Messaggio

Passaggio a Oriente. In Treno




"Il fascino del viaggiare è lo sfiorare innumerevoli
scene ricche, sapere che ognuna potrebbe essere
nostra e passar oltre, da gran signore."
Cesare Pavese
 Il mestiere di vivere 
Diario 1935-1950

img-pec-ulan4.jpg

di
Giacomo Danesi

Tra tutti i pensieri e gli aforismi creati per raccontare il viaggio, questo di Cesare Pavese l'ho sempre ritenuto il più bello, il più vero, il più affascinante. Tutto quanto vedi e osservi durante un viaggio è pia illusione pensare di farlo proprio. Intuisci, certamente, che per un attimo è stato tuo, ma poi non resta che passar oltre. Possibilmente da gan signore, appunto.

 

b_450_0_16777215_00___images_2transiberiana_1class_comp_.jpg


In un viaggio, tra i tanti compiuti, ho avuto l'esatta percezione che la bellezza dell'aforisma di Pavese trovava la sua perfetta collocazione nella mia mente. Fu nel lontano1972, in un mitico (per me) viaggio in treno, sulla linea Mosca - Vladivostok. Raccontare quel viaggio mi è impossibile. Ma certe immagini sono rimaste incancellabili. Una di queste, apparentemente è quasi banale: sdraiato sulla cuccetta ad ammirare, nel primo tratto del viaggio, le betulle che veloci sembravano transitare davanti agli occhi. Eppure la sensazione emotiva fu fortissima.

 

b_500_0_16777215_00___images_2transiberiana_tr_sala_lett_treno.jpg


Ripercorsi un tratto della Transiberiana nel 1994 durante un viaggio in macchina, precisamente a  bordo di tre sgangherate auto vetture, da Mosca fino a Vladivostok, raggiungendo la meta da Chita fino alla città costruita durante la seconda spedizione russa sul fiume Amur nel 1860. Il significato di Vladivostok? Signore dell'Oriente! In compagnia di alcuni amici bresciani-bergamaschi, essendo interrotta la strada che da Chita  avrebbe dovuto portarci fino alla città russa sul Mar del Giappone, fummo costretti a imbarcare le vetture sul mitico treno che percorre la Transiberiana.

 

b_400_0_16777215_00___images_2transiberiana_macchine.jpg

Le tre vetture con il camion di supporto
durante una sosta in territorio siberiano

 

Salendo su quelle carrozze non trovai nulla del fascino del mio primo viaggio. Tutto mi sembrava spoglio, misero. Affibbiammo anche un nome a quella attraversata della Russia in macchina: Transiberian Winter Road!

 

b_500_0_16777215_00___images_2transiberiana_150027_175472269136337_100000206946512_675019_7049176_n.jpg

 

La bandiera italiana con le firme dei
componenti la spedizione siberiana

Perché sto parlando della Transiberiana? Perché ho trovato un programma di viaggio che certamente susciterà la curiosità dei lettori de Il Gazzettino del Viaggiatore.  Il suo nome: "Passaggio a Oriente  Viaggio -  Pechino, Ulan Bator, Mosca."
Un itginerario  affascinante a bordo di un treno speciale: il “Trans Siberian Intourist Express”. Un viaggio su un itinerario al contrario di quello classico, che vuole la partenza sia da Mosca. Anzi, più precisamente da Helsinki, per poi raggiungere Sanpietroburgo, Mosca fino a Vladivostok.
 

 

b_500_0_16777215_00___images_2transiberiana_transiberiana.png


Ci sono numerosi itinerari che attraversano in treno la Siberia, ognuno con un proprio preciso nome. Detto del classico Helsinki - Mosca - Vladivostok, conosciuto con il nome di Transiberiana, il viaggio che parte da Helsinki - Mosca e raggiunge Ulan Ude per poi deviare verso Ulan Bator e raggiungere Pechino, è conosciuto come Trans Mongolica. Se, invece, a Chita devia per raggiunge Manzhouili, Harbin, Shenyang e successivamente Pechino, è noto come Trans Manciuriana. Vi state chiedendo se esiste un treno che percorre la Via della Seta? Certamente! Ecco l'itinerario: Helsinki - Mosca - Tashkent (Uzbekistan) - Almaty (Kazakhstan) - Urumq - Pechino!
 

b_400_0_16777215_00___images_2transiberiana_poltronetreno_5112.jpg

 

Torniamo al nostro viaggio che ripercorre a ritroso, la Trans Mongolica, partendo da Pechino fino a raggiungere Mosca sull'itinerario: Pechino - Erlian - Terelj - Ulan Bator - Ulan Ude - Lago Baikal - Irkutsk - Krasnoyarsk - Novosibirsk - Ekaterinburg - Kazan - Mosca - Sanpietroburgo - Helnsiki. Un viaggio di 15 giorni che definire magico è ancor poco. Tempo sprecato descrivere i luoghi che i fortunati viaggiatori toccheranno durante questa cavalcata in Siberia. Il tutto è descritto nel programma. E', naturalmente, possibile percorrere il tutto al contrario partendo da Mosca.  
 

b_500_0_16777215_00___images_2transiberiana_tr_salaristtreno.jpg

 

Certo che poter ammirare le meraviglie naturali del Lago Baikal in territorio russo, percorrere la terra di Gengis Khan e, attraverso il deserto del Gobi raggiungere a bordo del nuovo treno cinese la capitale Pechino, in un viaggio di 7.622 km attraverso tre dei  più grandi e ancora sconosciuti paesi della terra, è veramente un viaggio da raccontare ai nipotini.

 

Link correlati

Dove siamo nel Mondo

Documenti prego!

Io prima di partire mi assicuro...

Per non smarrirsi nel Mondo

Con chi andare: Columbia Viaggi

Io parto in Treno...

La nostra pagina sulla Russia  

La nostra pagina sulla Mongolia

 

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi