Messaggio

Giappone: dove sorge il Sole




        Giappone: dove sorge il Sole

 di
Giacomo Danesi

Alla richiesta di un lettore di descrivere un mio viaggio in Giappone, ho sorriso. Immaginate di abitare negli Stati Uniti e di essere stati incaricati di descrivere l’Italia nello spazio di una pagina di giornale. Vi trovereste in imbarazzo, vero? E’ così è stato anche per me.

Eppure vorrei descrivervi il Giappone con il cuore, con l’emozione che un viaggio fin laggiù, dove sorge il Sole, meriterebbe.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ACARDINALI_0.AAGIACOMO_0.FINNAIR_schermata_2014-02-17_alle_20.51.25.png

 

Temo di non riuscirci. Come descrivere Tokyo,capitale d’oriente”, spiegare il suo significato, quando nella città e dintorni abitano il doppio degli abitanti dell’intera Lombardia?

Della vecchia Edo, così si chiamava Tokyo nell’800 e significava “porto sul fiume”, non è rimasto quasi nulla. Solo il ricordo in vecchie xilografie giapponesi che ne decreta l’incomparabile bellezza. Forse di quel mondo è rimasta l’anima. Ma, temo, sia ben nascosta.

Come descrivere due mondi, quello industrializzato e quello tradizionale, che ad ogni passo trovi amalgamato con quanto ti circonda? Impossibile!

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_bellezza.jpg

Tradizione e modernità

 

C’è un solo modo per tentare di capire: andarci. Quante volte? Chi può dirlo? Ma già al primo impatto intuisci di essere stato sbalzato in un angolo della Terra terribilmente diverso dal nostro.

Tokyo è bella e “terrorizzante”. Impossibile in un viaggio vederla tutta. Un quartiere di Tokyo è grande come Milano intera! Dunque non posso descrivertela. Al massimo posso darti qualche consiglio, che vale anche per tutto il Giappone.

Hai preso al Superenalotto? Allora puoi tranquillamente alloggiare nei magnifici hotel della città. Sì, perchè Tokyo è la città più cara del mondo. Ma non ti spaventare.

Puoi alloggiare nei Ryokan, una specie di locanda, un modo garbato di vivere alla giapponese, con il “futon” disteso per terra, con il cuscino ripieno di riso, e con la grande vasca da bagno che è luogo ideale per rilassarsi, conversare con gli altri ospiti, ecc.

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_ryo.jpg

 Il Ryokan

 

Non sai il giapponese? Pazienza. Stai in silenzio e sorridi. Sorridi sempre. Sei immerso fino alla gola con gli altri ospiti nella vasca e l’acqua è caldissima? Sorridi ugualmente.

Per il turista ci sono 80 locande in Giappone appartenenti al Japan Inn Group. Poi ci sono i templi buddisti, che accolgono i visitatori per la notte e le pensioni come le “Minshku” dove nel prezzo sono compresi anche due pasti. Naturalmente ci sono anche gli ostelli.

Appena arrivato a Tokyo munisciti subito della mappa. Non quella del tesoro, ma dove alloggi. E, credimi, vale più di quella del tesoro. Il motivo è semplice. Senza la mappa nessun taxista ti potrebbe riportare a destinazione. Perché in Giappone non esistono nomi di vie e numeri civici.

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_bambina.jpg

Bambina con
costume tradizionale

 

Un esempio. L’indirizzo dell’ambasciata italiana, con relativa spiegazione, è il seguente: Minato-ku (quartiere del porto), Mita (significata località: “I tre campi”), 2-chome (secondo riquadro), 4-banchi (significa “quarto lotto”), 5-go (numero 5).

Ebbene se date ad un taxista questo indirizzo passerete il restante tempo della vacanza a Tokyo a cercare l’ambasciata! Invece sulla mappa ci saranno altri punti di riferimento come un ponte, il colore di una casa, un ufficio postale e quant’altro  permetterà al guidatore di portarti a destinazione. Non male, vero?

Il cibo? Se sei ospite (dico questo perché entrare in un vero ristorante ti costerebbe quasi una fortuna), mangia e taci. Non chiedere mai cosa stai ingoiando. Non complicarti la vita...

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_piccola_colazione.jpg

 Piccola colazione mattutina...

 

Mi rivolgo ai giovani perché, immagino saranno loro i fruitori di questi consigli. In giro per i quartieri ci sono le infernali macchinette che con pochi yen vi serviranno  pollo e patatine. E quando si ha fame... Da bere birra e Coca Cola.

Se invece sei invitato in una casa privata, in tuo onore con tutta probabilità le donne saranno vestite con costumi tradizionali. E tu, vestito all'occidentale, sarai imbarazzatissimo.

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_cultura_cibo.jpg

Famiglia giapponese

 

Qualche consiglio su come comportarti con i giapponesi? Mi auguro che tu non abbia il mal di schiena! Sì, perché d'inchini ne dovrai fare molti. Quanto devi inchinarvi? Dipende da chi hai davanti. Se quello s'inchina davanti a te piegandosi fino quasi al pavimento, vuol dire che ti ritiene una persona importante. Fai altrettanto. Ecco perché non devi avere il mal di schiena...

Attenzione! Inchinati solo con la parte superiore del corpo. Ricordati di portare il tuo biglietto da visita. E' importantissimo! Senza quel tagliandino non saresti nessuno. Se poi è anche arricchito da uno stemma, chapeau, farete un figurone! 

 download.jpg

L'inchino

Se sei ospite e il padrone di casa sceglie in tuo onore di darti la mano, non stringere troppo. Non capirebbe. Il sorriso e vari suoni d'approvazione durante la conversazione? Attenzione. Il fatto che sorridano non significa che sono contenti o che approvino.

Significa solo che stanno concentrati per ascoltarvi. Se però una ragazza continua a sorridervi e intorno agli occhi gli appaiono delle piccole rughe, beh allora...

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_geisha.jpg

La Gheisha...

 

Un momento. Se sei ansioso di avere un incontro con una gheisha, armati di buona pazienza. Un pomeriggio per i vestimenti (per la gheisha) e una notte intera per spogliarla è il tempo minimo per l'intera operazione.

Ora se sei abituato al sistema occidentale dove, se va bene, in una mezz'ora te la cavi, preparati a grossi guai.

Se poi sei aduso al modello, per quanto riguarda il tempo di esecuzione, al cambio gomme e rifornimento al box Ferrari in un gran premio, tutto si complica e la figuraccia (la tua) è assicurata.

Dopo quasi un'ora di attesa, perché abbia a togliersi il primo capo di abbigliamento, la disperata ricerca di una forbice, per accelerare il tutto, diventa quasi ossessiva.

Hai il raffreddore? Mamma mia, non soffiarti il naso in pubblico! Grave atto di maleducazione. Chi porta la mascherina non lo fa per l’inquinamento, ma perché soffre di raffreddore.

E se sei invitato ad un brindisi, lascia perdere il nostro “Cin cin”. Non è proprio il caso...

 

b_450_0_16777215_00___images_ARCHIVIO_GIAPPONE_furano_isola_di_hokkaido.jpg

Campo fiorito a Furano

 

Spaventato di tutto questo? Spero proprio di no. E mi auguro che molti giovani quest’anno decidano di andare in vacanza in Giappone. Sì, proprio fin laggiù, dove nasce il Sole.

 

Con chi volare? Cathay Pacifc

L’offerta firmata Cathay Pacific per Osaka, a partire da 687 euro*, è valida per partenze 
dal 15 maggio al 15 giugno 2012. 

*Condizioni tariffarie dell’offerta Banzai
- Classe di viaggio: Economy Class
- Periodo minimo di soggiorno: 2 giorni
- Periodo massimo di soggiorno: 1 mese
- Promozione valida per: partenze solo da Milano Malpensa
- La tariffa NON consente l’accumulo di miglia Asia Miles ne del Marco Polo Club
- Questa offerta non è cumulabile con altre promozioni in corso
- Le condizioni possono essere soggette a cambiamenti senza preavviso da parte del vettore
- Tariffe e condizioni valide al momento della pubblicazione (30 Marzo 2012)
Questa e tutte le altre tariffe della promozione Banzai sono prenotabili fino al 15 aprile
2012.

Sapori del Giappone: un invito al viaggio

 

ANA COMPAGNIA AEREA SPONSOR

 UFFICIALE DELLA CAMPAGNA

 “SAPORI DEL GIAPPONE – UN INVITO AL VIAGGIO”

 

Scoprire la tradizione gastronomica
nipponica e vincere il Giappone

  b_500_0_16777215_00___images_0-AA.CONFBS_1.DANESI_3.GIAPPONE_0.png

Febbraio 2014 -
Il Giappone è un paese straordinariamente affascinante sotto molteplici aspetti, non ultimo quello gastronomico. ANA è la compagnia aerea sponsor ufficiale di una nuova campagna promossa da Japan Tourism Agency e dall’Ente del Turismo del Giappone (JNTO), volta a promuovere la varietà della cucina nipponica, che non si limita ai pur celebri sushi e sashimi, ma è ricca di molti altri ingredienti e di specialità legate al territorio.

Recentemente, inoltre, la cucina tradizionale giapponese Washoku è stata dichiarata patrimonio culturale UNESCO.

 

 

1.png 


Collegandosi al sito
http://www.turismo-giappone.it/campaign/informazioni.php è possibile scoprire molteplici itinerari gastronomici nel paese del Sol Levante e partecipare, fino al 28 febbraio, a un concorso per vincere un viaggio in Giappone e sperimentare in prima persona la cucina giapponese.

 

b_300_0_16777215_00___images_0-AA.CONFBS_1.DANESI_3.GIAPPONE_2.png
Sapori del Giappone

 
La sezione del sito “Sapori del Giappone” accompagna i più curiosi alla scoperta di sei regioni giapponesi e delle loro specialità culinarie: qui si trovano consigli preziosi su dove provare, ad esempio, i migliori
gyoza (ravioli di carne), ma anche cosa sono i particolari Maid Café e quali sono gli ingredienti per preparare il toriten (pollo fritto).

  3.png

 Partecipa al concorso!

Rispondendo, poi, a un breve questionario online si partecipa all’estrazione di diversi premi, tra cui un volo per due persone da Milano o Roma per Tokyo, offerto da ANA.

 “Siamo davvero felici di partecipare, in qualità di airline sponsor, a questa iniziativa promossa da Japan Tourism Agency e dall’Ente del Turismo del Giappone” ha commentato Viviana Reali, Manager Italy di ANA.
 

schermata%202014-02-17%20alle%2016.58.33.png
schermata%202014-02-17%20alle%2016.58.33.png
 

Viviana Reali,
Manager Italy di ANA

ANA è impegnata costantemente nel divulgare gli aspetti più interessanti e particolari della cultura giapponese attraverso il nostro brand Inspiration of Japan. La tradizione gastronomica nipponica è, del resto, un’esperienza unica nel suo genere, che i nostri passeggeri possono cominciare a vivere già a bordo, grazie ai nostri menù di ispirazione giapponese”.

ANA Holdings Inc.
 

ANA Holdings Inc. è un gruppo che opera nel settore dell’aviazione a livelloInternazionale, un totale di 64 società controllate e 18 affiliate; spazia dalle operazioni passeggeri e cargo ad altre gestioni nel campo dell’aviazione, come il catering e i servizi IT.

schermata%202014-02-17%20alle%2017.19.45.png
schermata%202014-02-17%20alle%2017.19.45.png

 ANA Holdings Inc è stata fondata nell’aprile 2013 ed è la capo gruppo della compagnia aerea tradizionale ANA e della low-cost Vanilla Air.

 

4.png 

La Home page di Vanilla Air

 ANA Holdings Inc persegue una strategia multi-brand per ottimizzare la forza del marchio ANA e stimolare la domanda in mercati che sono complementari a quelli propri della compagnia tradizionale, riuscendo così ad espandere la quota di mercato del gruppo e ad accrescerne il valore.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.CONFBS_1.DANESI_3.GIAPPONE_5.png

 

 ANA Holdings Inc. dispone di 238 aeromobili e vola verso 81 destinazioni trasportando più di 44 milioni di passeggeri all’anno. E’ la prima compagnia aerea dell’Asia e l’ottava al mondo per ricavi (2011). L’obiettivo di ANA Holdings Inc. è quello di diventare la prima compagnia aerea al mondo per la soddisfazione del cliente e la creazione di valore.

 

6.png 

ANA fa parte di Star Alliance.

 

Link correlati  

Dove siamo nel Mondo

Documenti prego!



Prima di partire mi assicuro... 



Per non smarrirsi nel Mondo...

La nostra pagina: 


Viaggiare informati



Articoli collegati

Giappone: dove sorge il Sole

In crociera nelle Isole Marchesi,
nella Polinesia Francese

Io Ti amo ...La frase più pronunciata al mondo!

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!


Giacomo Danesi, Direttore del Magazine
Il Gazzettino del Viaggiatore, è socio Neos.
 

b_150_0_16777215_00___images_0-AADANESI_00.cipro_neos_1.png 

http://neosnet.it/

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi