Messaggio

Riflessioni alcooliche post Capodanno 2014




b_500_0_16777215_00___images_0.AAA.DANESI_schermata_2015-01-03_alle_15.20.46.png


Riflesioni alcooliche
post Capodanno 2014


b_300_0_16777215_00___images_0.AAA.DANESI_schermata_2015-01-03_alle_15.23.45.png

 

di
Morello Pecchioli
(*)

 

Postcapodanno 2014 - WineNews.it, giornale on line di ordinarie e straordinarie notizie dal mondo enologico, giornale molto informato e fatto da giornalisti professionisti, ha chiesto a due sommelier campioni del mondo, Luca Gardini, vincitore della competizione mondiale a Santo Domingo nel 2010, e Luca Martini, campione in carica, di suggerire i vini per il cenone di San Silvestro.

 

schermata%202015-01-03%20alle%2014.59.00.png

Luca Gardini, campione del Mondo
a Santo Domingo nel 2010

Luca Gardini, romagnolo trentatreenne, ha dettato la seguente lista: Prosecco Cartizze Docg di Bisol (sui 20 euro), il Verdicchio di Matelica Vertis di Borgo Paglianetto (10 euro), il White Label de I Balzini (25 euro), il Barolo Monprivato di Mascarello (2009 sugli 80 euro) e il Ben Ryè di Donnafugata (40 euro).

 

b_500_0_16777215_00___images_0.AAA.DANESI_schermata_2015-01-03_alle_15.02.36.png

Luca Martini campione
del Mondo in carica

 

Luca Martini, trentaquattrenne aretino, ha suggerito lo Champagne Grand Cru D’Ay 2004 di Gaston Chiquet 2004 (140 euro la magnum), il San Lorenzo 2001 di Fattoria San Lorenzo (50 euro), il Bourgogne Hautes Cotes de Nuits Rouge 2011 di Nicolas Rouget (24 euro), il Brunello di Montalcino Case Basse Riserva 1983 di Soldera (700 euro) e, dalla Mosella, il Riesling 2005 di Egon Muller (6.000 euro).

 

schermata%202015-01-03%20alle%2015.33.21.png

 L'etichetta di un Brunello di
Montalcino Case Basse Riserva

 

Secondo Gardini, insomma, bastano "soli" 175 euro per accogliere bene il 2015. Per il toscano ne occorrono 6.914. Alla faccia del settimo, e si spera ultimo, anno di crisi. E alla facciacciaccia di cassintegrati, licenziati, esodati, disoccupati, giovani senza speranza di lavoro e compagnia bella.

Ma bisogna essere sommelier campioni del mondo per suggerire una lista vini stratosferica e per di più esterofila? Qualunque sommelier e moltissimi amanti del vino ne sarebbero capaci. Forse persino noi, modesti cavatori di tappi. Molto più razionale e patriottica la scelta dell'estroverso romagnolo.

 

schermata%202015-01-03%20alle%2016.14.11.png

 

Una etichetta del Custoza
Mael di Corte Gardoni

 

Per quanto mi riguarda la notte di Capodanno stappato un Custoza Mael dell'azienda Corte Gardoni di Valeggio sul Mincio, un Lambrusco di Monte delle Vigne di Ozzano Taro (Parma) e un Recioto di Soave dell'azienda Vicentini Agostino di Colognola ai Colli (Verona). In tutto 35 euro.

schermata%202015-01-03%20alle%2016.49.15.png

L'immagine di una bottiglia di Recioto di
Soave dell'azienda Vicentini Agostino

 

Non lo facciamo per la crisi, né per risparmiare, né per adeguarci a disoccupati, giovani senza lavoro e cassintegrati. Anche se queste categorie riscuotono tutta la nostra solidarietà e amicizia, saremmo ipocriti a dire il contrario. Lo facciamo perché questi vini ci piacciono. Buon anno 2015.


La nostra pagine: Gusto e Sapori

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook

Anche il Gazzettino del Pellegrino è su Facebook!

(*) Morello Pecchioli è direttore
del giornale online
Curioso  Gustoso

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi