Messaggio

La Mille Miglia 2013




b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_schermata_05-2456429_alle_18.09.39.png 

La storia infinita
di una leggenda

 di
Giacomo Danesi

La Mille Miglia? Il più incredibile e variegato museo itinerante dell'automobile mai ideato al mondo!  Che Brescia, con merito, sia considerata “La culla dell’automobilismo sportivo”,  è cosa vera, buona e giusta.

Bisogna risalire a 2 secoli fa per scoprire che a Brescia nel 1889 fu organizzata la “Grande corsa su strada del 1899”.

Che dire poi delle ormai famose “Settimane motoristiche” organizzate dal 1904 al 1907! Vogliamo aggiungerci le gare del “Circuito di Brescia”, organizzato tra la brughiera di Montichiari e Ghedi, tra le quali è da annoverare nel 1905, la prima Coppa Florio”?

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_schermata_05-2456429_alle_20.33.22.png

La mitica Coppa Florio
Prima Edizione!

 

Allora ricordiamo anche il “Circuito del Garda”, il primo “Gran Premio d’Italia”, sul Circuito della Fascia d’Oro (un semplice ampliamento stradale del Circuito di Brescia), sede naturale di ogni attività in circuito che divenne il nuovo Autodromo Nazionale, inaugurato dopo pochi mesi, nel parco di Monza.

E fu un bresciano anche in questo caso a realizzarlo. Un certo Arturo Mercanti. Accidenti a lui! Proprio a Monza doveva organizzarlo? Naturale che non volessero, in seguito, che partecipasse alla Mille Miglia!

 

schermata%2005-2456429%20alle%2019.51.28.png

 

Sapete cosa fece allora il furbastro? Partecipò in incognito con un curioso pseudonimo: Frate Ignoto! E nessuno si accorse dell'inghippo...

Franco Mazzotti, 22 anni, e Aymo Maggi, 23, due brillanti giovanotti della provincia bresciana, nel dicembre del 1926 presero contatto con Giovanni Canestrini, redattore della Gazzetta dello Sport, primo giornalista specializzato in automobilismo, e con Renzo Castagneto, che organizzava manifestazioni di vario genere, oltre che essere segretario della costituenda sede bresciana del Regio Automobil Club.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_1927_fondatori_maggi_mazzotti_castagneto_canestrini_2.jpg

I Quattro Moschettieri

 

Nasceva così questo gruppo di quattro baldi giovanotti al quale fu affibbiato il curioso soprannome di “I Quattro Moschettieri”! Un nome, un programma! Quale programma? E' presto detto: una gara sportiva con le automobili che non avesse concorrenza. Visto che la capitale Roma era il punto centrale di tutte le manifestazioni, ecco subito ideato una gara che da Brescia raggiungesse Roma e ritornasse.

Mica uno scherzo: 1600 chilometri! Franco Mazzotti era uno che non stava certo fermo a Brescia. Parte per gli Stati Uniti e quando torna ha una bella idea: 1.600 chilometri sono Mille miglia. Ecco trovato il nome della manifestazione automobilista: Mille Miglia!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_2_partenza_1927.jpg

Inizia la grande avventura della Mille Miglia!
Correva l'anno 1927


Penso, senza ombra di dubbio, che mai e poi avrebbero immaginato i nostri Quattro Moschettieri che questo nome sarebbe rimasto nella storia.

E, per cortesia, adesso non chiedetemi di raccontarvi la Storia della Mille Miglia. Sono stati scritti migliaia di libri e centinaia e centinaia di migliaia di articoli su questa affascinante cavalcata, a bordo delle quattro ruote, attraverso l'Italia. E la magia ha contagiato tutto il mondo, in ogni angolo della Terra.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_schermata_05-2456429_alle_19.20.58.png

 Il primo vincitore della Mille Miglia:
il mitico Minoia a bordo di una O.M.


I campioni che hanno fatto la storia dell'automobilismo vi hanno tutti partecipato, italiani e stranieri. Le più importanti case automobilistiche del Mondo si sono cimentate su strade polverose, attraversando paesi e città, tra una folla osannante. Di giorno e di notte. Si è evoluta poi la sua storia. I tempi cambiano, ma la magia è rimasta uguale.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_p5150045.jpg

Zaino con portafortuna!
Foto © Giacomo Danesi

Per l'edizione 2013 ben 1.575 equipaggi, provenienti da tutti i continenti, hanno chiesto di parteciparvi. Però, come afferma il motto evangelico “Molti sono i chiamati ma pochi gli eletti”! Infatti, solo 415 sono stati ammessi, con grande scorno degli assenti. Sarà per la prossima volta...

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_p5150142.jpg

Un piccolo appassionato di fantastiche vetture ha voluto essere ripreso accanto a una splendida macchina: una Bentley modello Derby 3.5 del 1933. Sarà guidata dell'equipaggio svizzero composto da Jean-Claude Meyer e Simon Sturges 
Foto © Giacomo Danesi
 

Li hanno attesi fino all'ultimo momento senza speranza e il comitato organizzatore non ha avuto nessun dubbio nell'accettare la loro richiesta di partecipazione, come avevano fatto in precedenza per tanti anni. Stiamo parlando dei coniugi bresciani Guido  Foresti ed Elda Scalvenzi, scomparsi il 4 gennaio 2013 in Venezuela con gli amici Missoni.

Purtroppo non si sono presentati alla partenza in Viale Venezia a Brescia. Ma molti  partecipianti alla Mille Miglia hanno voluto ricordarli mettendo sulle proprie vetture un adesivo  con scritto: Guido corre con noi!

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_guido0001.jpg

 

Brescia, la capitale di questa splendida avventura, è stata e lo sarà in questi giorni, in pieno fermento. Che spettacolo la città e che spettacolo all'Expo Brescia – Fiera di Brescia per la consegna del numero di gara e delle verifiche tecniche! Mai in nessun luogo al mondo è possibile ammirare in un colpo solo tanti e tali immensi capolavori della tecnica.

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_schermata_05-2456429_alle_19.20.37.png

Una rara immagiine di Piazza della Vittoria in Brescia negli anni '30. Di spalle la mitica e controversa statua del Bigio, fonte in questi ultimi tempi di forti polemiche. La statua, infatti, dovrebbe a breve essere ricollocata nella piazza.

Il giorno della partenza, per questa edizione fissato per il 16 maggio 2013, spettacolare la sfilata percorsa dalle vetture, che una marea di gente ha potuto ammirare, per raggiungere Piazza della Vittoria per il rito della punzonatura.

Tutto questo sotto una pioggia battente da far paura. Ma la pioggia per la Mille Miglia fa parte della tradizione. Le poche volte che il sole l'ha accompagnata, sembrava perfino una anomalia!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_schermata_05-2456429_alle_18.21.30.png

Due concorrenti ripresi in una rara
giornata di sole di una passata edizione!


Mi confidava un concorrente, l'Avvocato Tiberio Cavalleri, che parteciperà con una Austin Martin del 1933 in compagnia del medico siciliano Giovanni Moceri, vero specialista quest'ultimo delle gare di regolarità, che partecipare alla Mille Miglia è adrenalina pura per tutto il tempo occorrente a percorrere mezza Italia. Senza contare prima e dopo la gara! Lo scorso anno questa coppia arrivò terza al traguardo di Brescia.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_970319_652183441465215_940802472_n.jpg

La favolosa Aston Martin del 1933 con la quale parteciperanno la coppia Moceri - Cavalleri. Nella foto Tiberio Cavalleri ripreso con la moglie Cristina  e un tecnico, al termine delle verifiche tecniche.
Foto © Giacomo Danesi

La partenza del primo concorrente, come tradizione, è avvenuta da Viale Venezia giovedì 16 maggio alle ore 18.45. Primo traguardo da raggiungere nella notte: Ferrara. Venerdì 17 maggio (venerdì 17?), alle ore 8.00 partenza con destinazione Roma.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_cartina_low.png

Il duro ma affascinante
itinerario dell'edizione 2013



La prima vettura arriverà nella capitale alle ore 21, dove sfileranno tutte per Castel Sant'Angelo e per il centro di Roma.

Suonerà presto la sveglia sabato 18 maggio. Infatti, alle ore 6.30 partenza della prima vettura con destinazione Brescia, in Viale Venezia. Orario previsto per la prima vettura ore 22.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_p5150109.jpg

Guanti automobilistici (Particolare)
Foto © Giacomo Danesi 

Due giorni intensi, di emozioni, gioie e delusioni. Come la vita di tutti i giorni. O quasi.

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_millemiglia_1000_xoncorso0001.jpg

 

Dimenticavo. Ami fotografare? Allora partecipa al I° Concorso Fotografico Bruno Boni! Sono in palio numerosi premi!


Link correlati

La nostra pagina sulla città e provincia di Brescia

Il Museo della Mille Miglia

Il Meteo a Brescia

Il Meteo a Roma

Il Video

La Mille Miglia è su Facebook

Anche il Gazzettino del viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi