Messaggio

Una nuova Doc: Chiaretto della Valtènesi




Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/GUSTO_E_SAPORI/VALTENESI/ momenti.png

 


b_300_0_16777215_00___images_GUSTO_E_SAPORI_VALTENESI_fila_di_chiaretti.jpg


di

Giacomo Danesi
(*)


ll decreto porta la data del 14 luglio 2011, e porta la firma del Capo Dipartimento "Delle politiche competitive del mondo rurale e della qualita' ". L'oggetto! Eccolo: Riconoscimento della denominazione di origine controllata “Valtènesi” e approvazione del relativo disciplinare di produzione dei vini. (11A10308) (GU n. 181 del 5-8-2011 )"

L'articolo principale recita così: "1. E' riconosciuta la denominazione di origine controllata“Valtènesi” ed e' approvato, nel testo annesso al presente decreto, il relativo disciplinare di produzione. 2. La denominazione di origine controllata “Valtènesi” e' riservata ai vini che rispondono alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel disciplinare di produzione di cui al comma 1 del presente articolo, le cui disposizioni entrano in vigore a decorrere dalla vendemmia 2011."

"Art. 2 - 1. I soggetti che intendono rivendicare i vini a denominazione di origine controllata “Valtènesi”, provenienti da vigneti aventi base ampelografica conforme alle disposizioni dell'annesso disciplinare di produzione, sono tenuti ad effettuare l'iscrizione dei medesimi allo schedario viticolo per la DOC in questione, ai sensi dell'articolo 12 del decreto legislativo 8 aprile 2010, n. 61."

E il Valtènesi con quali uve sarà prodotto? All'articolo 2 leggiamo che su base ampelografica: "1. I vini a denominazione di origine " Valtenesi" nelle tipologie rosso e chiaretto devono essere ottenuti da uve provenienti da vigneti composti in ambito aziendale da un minimo del 50% da vitigni Groppello (nei tipi " Gentile" e/o "Mocasina"). 

"Possono concorrere alla produzione di detti vini,  - continua il decreto - da sole o congiuntamente fino ad un massimo del 50% , le uve dei vitigni a bacca rossa idonei alla coltivazione per la provincia di Brescia, iscritti nel registro nazionale delle varieta' di vite per uve da vino approvato con D.M. 7 maggio 2004 e da ultimo aggiornato con D.M. 22 aprile 2011,e con l'esclusione dei vitigni a bacca rossa di cui all'allegato 4 del DM 23/12/2009 che potranno concorrere complessivamente nella misura massima del 10 %."

Alla luce di questo riconoscimento, si spera che il famoso Chiaretto non sarà più confuso con il Rosato! Infatti, la vinificazione per produrre il Chiaretto della Valtènesi ha la particolarità che la vinificazione deve essere eseguita con breve macerazione delle bucce.


b_450_0_16777215_00___images_GUSTO_E_SAPORI_VALTENESI_sante_bonomo.jpg


Santo Bonomo, Presidente del Consorzio
Valtènesi - Garda Classico


Per questo è anche denominato "Il vino di una notte"! Ogni vignaiuolo ha il suo segreto sul tempo da lasciare le bucce sul mosto a macerare. Una metodica questa importata dalla Francia da un senatore del Regno Pompeo Molmenti e da lui codificata. Dopo un attento esame della zona scelse come luogo di elezione Moniga.

I maligni affermano che essendo un noto tombeur de femme scelse il paese della Valtenesi Moniga (Mon...iga come lui lo sillabava) perché da veneziano di orgine il paese gli suonava bene... Che sulle donne avesse le sue idee lo dimostra anche un suo pensiero autografo che scovai per caso, di cui feci dono a uno dei più grandi enologi d'italia: Mattia Vezzola, titolare dell'Azienda Agricola di Moniga "Costaripa"


%20momenti.png


Il biglietto autografo del Senatore

del Regno Pompeo Molmenti
 

La Cantina di Mattia Vezzola dal 1932 produce un fantastico chiaretto. Una tipologia porta addirittura l'etichetta originale di Pompeo Molmenti, mentre un'altra tipologia porta il nome di Rosamara.


b_100_0_16777215_00___images_GUSTO_E_SAPORI_VALTENESI_rosamara_garda_classico_chiaretto_doc.png

La nuova Doc del lago di Garda sbarcherà nei prossimi giorni al Vinitaly. Infatti, fra le novità dell’expo veronese, in calendario dal 25 al 28 marzo, ci sarà anche il Valtènesi Chiaretto, il primo frutto della denominazione creata dai produttori del Consorzio Garda Classico ed entrata in vigore con la vendemmia del 2011.

Durante tutti i giorni del Vinitaly ci saranno manifestazioni ad hoc sulla nuova Doc. In particolar modo lunedì 26 marzo, con questo programma:

ore 11,00

Presentazione alla Stampa della nuova D.O. Valtènesi e della quinta edizione della manifestazione ITALIA IN ROSA. Relatori: Sante Bonomo, Presidente Consorzio Valtènesi - Garda Classico; Luigi Alberti, presidente del Consiglio Comunale di Moniga e del Comitato Organizzativo di ITALIA IN ROSA.

Al termine gli ospiti potranno degustare il nuovo Valtènesi Chiaretto a cura della sommelier Loretta Zammarchi, accompagnato da specialità della cucina gardesana preparate da Stefano Slaviero della Taverna Picedo di Polpenazze del Garda

Alle ore ore 14,30, In collaborazione con FISAR Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori Degustazione guidata "Spumanti, chiaretti e vini rossi: le varie interpretazioni del vitigno Groppello" Relatore Luca Canapicchi, Delegazione di Livorno, miglior sommelier dell'anno 2012.  

ore 15.30:

Assaggio di sorbetto al Chiaretto preparato dagli chef di Borgo 
alla Quercia di Calvagese della Riviera.

ore 16,15:

In collaborazione con la FISAR ( Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori) Degustazione guidata "Groppello, Marzemino, Sangiovese, Barbera. Il blend tra tradizione ed innovazione.Relatore Marino Motta, Delegazione di Brescia.

Grande soddisfazione, intanto, per la Confraternita dei Castellani del Chiaretto, fondata ben 34 anni fa. La settimana scorsa, presso la Cascina San Zago a Salò, hanno scelto il miglior chiaretto del 2011.

Vincitore assoluto, per la quarta volta, l'Azienda Agricola San Giovanni, alla Raffa di Puegnago, di Diego Pasini. Al secondo posto "La Basia" di Elena Parona, della zona tra Puegnago e Polpenazze; e al terzo posto "Le Gaine" di Cottini di Bedizzole. Dei 22 in gara 18 chiaretti provenivano dalla zona del Garda classico e 4 dalla Doc Valtènesi.

Ai primi due posti si sono piazzati due chiaretti della nuova zona! Un ottimo e bene agurante inizio per la nuova Doc!

Volete sapere tutto sul chiaretto? Ecco il sito giusto: http://www.chiaretto.ch/it/rosa-italiano.aspx Il sito è stato creato nella sponda veronese del Lago di Garda, e precisamente a Bardolino. Il sito è molto bello ed esaustivo. Comunque le stesse notizie le potete trovare anche sul sito www.gardaclassico.it  

Link correlati

Il Lago di Garda

La Valtenesi

Come arrivare al Lago di Garda

L'Enogastronomia Bresciana



(*) Su FacebooK:

La pagina di Giacomo Danesi



Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi