Messaggio

Perché il turista sceglie l'Italia





italia.jpg

  

di
Giacomo Danesi
 

Quando dei turistia decidono di visitare l'Italia, cosa si aspettano di trovare? Quale stagione scelgono? Visitano una città d'arte, o vengono per le nostre montagne e il mare? E il cibo? Vengono tramite agenzia o scelgono di organizzare da soli la vacanza? Quanti giorni restano? Conoscere le risposte, appare chiaro, è indispensabile per una corretta programmazione. Sembra, invece, che in Italia si vada avanti alla carlona sperando nel tradizionale stellone.


Un momento! Belle domande, ma occorre anche specificare che le stesse hanno una risposta a secondo della tipologia del cliente, ma soprattutto dalla nazione di provenienza. 


Trovare studi di settore che possano illuminare sull'argomento è fatica vana. Dovrebbe essere il Ministero del Turismo a farsi interprete di queste conoscenze, per poter poi dettare una strategia che dia nel tempo i suoi frutti.  

     

In attesa che al MInistero decidano sul da farsi, ecco un interessante studio sull'argomento portato a termine dallo Studio Giaccardi & Associati che ha ideato
"i-Tour Markets”
, il primo dei quali riguarda i tedeschi. Seguiranno poi quelli sul mercato scandinavo, francese, inglese e turco.


La maggior parte dei dati del rapporto “i-Tour Markets, turisti e player tedeschi” è frutto d’incontri pianificati con gli operatori, interviste e workshop in occasione delle fiere ITB di Berlino e F.RE.E di Monaco. Tutti i dati sono stati elaborati in tempo reale e riclassificati in un rapporto ricco di istruzioni e informazioni preziose per operatori e destinazioni che operano nell’incoming.

b_400_0_16777215_00___images_Danesi_itb2012.jpg


Si scopre così che un turista tedesco su tre sceglie il Mediterraneo come meta delle sue ferie e, complessivamente, sono 25 milioni i viaggi più lunghi di cinque giorni che i tedeschi consumano nel bacino mediterraneo. Ma che cosa serve per convincere il turista tedesco a scegliere l’Italia per le sue vacanze? Cosa devono fare gli operatori che vogliono attrarre e fidelizzare i turisti tedeschi? 


Dalla ricerca “i-Tour Markets” emergono numerose informazioni interessanti: l’Italia è per i tedeschi la seconda destinazione al mondo dopo la Spagna. Con 9,3 milioni di arrivi e 47,8 milioni di presenze nel 2010, i turisti tedeschi rappresentano il 29% delle presenze estere in Italia e il 13% di quelle totali (considerando quindi anche il turismo interno). La Spagna sta diventando un vero spauracchio.


Le regioni preferite? Quelle del centro-nord sono le mete più gettonate: Trentino Alto Adige, Veneto, Toscana, Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna da sole ospitano l’82% dei turisti tedeschi. Con Trentino e Veneto che da sole superano il 50%. 60,7 Miliardi di Euro è la spesa totale per i viaggi all’estero da parte dei tedeschi, pari a 971 Euro in media per viaggiatore. E il sud, regioni baciate dal sole?  

b_400_0_16777215_00___images_Danesi_bozen_ti_amo_medium_rgb.jpg


Autore della ricerca è lo Studio Giaccardi & Associati, che in dodici anni d’attività nel settore del turismo ha realizzato ben 35 progetti di sviluppo e ricerca a livello nazionale e internazionale. Il team di ricercatori dello Studio partecipa in prima persona alle più importanti fiere europee di turismo, incontrando operatori e player del settore per indagare sulle tendenze ed esigenze dei turisti europei. 

A breve sarà disponibile anche il rapporto “I turisti scandinavi”, realizzato dopo la conclusione del TUR di Goteborg di fine marzo. A novembre 2012 sarà elaborato il rapporto “I turisti inglesi” dopo la fiera WMT di Londra. Dal 2013 saranno disponibili anche i rapporti “I turisti francesi” in seguito a Le Salon Mondial du Tourism di Parigi e quello su “I turisti turchi” – che rappresentano un flusso di mercato emergente – dopo l’EMITT di Istanbul.  logo_salon_mondial_du_tourisme_2012_low.jpg
I vantaggi che gli operatori del settore interessati all’incoming possono trarre dal progetto “i-Tour Markets” sono notevoli: disporre di dati oggettivi basati su interviste professionali e non su sensazioni soggettive; nessun rimpianto per non aver potuto partecipare alla fiera o per non aver poi avuto il tempo di analizzare le scelte dei principali player turistici esteri; risparmio di tempo, denaro e fatica che occorrono per partecipare alle fiere. I contenuti informativi presenti nei rapporti dello Studio Giaccardi & Associati sono molteplici e immediati, indispensabili anche per correggere in corsa le scelte effettuate o per programmare in modo efficace le strategie. I contenuti spaziano dalle novità più significative e strategiche emerse nel corso dell’evento fieristico, alle informazioni raccolte dai player di mercato espositori della fiera (target clienti, sistemi di prenotazione, preferenze del turista in termini di servizi, offerta, ecc.), alle opportunità di collaborazione con i player del mercato di origine.  Per informazioni: Studio Giaccardi & Associati 
tel. 0544 33713 www.giaccardiassociati.it

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi