Messaggio

Iseo (Bs): il mercato europeo sbarca in piazza




“EUROPA IN PIAZZA”
IL MERCATO EUROPEO
SBARCA A ISEO

8-9-10 APRILE 2016

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-08_alle_05.47.11.png

Iseo (Bs) - Ci sarà movimento nei giorni di venerdì, sabato e domenica 8-9-10 aprile 2016...

Infatti, un esercito colorato scenderà su Iseo da tutta Europa! È l’immagine più adatta per descrivere il Mercato Europeo, un’invasione variopinta che per 3 giorni – dall’8 al 10 aprile – che sarà tra i primi grandi eventi di una stagione in apertura.


Col supporto e il patrocinio del Comune di Iseo, Fiva Confcommercio (Federazione Italiana Venditori Ambulanti) presenta la prima edizione de “l’Europa in piazza”  a Iseo, dopo le esperienze a Brescia, Chiari, Rovato ed Orzinuovi, oltre naturalmente che in numerose altre piazze italiane che hanno in precedenza ospitato la popolare manifestazione.

b_350_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_18.18.49.png
Iseo in questi tre giorni sarà una piazza cosmopolita, in cui si respirerà aria europea. Una piazza i cui tratti più esotici avranno le bandiere del Marocco, dell’Ecuador, della gastronomia tailandese o del Senegal. Ma i pezzi forti verranno dal cuore del Vecchio Continente.

A farla da padrona sarà la gastronomia mitteleuropea. Da Salisburgo un trio di specialisti del palato offrirà le specialità tradizionali tirolesi e austriache: canederli e speck affumicato, salsicciotti per tutti i gusti, torta sacher e i deliziosi brezel, il pane tipico del Tirolo, normalmente salato, ma anche ricoperto di cioccolato o ripieno di mele. Protagonista anche lo strudel in tutte le sue varianti: alla mela, alla frutta, alla cannella.


schermata%202016-04-07%20alle%2018.47.05.png

Il tipico Brezel, conosciuto anche come
Laugenbrezel, Pretzel,Pretzl, Breze o Brezn

Per appetiti più robusti, invece, sembra fatto apposta il grill gigante del tedesco Markus Foog, direttamente da Amburgo. Qui tutto è di misura maxi: i wuerster anche da mezzo chilo, gli spiedini di mezzo metro, fino ai colossali stinchi di maiale che ti porti via con poco più di 10 euro. Roba per stomaci capienti.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_18.36.50.png
L'originale Thüringer Rostbratwurst

Come la carne della Turingia aromatizzata alla birra scura e gli immancabili sauerkraut, (crauti...) naturalmente accompagnati da birra a fiumi.

Più delicate, ma non per questo meno gustose, ecco le polpette di ceci e spezie – le celebri falafel dell’israeliano Rafael Or. Propone un menù con carne di agnello, ma anche chi mangia vegetariano trova pane per i suoi denti. Tutto preparato all’istante, sotto gli occhi dei visitatori.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_18.53.16.png

I falafel israeliani? Una delizia...

Lo stesso vale per la paella dello stand spagnolo di Juan Solbas, catalano di Barcellona. Il riso è condito con carne o con pesce, ma anche con tutti e due (paella mixta, la chiamano), e anche chi mangia vegetariano trova pane per i suoi denti. I visitatori ammireranno padelloni che sfamerebbero una caserma. 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_18.59.46.png

Un succolento piatto di paella mixta

 

Dalla Russia arrivano invece le ricercatezze di questo Mercato, pezzi forti per gli appassionati e gli intenditori: vodka e caviale nero. L’ideale per un regalo di pregio, da fare – perché no? – anche a se stessi. 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_19.04.45.png

Il famoso caviale nero di Russia...


Il Mercato Europeo non è solo per chi ha fame. Per i bambini, uno stand da non perdere è quello di ceramiche artigianali lituani. Coloratissime, originali, fatte rigorosamente a mano, più volte hanno stravinto il premio per il banco più originale. Romas Mekisa, l’inventore, ora ha affiancato alle sue creature dei CD-ROM che illustrano i mille modi di giocare con loro.


schermata%202016-04-07%20alle%2019.11.51.png

Una delle tante esposizioni pluripremiate
dell'artista lituano Romas Mikisas

Per chi ama arredare la casa secondo il tradizionale e prestigioso stile british, allora niente di meglio delle porcellane inglesi. Prodotte da un consorzio di artigiani dello Staffordshire che lavorano come si faceva nell’Ottocento, hanno più volte fatto il pieno di gradimento. Piatti, vassoi, vasi, tazze di tutte le misure sono andate a ruba: non di rado Jason Miller è tornato a casa senza più una teiera; senza un barattolo delle celebri confetture inglesi (al lampone, alla fragola, all’arancia: tutte da provare) o senza una confezione di cheddar, l’unico formaggio britannico (piccante o dolce) conosciuto in tutto il mondo.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_19.20.57.png

Una spettacolare serie
di piatti dei Jason Miller

Iseo è anche particolarmente fortunata, perché il mercato si tiene nella stagione ottimale per la produzione dei celebri bulbi olandesi. Il loro periodo di conservazione è molto limitato, e in aprile ci sono le condizioni ideali per trapiantarli. Non tutte le città le città toccate dal circuito di mercati Fiva Confcommercio li hanno avuti, in primavera avanzata molti visitatori sono rimasti con l’amaro in bocca. Gerardus Van de Berg, da Amsterdam, racconta: “C’è gente che li ha visti e acquistati a Torino in marzo, e mi ha chiesto quando sarei tornato. Molti mi hanno promesso che in settembre sarebbero venuti da là persino anche a Rovigo o Piacenza. Fanno 300 km per i miei bulbi, incredibile”.



b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_19.29.49.png



Resta da dire che in questo serpentone coloratissimo, suggestivo, non saranno da meno gli operatori italiani. Presenti col meglio del meglio, tra alimentari e non. Grappa veneta e friulana, peperoncini di Calabria, sott’olio e non, ripieni e non, pasticceria siciliana, salumi del Mugello, formaggi sardi, 
birra artigianale non pastorizzata. Stampe d’epoca, complementi d’arredo, giochi di prestigio e tanto altro. Una kermesse molto attesa e circondata d’entusiasmo, c’è da scommetterci.


DUE OPERATORI SEGNALATI
(E CONSIGLIATI)

Irlanda: il verde del rugby e
il nero della birra Guinness

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-07_alle_19.36.52.png


È la presenza costante e ricercatissima fin dalla lontana stagione 2007 dei Mercati Europei di Fiva Confcommercio: uno stand irlandese. Lungamente inseguito dagli organizzatori, è diventato parte integrante nei mercati internazionali di Fiva Confcommercio e finalmente approda anche a Iseo. Verde e nero sono i suoi colori dominanti. Il verde d’Irlanda la fa da padrone soprattutto sulle maglie da rugby della nazionale del trifoglio, affiancate dalle divise (blu) che ricordano il torneo “Sei Nazioni”, ma a dire il vero si trova un po’ su tutti gli articoli.

 

schermata%202016-04-07%20alle%2019.40.30.png

 

Persino su quelli musicali: tamburelli, strumenti vari, cd di musica tradizionale celtica. La stessa che ha presta i suoi simboli millenari alle t-shirt, alle spille, ai mille gadget che propone questo banco. Il nero invece è quello inconfondibile della birra Guinness, che nell’occasione non è da bere ma da indossare. I giovani si riversano in massa sui cappelli con visiera segnati dall’inconfondibile marchio, come pure su polo-shirt, polsini, spillette, bandane, maglioni invernali con o senza cappuccio. Tutti – rigorosamente – neri. 


Lenin e Gagarin

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-08_alle_05.26.10.png

Un francobollo celebrativo di Lenin


Sono bionde. Sono alte, hanno gli occhi azzurri e la pelle molto chiara. Sono russe, vengono da San Pietroburgo. Si chiamano Tania e Svetlana, e con i loro stand di ‘"cimeli’"sovietici hanno più volte sbancato le piazze in cui hanno fatto tappa i mercati internazionali di Fiva Confcommercio.

A Torino, a Padova, Piacenza, la folla ha letteralmente svuotato il loro banco. Spesso persino le scorte sono esaurite nel corso delle tre-giorni di mercato.

Le "anticaglie" dell’Unione Sovietica – dalle spillette dell’Armata Rossa a quelle del Kgb, dagli elmetti della seconda guerra mondiale alle maglie a righe rosse o blu da marinaio, dai cannocchiali con falce e martello alle matrioske – sono articoli che vanno a ruba. Sono la parte più accessibile di un assortimento ricchissimo, che presenta dei pezzi forti assolutamente ineguagliabili: su tutti, un casco bianco e una tuta arancione da astronauta.

schermata%202016-04-08%20alle%2005.31.39.png


Una splendida spilla in onore
di Yuri Gararin


Sono del tutto simili a quelli che usò il mitico Yuri Gagarin (“Ma non sono proprio quelli”, precisa Tania), il primo uomo ad andare nello spazio, e costano cifre ragguardevoli. Più abbordabili sono invece le gigantografie di Lenin (in stoffa), e le prime pagine con cui il Corriere della Sera e la Pravda – nel 1953 – annunciavano al mondo la morte del “maresciallo Stalin”.


schermata%202016-04-08%20alle%2005.58.46.png

La prima pagina del Corriere della Sera
con l'annuncio della morte di Stalin

 

I banchi russi non offrono però solo oggettistica. Come fare a meno di proporre anche le specialità della gastronomia russa? E allora ecco caviale rosso e caviale nero, vodka per tutti i gusti e per tutte le tasche, pesce secco di fiume e di mare, biscotti e manicaretti vari. Il tutto – neanche a dirlo – servito da operatori rigorosamente in costume tradizionale e colbacco.

I numeri deiMercati Europei” di Fiva Confcommercio in un week-end": 250mila presenze; 5mila schede per votare il banco migliore; 60mila birre e 15mila salsicce servite; 90 kg di salsicce calabresi consumati; 2000 crepes. Prosit!

INFO: Gli orari

Venerdì 8 aprile dalle 18 fino alle 00:00 (mezzanotte)

Sabato 9 e domenica 10 (nel week end)
dalle 9 del mattino alle 00:00 (mezzanotte)


Link correlati

La nostra pagina della
Regione Lombardia

La nostra pagina della
Provincia di Brescia

Come raggiungere Iseo

Il Meteo

Portale ufficiale del Turismo Lago d'Iseo

Articoli Correlati

b_250_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.ISEO_MERCATOEUROPEO_schermata_2016-04-08_alle_06.42.52.png

La nostra pagina: Gusto e Sapori

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!



 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi