Messaggio

A caccia dell'Aurora Boreale




 A CACCIA DELL’AURORA BOREALE    

 aurora.png

 

Svezia, Gennaio 2017 - Osservare dal vivo il fenomeno dell’aurora boreale è un sogno per milioni di persone. Uno dei luoghi migliori al mondo in assoluto per farlo è Abisko nell’omonimo parco nazionale, vicino al confine norvegese, dove la possibilità di vedere un’aurora boreale è pari ad almeno 200 giorni l’anno.

Le condizioni climatiche sono qui ideali essendo Abisko il luogo con l’aria più secca del Paese e praticamente privo di inquinamento atmosferico e luminoso.

 

ar.png

La cima del Monte Nuolja

Con una seggiovia aperta si raggiunge l’osservatorio Aurora Sky Station che si trova a 900 metri di altezza in cima al monte Nuolja. Aspettando che l’aurora faccia la sua comparsa, dentro l’osservatorio ci si può intrattenere con una bevanda calda ascoltando spiegazioni  e racconti sul fenomeno da un esperto del luogo.

google.png

Clicca qui!


Oppure, per fare serata completa, si può salire in anticipo e cenare a base di piatti locali. LAurora Sky station è aperto fino alla fine di marzo.

Il Mountain station Abisko Turiststation (camere d’albergo, ostello e chalet) organizza molteplici attività outdoor e corsi per fotografare l’aurora boreale. Chi non volesse salire all’Aurora Sky station può partecipare a un tour a piedi attraverso il parco nazionale in cerca dell’aurora.

st.png

 Anche ICEHOTEL organizza delle escursioni a caccia
dell’aurora boreale in motoslitta o a piedi.  

Per arrivare ad Abisko si vola a Kiruna via Stoccolma - con la SAS o la compagnia low cost Norwegian - e da lì si continua in treno oppure noleggiando un’auto per 100 km direzione ovest.

nor.png

Un aeromobile della compagnia
aerea low cost della Norvegian

Programmi con tour operator: 
Il Diamante,
 4WindsGiver, What about?

 ICEHOTEL 365: UN’ESPERIENZA GLACIALE,
SOSTENIBILE, TUTTO L’ANNO

 gh.png

Jukkasjärvi,la cittadina
dove si trova l'Icehotel

L’Icehotel 365 è ora operativo e offre un’esperienza glaciale tutto l’anno, dispone di venti suite, un ice bar e una ice gallery, realizzati interamente con neve e ghiaccio da oltre quaranta artisti, designer e architetti provenienti da nove paesi diversi.

L’ICEHOTEL 365 costituirà per i turisti la tanto attesa alternativa al classico ICEHOTEL invernale che si scioglie ogni anno in aprile. Sarà perciò possibile unire l’esperienza nel ghiaccio ad una gita in barca sul fiume, illuminati dal sole di mezzanotte.

 

uuu.png

Una bella immagine d'insieme
di un angolo dell'IceHotel


Per anni, la società ideatrice ha accarezzato l’idea di creare un’esperienza permanente, nel ghiaccio, ma finora non aveva individuato alcuna soluzione tecnica sostenibile ed eco-friendly. Muri, pavimenti e soffitti sono coperti di ghiaccio e neve e, nel nuovo edificio, la temperatura viene mantenuta tutto l’anno a -5°C.

en.png

L'entrata di una delle Deluxe Suite

Questo è possibile grazie a pannelli solari che, anche nei mesi estivi, forniscono l’energia necessaria per alimentare l’impianto di refrigerazione. Trovandosi a duecento chilometri a nord del circolo polare artico, infatti,in estate a Jukkasjärvi il sole splende per cento giorni consecutivi. L’edificio occupa 2.100 metri quadrati; circa trentamila litri di acqua del fiume Torne sono stati trasformati in neve e diverse tonnellate di ghiaccio sono state prelevate dallo stesso fiume per ricavare entrambe le parti dell’Icehotel.

L’hotel propone due tipologie di suite: le Deluxe Suite e le Art Suite. Ognuna è caratterizzata da un proprio design artistico distintivo, ma le suite Deluxe sono dotate anche di un’area relax riscaldata privata, adiacente alla “cold room”, con sauna, doccia o vasca, e tutti i comfort necessari. 

 

art.png

L'Arte Suite
Photo Asaf Gliger

Il 27 dicembre verranno completati i lavori dell’ICEHOTEL sulla riva del fiume. Gli ospiti avranno a disposizione e potranno godersi un totale di cinquantacinque stanze, una cappella di ghiaccio, l’ice gallery e l’ice bar.

L’ICEHOTEL si trova nel villaggio di Jukkasjärvi, vicino a Kiruna, duecento chilometri a nord del circolo polare artico, ed è il primo e il più grande hotel di ghiaccio al mondo.

 

ma.png


Jukkasjärvi e dintorni è oltre
il Circolo Polare Artico


Programmi con tour operator:
il Diamante, 4 WindsLe Vie del Nord, GiverKel 12, What about?

 

2-4 febbraio 2017:
MERCATO D’INVERNO DEI SAMI A JOKKMOKK  

sami.png

Clicca qui!

Una visita al mercato d’inverno è compresa
nei programmi dei tour operator Il Diamante e Altreculture 

TREEHOTEL INAUGURA LA PIÙ
GRANDE CASA SULL’ALBERO AL MONDO

treehotel2.jpg

Una delle spettacolari
case sospese al Treehotel

La nuova 7th Room al Treehotel, che sarà inaugurata il 20 gennaio, è la più elevata e la più ampia stanza sull’albero con in più una rete sul soffitto, unica nel suo genere, attraverso la quale osservare le stelle. Progettata dallo studio norvegese Snøhetta e illuminata dallo studio Ateljé Lyktan, la settima stanza sarà più grande, più elevata e persino più spettacolare delle altre sei già esistenti nell’hotel.

 

pla.png

La planimetria della spettaacolare
7th Room al Treehotel


Gli ospiti avranno a loro disposizione uno spazio di oltre cento metri quadrati e una terrazza a sei facciate realizzata con rete in doppia corda che dal basso la renderanno invisibile. La struttura accoglie fino a sei persone in due stanze separate.

Il soggiorno al Treehotel è un’esperienza davvero unica: stanze sull’albero dal design contemporaneo, progettate da alcuni dei migliori architetti della Scandinavia, nel cuore della natura incontaminata.

 

so.png

La casa sospesa che
porta il nome di The Ufo

Ogni stanza è sospesa a 4-6 metri da terra e tutte offrono un panorama spettacolare del fiume Lule. Una parte molto importante del loro concept è avere a cuore i valori ecologici e limitare al minimo l’impatto ambientale.

Il Treehotel si trova a Harads, un’ora (di auto) a ovest di Luleå, sul Mar Baltico. Info e prenotazioni: www.treehotel.se    

CONOSCERE I SAMI E IL LORO STILE DI VITA
AL NUOVISSIMO SÁPMI NATURE CAMP

 1-n.png

 

Aperto il primo dicembre, il Sápmi Nature Camp offre un’esperienza sami ai confini di Laponia, l’area dichiarata patrimonio dell’umanità che si trova nel territorio di allevamento delle renne della comunità Sami Unna Tjerusj, fuori dal comune di Gällivare nella Lapponia svedese settentrionale.

Gestito dal pluripremiato imprenditore Sami Lennart Pittja e dal suo team, questo campeggio è composto da cinque lavvu (termine Sami che indica le tende in stile tipi) che dispongono di due letti ciascuna e permette ai visitatori di vivere una fantastica esperienza di glamping (campeggio di lusso).

 

2-n.png

 

Le pietanze servite consistono per lo più in carne di renna, pesce, erbe e bacche locali. Gli ospiti possono esplorare le zone circostanti con sci o racchette da neve ai piedi, partecipare a un foto safari o rilassarsi in una sauna riscaldata a legna sulla riva di un lago. L’inquinamento luminoso più vicino dista molti chilometri e questo è quindi un luogo ideale per ammirare l’aurora boreale.

n-3.png

Luogo ideale per ammirare
l'aurora boreale

 L’obiettivo è permettere agli ospiti di sperimentare personalmente la cultura Sami, esplorando intanto l’ambiente naturale in cui vive questo popolo. Una guida sarà sempre presente, disponibile e desiderosa di condividere le conoscenze, l’esperienza, la storia e le tradizioni dei Sami.

Voli via Stoccolma fino a Kiruna e successivo trasferimento in auto fino a Gällivare (1 ora e 30). www.sapminature.com/en/

ECO AVVENTURE
CON I SAMI

7-sami.png

 

I Sami vivono da sempre a stretto contatto con la natura e hanno grande rispetto per tutti gli esseri viventi. Partecipare a un tour su slitte trainate da renne è un ottimo modo per provare questa esperienza come i Sami lo facevano in passato.

aaa.png

L'intramontabile fascino
della slitta al traino

Nutti Sámi Siida, un’azienda sami molto rinomata e certificata da Nature’s Best, il marchio per l’ecoturismo in Svezia, propone esperienze naturali e culturali legate alla cultura sami, come escursioni su slitte trainate da renne e narrazione di racconti attorno a un falò in un lavvu. 

 ooo.png

Una spettacolare visione notturna
del campo Reindeer Lodge


Il campo Reindeer Lodge, con deliziose casette in legno e renne direttamente sul posto, si trova in mezzo ai boschi nei pressi del fiume Torne e vicino all’ICEHOTEL. Nutti Sámi Siida ha inoltre ricostruito un campo sami nel centro di Jukkasjärvi con renne al pascolo, informazioni culturali sui Sami, pranzo slow food lappone, arte e artigianato e visite guidate per i turisti.

Jukkasjärvi si trova a 20 minuti da Kiruna.

ESCURSIONI IN MOTOSLITTA
PER AVVISTARE I MAESTOSI ALCI 
 

schermata%202017-01-02%20alle%2016.21.31.png

 

Al piccolo villaggio di Svansele vicino a Skellefteå sul mar Baltico c’è la possibilità di prendere parte ad un safari in motoslitta e poter vedere gli alci da vicino nel loro habitat naturale. Ci sono talmente tanti alci nella zona che fermandosi per 24 ore gli ospiti hanno quasi la “garanzia di riuscire a vedere gli alci” – qualora si fosse così sfortunati da non riuscire a vederli  il costo del safari viene rimborsato.

 13.png

A bordo delle motoslitte
tutto è più facile...


A bordo delle motoslitte le guide vanno alla ricerca dei maestosi alci, leggendone i segni impressi nella natura: ad esempio il modo in cui un’abbondante nevicata modifica la ricerca del cibo da parte dell’animale oppure l’individuazione del luogo dove l’alce si è fermato a riposare la sera precedente.

L’inseguimento delle tracce prosegue inoltrandosi nel profondo della foresta e non termina prima di aver potuto scorgere a occhio nudo gli alci.

 345.png

 La visione delle mitiche
Alci è assicurata!

 
Allo Svansele Wilderness center, campo base per le escursioni, si può visitare una interessante mostra sulla fauna locale e provare alcuni piatti tipici della regione cucinati sulla brace.

qvd.png

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alla sera, al campo base,
si cena con specialità locali

Skellefteå è una destinazione lontana dal turismo di massa. Si arriva con la SAS via Stoccolma.

Pacchetti a Skellefteå e dintorni con: Il DiamanteBluberry TravelLe vie del NordAcross the world, Atacama e What about?

 PERNOTTAMENTO IN UN IGLOO
COSTRUITO CON LE PROPRIE MANI

iglo.png

 L'igloo lo si costruisce
con le proprie mani!

 In un’incantevole area isolata appena fuori Kiruna, i turisti hanno la possibilità di imparare a costruire un igloo per poi trascorrerci la notte. Dormire in un igloo è un’esperienza sorprendentemente comoda: la neve protegge dal freddo esterno, dal vento e dal rumore.

Si dorme su un materasso all’interno di sacchi a pelo di ottima qualità. Per costruire un igloo sono necessarie diverse ore e, nel frattempo, c’è anche la possibilità di cimentarsi nella la pesca nel ghiaccio o di passeggiare con racchette da neve.


rt.png


La serata si trascorre attorno a un falò prima di provare i giacigli di neve costruiti personalmente.
Info e prenotazioniKiruna Husky

È possibile vivere l’esperienza di dormire in un igloo costruito personalmente anche a Jokkmokk, un importante centro della cultura sami poco a nord del circolo polare artico, grazie a Natulife, una società di ecoturismo certificata.

ALLA SCOPERTA DELLA STORIA
CULTURALE DEI VILLAGGI PARROCCHIALI 

chiesa.png

Gammelstads Kyrkstad i Luleå - in Svedese - : Le 424 case di legno, rannicchiate intorno alla chiesa primitiva in pietra del 15 ° secolo, sono stati utilizzati solo la domenica e nelle feste religiose per ospitare i fedeli dalla campagna circostante, che non potevano tornare a casa lo stesso giorno a causa della distanza e condizioni di viaggio molto difficili.

Nella Lapponia svedese sono presenti diversi villaggi parrocchiali: piccoli agglomerati di casette in legno raggruppate attorno alla chiesa principale, che permettevano ai sami, gli agricoltori e ai contadini di avere un luogo in cui rimanere durante i fine settimana, quando era obbligatorio andare in chiesa.

a23.png

 La chiesa illuminata, le lampade,
gli amici, la neve...

Delle settantuno costruite in Svezia, oggi ne rimangono soltanto sedici. Con quattrocentocinque cottage, diversi altri edifici e una chiesa risalente agli inizi del XV secolo, Gammelstad, vicino a Luleå sulla costa baltica, è la più famosa e la più grande di queste, e figura tra i luoghi dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Visite guidate durante tutto l’anno.

a3c.png
La gioia dell'incontro con gli amici

al termine della cerimonia religiosa
 

Altri due esempi rinomati di questi caratteristici villaggi si trovano a Skellefteå, a sud di Luleå: Bonnstan, che vanta centosedici case ancora autentiche e Lövångekyrkstad, dove ancora oggi si ha la possibilità di pernottare nei cottage. Durante l’estate i turisti possono prendere parte ai festival e ai mercatini locali e a celebrazioni tradizionali in diversi villaggi parrocchiali.

Pacchetti con tour operator che visitano i villaggi parrocchiali: Kel 12, Il Diamante

INFO: www.swedishlapland.com

FOTO: http://imagebank.sweden.se/

Ulteriori informazioni:

Karin Melin

PR manager VisitSweden Italia
Tel. 39-039 9903375, 39-335-315054
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Blog con pressroom: http://sveziamoci.
Twitter www.twitter.com/
Facebook www.facebook.com/
Instagram www.instagram.com/
Sito www.visitsweden.com

 Link correlati          

Link correlati

Tallinn: una gemma nel Baltico

Jokkmokk e la Fiera dei Sami - Anno 402

Transiberinan Whinter road: sfida (quasi) impossibile 1.

Nelle città del Baltico

Notti bianche? Sul Baltico

San Pietroburgo, scrigno della Storia

Viaggio a Kazan, nel Tatarstan


E veleggiar mi è dolce in questo mare

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

Anche Il Diamante T.O. è su Facebook...

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi