Messaggio

Il menu del Pellegrino: pane nero e acqua fresca




 Il menu del Pellegrino:
pane nero e acqua fresca
b_400_0_16777215_00___images_Danesi_Pellegrino_16661666turismotorino.jpg

                                                               di
                                                     Giacomo Danesi

Piemonte - Parliamoci chiaro: il menù del Pellegrino che passa il convento, pardon, le trattorie e hostarie coinvolte nel progetto, non è proprio da Gourmet. Il fatto poi che sia accompagnato da pane nero
“il pane della penitenza”, e il tutto generosamente inaffiato da acqua fresca la dice lunga sull’argomento. Però l’idea di promuovere e valorizzare, anche gastronomicamente, la Via Francigena da parte del Turismo Torino e Provincia, su incarico della Regione Piemonte, non è per niente pellegrina.  

Per i pochi miei lettori che non conoscessero la Via Francigena, vorrei spendere due parole. In origine la Via Francigena partiva da Canterbury, in Inghilterra e proseguiva fino a Roma. Aveva e ha due diramazioni, verso Santiago de Compostela e da Roma proseguiva fino a Gerusalemme.
 

francigena1.jpg

La mappa della Via Francigena
 

Da Canterbury perché da lì partì per Roma, intorno all’anno 990, l’Arcivescovo di Canterbury Sigerico per incontrare in Vaticano Papa Giovanni XV e ricevere dalle sue mani il Pallio. Il ritrovamento, dopo la sua morte, del diario del viaggio di ritorno, con le 80 tappe effettuate, fece sì che i pellegrini che andavano a Roma a visitare la tomba degli apostoli e i luoghi dei sacrifici dei martiri cristiani denominassero questo viaggio con il nome di l'Itinerario di Sigerico e, nei secoli successivi, Via Francigena.

 

b_500_0_16777215_00___images_Danesi_Pellegrino_64536536.dzo0ro9a.canterburrypsfinal_1.jpg

La Cattedrale di Canterbury, nel Regno Unito

 

Che fosse pericoloso il percorso lo si intuisce anche dal fatto che era consuetudine da parte del pellegrino fare testamento prima della partenza. La benedizione del vescovo e la consegna, con un elaborato rito, degli indumenti e vestimenti, la dicono lunga sulla sua pericolosità.

Mantello, cappello a tese larghe, una bisaccia legata intorno alla vita era il suo corredo da viaggio. Naturalmente il percorso era compiuto a piedi. Alcuni si portavano un mulo, detto bordone. In seguito questo nome fu mutuato per indicare il bastone con punta di ferro che serviva come arma di difesa. 
 
 

pellegrini11.gif


Ma veniamo all’iniziativa piemontese. Occorre dire che questa manifestazione si svolge nel quadro delle iniziative in occasione della 4° Giornata nazionale dei Cammini Francigeni. Un ulteriore motivo è l’importante riconoscimento avuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali del tratto Valsusino della Via Francigena, antico collegamento tra Roma e Santiago di Compostela.

Le proposte di "Cammina con noi lungo la via Francigena in Piemonte" è scaricabile in PDF qui.

 

segnale%20via%20francigena.jpg

 

Tornando al cibo, ecco quindi che lungo la Via Francigena, 12 trattorie e hostarie s'impegnano a proporre il “Menu del Pellegrino” per trasformare una “semplice” sosta gastronomica di assaggio dei prodotti del territorio, in un tuffo nel Medioevo, proponendo piatti della tradizione.
 

zuppa%20minuta.jpg

 

La riscoperta delle ricette che compongono il menu, e la formazione dei locali che devono garantire l’atmosfera evocando lo spirito del pellegrinaggio mediante dettagli studiati ad hoc, sia all’esterno del locale sia internamente, oltre che attraverso l’apparecchiatura della tavola, ha avuto la preziosa collaborazione e consulenza di Barbara Ronchi della Rocca, giornalista ed esperta delle tradizioni enogastronomiche.  

“La cucina del Medio Evo - ha affermato la giornalista - si rivela sorprendentemente moderna e attuale, perché fondata su cardini che potrebbero essere dettati dai nostri medici nutrizionisti: è legata alla stagionalità e al territorio, rifiuta salse e grassi pesanti e, anche se non può contare sugli apporti della flora e della fauna del Nuovo Mondo, vanta un patrimonio ricchissimo di ricette “povere” che la rendono molto varia e gradevole."

 b_350_0_16777215_00___images_Danesi_Pellegrino_spr_5_0293.jpg

 

Come sarà composto il menu del “Piatto del pellegrino”? Sarà composto da due antipasti ed un assaggio di un primo, pane “della penitenza” e acqua, con prezzi a partire da 10€.

Qualche esempio? “Bignette” verdi, frittatine di cipolle e risotto del Viandante oppure tagliere di salumi, tomini freschi con miele e noci e zuppa "d'amon" con fave o castagne da alternare alla zuppa "l'adrej" di cereali ed erbette di stagione o a quella "mitunà" con brodo, pane duro e toma. Per tale evento, alcuni operatori come Anfiteatro Viaggi, Bike@round e Over Imagination Travel, propongono dei pacchetti di soggiorno, a testimonianza del fatto che sempre più la Via Francigena è un vero e proprio prodotto turistico.

 

 

 

TRATTORIE E RISTORANTI
SULLA VIA FRANCIGENA DEL PIEMONTE

 

Via Francigena Morenico-Canavesana

 

Bollengo

Agriturismo Il Mulino delle Rose

Strada Albareto, 7 - Tel. 0125.57495

i Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.ilmulinodellerose.com

Chiaverano

Ristorante Il Vecchio Cipresso

Via Lago Sirio, 19 - Tel. 0125.45555

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.vecchiocipresso.com

Agriturismo Il Borgo

Casale Richeda, 7 - Tel. 0125.798111

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nomaglio

Trattoria ‘L Burnel

Via Maestra, 31 - Tel. 0125.604051

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Piverone

Agriturismo Cascina Gaio

Strada Aronco, 2b - Tel. 347.2206388

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.agruturismogaio.it

 

Via Francigena Valle di Susa

Bruzolo

Antica Trattoria La Stellina

Via Cavour, 18a - Tel. 011.9637205

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.anticatrattorialastellina.it

Mattie

Ristorante delle Alpi

Via Torino, 23 - Tel. 0122.38119

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.ristorantedellealpi.eu 

Agriturismo Il Mulino di Mattie

Via Giordani, 52 - Tel. 0122.38132

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.mulinomattie.it 

Novalesa

Ristorante delle Alpi

Via Susa, 2 - Tel. 0122.653183

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.ristorantedellealpi.blogspot.com 

Salbertrand

Ristorante Il Gigante e la Gallina

Frazione Deveys, 1 - Tel. 380.4121086

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Via Francigena Torino-Vercelli 

Alpignano

Ristorante Lo Scacciapensieri

Via Valdellatorre, 267 - Tel. 011.9676753

www.ristoranteloscacciapensieri.it

Ristorante Pizzeria Il Caminetto

Via Valdellatorre, 92 - Tel. 011.9674626

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Link correlati

La nostra pagina sulla Via Francigena

La Regione Piemonte

Articoli correlati

La nostra pagina:
Gusto e sapori

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook...

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi