Messaggio

Nuova scoperta archeologica a Gerusalemme




Portato alla luce dalla Israel
Antiquities Authority


Scoperto a Gerusalemme
Bagno Rituale
del periodo del II Tempio 

 second_temple_view.jpg

Un modello del Secondo
Tempio di Gerusalemme

In uno scavo archeologico che l'Israel Antiquities Authority (IAA), ha condotto a Gerusalemme, prima della costruzione di alcune strade nella zona, è stato scoperto un raro bagno rituale (Miqve), risalente al tardo periodo del Secondo Tempio.

Il bagno rituale, che si trova in una pittoresca valle dove ci sono antichi insediamenti agricoli, è stato scoperto a poca distanza dalle case del quartiere Kiryat Menachem.

 

schermata%2004-2456401%20alle%2009.51.01.png

La mappa del Quartiere
Kiryat Menachem


Secondo  direttore dello scavo per conto della Israel Antiquities Authority, "Numerosi bagni rituali sono stati riportati alla luce a Gerusalemme negli ultimi anni, ma il sistema di approvvigionamento idrico che abbiamo scoperto in questo scavo è unico e insolito. Il bagno rituale consiste di una camera sotterranea raggiungibile attraverso una serie di passaggi. IlMiqve riceveva l'acqua piovana da tre vasche di raccolta (Otzar) che erano scavate sul tetto del bagno e l'acqua pura era convogliata all'interno della camera attraverso i canali.

 

israel-bath-excavation.jpg

Il luogo del ritrovamento
(Skyview, per gentile concessione
della Israel Antiquities Authority)

"I bagni rituali conosciuti fino ad ora  - continua l’Archeologo Benyamin Storchandi solito consistevano in una cavità chiusa che veniva rifornita con l'acqua piovana convogliata da una piccola piscina scavata nella roccia che si trovava nelle vicinanze. Il complesso, che è stato scoperto di recente, è invece un sistema ben più sofisticato e intricato. Il bagno era apparentemente collegato ad un insediamento che si trovava lì nel periodo del Secondo Tempio.

 

israel-bath.jpg

L'Archeologo Benyamin Storchan in fondo
ai passaggi della camera di immersione
(Per gentile concessione
dell'Archeologo Benyamin Storchan)


Presumibilmente, a causa del regime delle piogge e le condizioni aride della regione, gli abitanti cercarono tecniche speciali che consentivano di raccogliere ogni goccia d'acqua. È interessante notare che il bagno è conforme alle leggi della kashrut: l'acqua viene raccolta naturalmente senza contatto umano, assicurandosi che non filtri nella terra grazie al fatto che il bagno è stato trattato con una speciale malta"
.

 

schermata%2004-2456401%20alle%2009.37.02.png

 

Successivamente il bagno rituale non fu più utilizzato, il luogo servì da cava e i canali furono riempiti di terra. Nel corso del XX secolo la camera di immersione fu pulita, fu fatta un’apertura rotonda nel suo soffitto e usata alla fine come semplice cisterna.

INFO

L’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo sarà a Vostra disposizione tutti i giorni dal lunedì al giovedì dalle ore 09.00 alle 17.00ed il Venerdì dalle 09.00 alle 14.00 al numero: 02-804905.

www.goisrael.it


Link correlati 

Dove siamo nel Mondo 

Documenti prego 

Io prima di partire mi assicuro... 

Per non smarrirsi nel Mondo

La nostra pagina su Israele

La nostra pagina su Gerusalemme e Tel Aviv

Il Meteo a Gerusalemme

Articoli correlati

Ebrei e Cristiani in viaggio

Jerusalem: il fascino della Storia

Tutti in Israele per le maratone 2013

Israele è su Facebook!

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi