine Theia, il bagno degli etruschi, aperto da agosto. Assolutamente da provare. Se c'è il sole stai fuori, come fossi al mare, se piove stai dentro. L'esperienza è gratificante.

 

p9070510.jpg

L'entrata alle piscine termali Theia

 

Accoglienza, servizio ed igiene sono ineccepibili. Il braccialetto elettronico ti consente addirittura di consumare al bar e di saldare il conto all'uscita. Il comfort? Totale. Penso alla signora Clara, che recentemente ho visto e continua ad essere una splendida signora, in forma a dispetto dei suoi  85 anni. Non ha visto il bagno degli Etruschi, ma il suo star bene  è la migliore pubblicità per le Terme di Chianciano. 
Passando le acque...

(°) La foto di copertina è tratta dal sito Paesi Online

INFO

Vivi Chianciano Terme

Tutti gli eventi del territorio
www.terresiena.it

 

 Link Correlati

La nostra pagina sulla Regione Toscana

Le 10 cose da vedere a Siena

Cosa vedere nella Provincia di Siena

Il Meteo a Chianciano Terme

Come arrivarci

Articoli correlati

Alle Terme Senesi io vado in Camper...

La Mano Madre: un Centro di Benessere...

Il Sistema Termale Senese 

Merano: riaprono le Terme

Aqualux Hotel Spa Suite & Terme

Sant Vincent: Pacchetti vacanze, Sci e Benessere

Slovenia terra della salute  

Lazio: 2000 anni di termalismo

 
T
erre di Siena è su Facebook

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi