Messaggio

A 50 anni dalla morte del Che




 A 50 ANNI DALLA MORTE DEL CHE

b_400_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_der.png

La mitica foto scattata da Alberto Díaz Gutiérrez,
meglio conosciuto come Alberto Korda,
al Che, impreziosita
dall'autografo con dedica, controfirmata dall'autografo di Fidel Castro  

 

Bolivia-Argentina 2017 - Interessante questo viaggio sulle orme del Che Guevara, tra Bolivia e Argentina, nel cinquantesimo anniversario della morte del leggendario comandante rivoluzionario di origine argentina, entrato nella storia per le sue battaglie sui diritti umani e la libertà dei popoli.

Fu ucciso con un colpo al cuore a La Higuera, nei locali di una scuola in un paesino in cima alle Ande. Era il 9 ottobre 1967.


b_600_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_d.png

 Nella foto un biglietto di 10 pesos con
in basso a sinistra la firma del Che

Dal 23 febbraio del 1961 e fino al 1965 Che Guevara fu a Cuba Ministro dell'Industria e dell'Economia della Repubblica di Cuba.

Il soprannome di Che gli era stato affibbiato dai suoi compagni cubani durante un viaggio in Guatemala, per il suo modo di intercalare la parola “hey” nella sua parlata argentina. Deriva dalla lingua mapuche e significa "uomo" o "persona". Questo termine è molto usato in Argentina e in Uruguay per richiamare l’attenzione di qualcuno.

2.png

La Higuera, tapppa fondamentale
della "
Ruta del Che"

 

Il viaggio a ritroso nella vita e nel mito del personaggio si snoda lungo quella che è ormai conosciuta come la “Ruta del Che”. Un itinerario che ripercorrerà le ultime tappe della tragica avventura di Ernesto Guevara a capo della guerriglia contadina contro il generale Renè Barrientos Ortano e il suo governo golpista, a metà degli Anni Sessanta.

Base di partenza Santa Cruz de la Sierra, ai piedi della Cordigliera orientale, seconda città della Bolivia, dall'originale struttura urbanistica ad anelli concentrici e sito UNESCO con vestigia del passato coloniale (Cattedrale e Museo con prestigiose collezioni di reliquie e paramenti sacri).

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_hy.png

                          La roccaforte Inca de Samaipata, in Bolivia

 

Da qui si sale ai 1600 metri andini di Samaipata, la cittadina che il 6 luglio '67 fu conquistata dai guerriglieri del Che e successivamente ripersa. Da vedere, una imponente e misteriosa fortezza del periodo Inca.

Poi eccoci a La Higuera, nella provincia di Vallegrande (dipartimento di Santa Cruz) dove il Che fu ucciso e mutilato delle mani nella scuola del villaggio. Il pomeriggio del giorno dopo, il  9 ottobre 1967, fu giustiziato con un colpo al cuore a bruciapelo. Aveva 39 anni.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_t.png

Il cadavere del Che esposto al
pubblico nella lavanderia dell'ospedale

 
Del suo passaggio rimane un piccolo museo nella zona dove si trovava la vecchia scuola, fatta poi demolire dal governo golpista per evitare che potesse trasformarsi in un luogo di pellegrinaggio e un monumento con il volto del Che.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_1.png

L'insegna del piccolo museo dedicato al Che


Il suo cadavere fu esposto al pubblico nella lavanderia dell’ospedale. Il locale esiste ancora, con le partiti ricoperte di graffiti inneggianti al Che.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_3.png

La lavanderia, con i graffiti alla parete
dove fu esposto il corpo del Che

Ai margini della pista d'atterraggio dell'aeroporto è stato alzato un mausoleo con accanto un busto dell'illustre vittima.

Il suo corpo fu poi sepolto in un luogo segreto e ritrovato da una missione di antropologi forensi argentini e cubani, autorizzata dal governo boliviano Da allora i suoi resti si trovano nel mausoleo di Santa Clara di Cuba.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_che.png

Santa Clara de Cuba: Il mausoleo al Che

Dalla Bolivia in Argentina. Prima tappa Buenos Aires dove il giovane Ernesto Guevara concluse gli studi universitari laureandosi in medicina. La casa in cui abitò nel quartiere Palermo è andata distrutta.

Rimane una specie di negozio-museo in Rojas 129, vicino al Parque Rivadavia con fotografie, manoscritti e oggetti appartenenti al Che e una sua statua poco distante.
 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_we3.png

Cimitero di Recoleta: omba di Eva Peròn

Un altro luogo da visitare è quello della Ricoleta dove è sepolta Evita Peron, simbolo della storia rivoluzionaria del Sud America, come Guevara.

In volo, infine a Rosario, sul fiume Paranà nella provincia di Santa Fè, città di nascita del futuro comandante Che Guevara (14 giugno 1928), primo di cinque fratelli, e visita ai luoghi della sua infanzia.

b_200_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0-00MAX_CHE_dr.png

TOUR2000AMERICALATINA
Ancona(tel 071.28103752
www.tour2000.it

Il costo del “pacchetto” proposto, di 10 giorni, 7 notti è da2.450 euro a persona, più 480 euro di tasse aeroportuali. Comprennsivo del volo da Roma (altri aeroporti 180 euro), trasferimenti, hotel, prima colazione, due pranzi, tutte le cene. Partenza: 7 ottobre 2017.


Link correlati

Dove siamo nel Mondo

Documenti, prego! Indispensabile...

Viaggiare sicuri in Bolivia

Viaggiare sicuri in Argentina

Il Meteo in Bolivia

Il Meteo in Argentina

Articoli collegati

Skylodge Adventures Suites

Tra Patagonia e Terra del Fuoco

2017: La grande Ecclissi di Sole negli Usa


Il Treno delle nuvole

Cina - Argentina: la Crociera Australe 

Una crociera di lusso? In Antartide!
Argentina del Nord: paesaggi delle Ande

 

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi