Messaggio

"bel Fresc": un fantastico B&B tra i più belli al mondo




 FRANCIACORTA:"bel Fresc":
Un
fantastico B&B
tra i più belli al mondo!

b_600_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_torre.png

Adro (BS): Una bella immagine della torre merlata
del
paese franciacortino, immerso nei vigneti.


di
Giacomo Danesi

 
ADRO (BS), 21 Giugno 2019 - Il posto: Adro, in provincia di Brescia, a ovest, in un territorio noto con il nome di Franciacorta, ai confini con la provincia di Bergamo. Raggiungerlo è facilissimo. Dista  5 km da Sarnico, 8 km da Iseo, 25 km da Brescia e dall'Aeroporto Milan Bergamo Airport di Orio al Serio, il quale è facilmente raggiungibile tramite l'autostrada A4, il cui casello di Palazzolo sull'Oglio dista da Adro 2 chilometri!

Adagiato ai piedi del Monte Alto, dalla cui sommità a nord sì può ammirare la catena di monti delle Prealpi, ai cui piedi si adagia il Lago d'Iseo o Sebino dal quale al centro si erge Montisola, la più grande isola sui laghi d'Europa, quest'anno terza classificata all' "European Best Destination 2019”.

Allo stupito spettatore che salirà sul Monte Alto, dopo aver ammirato a nord le Prealpi e in basso il lago e Montisola, gli basterà volgere lo sguardo a sud per perdersi in una visione fantastica sulla Pianura Padana.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_alto.png

Adro: sommità del Monte Alto. Una splendida,
anche se parziale, visione dell Lago d'Iseo.

Non prima però di intercettare con lo sguardo il Monte Orfano che il principe Eugenio di Savoia, salitovi nel 1701, non esitò a definire: "Il più bel punto di vista che ha l'Italia"!

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_2.png

Adro, provincia di Brescia, in Franciacorta.
Sullo sfondo il Monte Orfano.


Chi ha la ventura di transitare in macchina sulla autostrada A4, proveniente da Brescia con destinazione Bergamo e successivamente Milano, a una ventina di chilometri dalla città volgendo lo sguardo a destra noterà, in località Erbusco, Villa Lechi fatta costruire verso la fine del XVI secolo dai Martinengo. Sotto l'aspetto architettonico è sicuramente la più bella villa della Franciacorta!
  

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_villa.jpg

Erbusco (Bs): Villa Lechi.

Sempre dalla autostrada A4, lo stupito viaggiatore, superato Erbusco, alla sua sinistra ecco il Monte Orfano. Volgendo, invece, lo sguardo a destra sarà sicuramente attratto dalla visione della imponente Torre merlata adagiata su una piccola altura ai piedi del Monte Alto, che sovrasta l'abitato di Adro, e la sua celebre "Cesa de Ader", ovvero la Chiesa Parrocchiale di Adro.
b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_1.png
Perché celebre?
E' presto detto. La chiesa fu costruita un paio di secoli fa, gratuitamente, frutto di quasi 150 anni di duro lavoro da parte degli abitanti del piccolo paese franciacortino. Nel bresciano, ma anche nelle vicine province, quando una persona lavora e non è pagata, pronuncia spesso la celebre frase: "Arda che me laure mia per la Cesa de Ader!", ovvero: "Io non lavoro per la Chiesa di Adro!", sotto intendendo così che la sua prestazione lavorativa deve essere pagata e non elusa!

Pochi sanno, compresi anche molti adrensi, che ad Adro abitava nell'800 la famiglia Dandolo, che tanto diede al Risorgimento italiano. Due dei loro figli, Emilio ed Enrico Dandolo, furono due patrioti, ed Enrico mori tragicamente nella battaglia a Villa Corsini, mentre Emilio morì di tisi. Entrambi sono sepolti nel sacello dedicato alla famiglia nel cimitero di Adro, lassù sulla collina.

 

ccc.png

 Il patriota Enrico Dandolo,
morto a Villa Corsini a Roma.


La Casa di Famiglia ad Adro dei Dandolo è ora sede del'Amministrazione Comunale della cittadina bresciana. Molti personaggi illustri della cultura e dell'arte frequentavano allora lo storico palazzo, ospiti della contessa Ermellina Maselli Dandolo. Tra questi Arrigo Boito, Aleardo
Aleardi, Emili
o Praga e tanti altri.

Sembra che anche Giuseppe Verdi non disdegnasse di tanto in tanto di far visita  alla Contessa Ermellina Bargnani Dandolo. Tra i cimeli rimasti a palazzo, c'è una piccola foto del musicita con la sua firma autografa, e un pianoforte dove, sembra, abbia più volte suonato.


b_600_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_4.png

Palazzolo Bargnani Dandolo,
ora sede del Comune di Adro.

A pochi metri dal Palazzo Comuale, ecco la chiesa di famiglia, la cui forma è forse unica in Italia.

6.pngAdro: la Chiesa di famiglia
Bargnani Dandolo.


Il cimitero di Adro è in una posizione splendida ed è anch'esso prezioso sul piano culturale. Lassù fa bella mostra di sè la Chiesa di Santa Maria Asssunta, dichiarata monumento nazionale.

Al suo interno un ciclo d'affreschi che lo storico Guerrini fa risalire alla scuola di Floriano Feramolla (1480 c.-1528), fa bella mostra di sé dopo il restauro portato a termine da Giuseppe Simoni e Costante Belotti  negli anni 1974-1975.

Se non verranno presto però iniziati i lavori di restauro, l'intera volta interna rischia di collassare...


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_3.png

Adro: una inedita foto della Chiesa di Santa
Maria Assunta, in Cimitero, sotto la neve.

 
Tra i tanti tesori che Adro raccoglie sul suo territorio, mi limito a citare la splendida chiesa di Santa Maria in Favento, con affreschi datati 1486! Poteva un simile paese, splendido per posizione e per i tesori che racchiude, passare in Alto loco inosservato? Certamente no!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_mad.png

La Cava dell'Oneto negli anni '50. In alto il
Santuario della Madonna della Neve.


Infatti, il giorno l’8 luglio del 1519, esattamente 500 anni fa, la Madonna presentatasi con l'inedito titolo di Avvocata dei Peccatori, apparve a un pastorello sordo muto di Adro, tale Battista Comino Bajoni. 

Ecco un mio articolo sulla incredibile storia della Madonna della Neve, che si festeggia ogni anno il 5 di Agosto, a
ricordo della nevicata romana avvenuta nel Miracolo della neve a Roma: il 5 agosto a Santa Maria Maggiore
358 d.C. nella notte tra il 4 e 5 agosto a Santa Maria Maggiore in Roma...

 

s.png

Adro: lo splendido Santuario dedicato alla Madonna della Neve.
Lo stesso è meta di numerossi pellegrinaggi durante l'anno,
E' gestito dai PP. Carmelitani Scalzi, i quali hanno accanto
anche una prestigiosa Scuola Paritaia "Madonna della Neve." 

 

Sarà bene ricordare che la Franciacorta è terra di prestigiosi vini. Adro, il suo territorio, è letteralmente immerso nei vigneti dove note aziende nazionali producono vino con etichette premiate in tutto il mondo!

Chi volesse visitare questa stupenda località franciacortina, dove potrebbe trovare alloggio in paese?  Ahinoi! Non ci sono alberghi ne pensioni ad Adro. Però, udite udite, c'è uno dei più bei
Bed and Breakfast al mondo!

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_bbb.png

Per la cronaca ho 74 anni, giornalista anche di viaggio, da oltre 35 anni e posso vantarmi di aver visto molto in tutti e 5 i continenti. Per quanto riguarda l'alloggio non mi sono mancati i più prestigiosi Hotel ma anche i B&B.

Ebbene, scoperta recentissima, a 200 metri dalla mia abitazione mi trovo un B&B di ben 60 metri quadrati, splendidamente arredato, con piscina, prato e uno splendido esemplare di Cedro Deodara che domina il luogo!

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_p.png

B&B "bel Fresc" ad Adro (Bs), in Franciacorta:
la piascina e lo splendido Cedro Deodara.

Un breve inchiesta tra gli abitanti del paese mi ha fatto capire che nessuno ne sapeva niente della sua esistenza.

Tra le persone anziane poi, suonava strano perfino la sigla B&B! Non parliamo poi del nome della struttura turistica: "bel Fresc"!

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_aaa.png

 

Un classico. Rimasi di sasso quando i titolari, la signora Eddy Della Torre e il marito Gino Cerotti, mi invitarono a visitarlo. Mi trovai davanti a una struttura incredibile. Immediato il pensiero a Beppe Severgnini quando scrisse che a un albergo non chiediamo uniformità e prevedibilità.

Chiediamo di essere trattati come casi unici in un posto unico per un’occasione unica.  Il pensiero vale non solo per l'albergo ma anche per i B&B... immagino!

 b_600_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_z.png

 La cucina con il caminetto...
Foto @ Alessandro Belussi

 

Ai titolari chiesi immediatamente a quanto ammontasse il costo giornaliero. "Euro 40 per persona" è stata la risposta. Pensavo molto di più. Prima colazione compresa. Pulizia a cura del cliente.

Nessun problema per gli stranieri che rifiutano sempre che qualcuno si faccia carico della pulizia dei locali. Quando il soggiorno è terminato lasciano tutto in perfetto ordine. Non così gli italiani...


b_600_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_q.png
La stanza da letto!
Foto @ Alessandro Belussi


A proposito di clienti. Da quali parti del globo giungono fino a noi? "Da tutto il mondo", esclama la signora Eddy. "Tra gli europei spiccano i tedeschi, francesi e olandesi. Ma non mancano gli americani, i brasiliani, coreani, ecc.

Non molto tempo fa abbiamo avuto il gradito soggiorno di  Christopher Wurst, diplomatico americano di stanza a Milano, con la gentile consorte, una splendida donna di professione ballerina: la signora Kjara Staric."

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_b.png

 I servizi igenici.
Foto @ Alessandro Belussi


Lo splendido B&B si trova ad Adro (Bs), in Franciacorta, nella parte alta del paese, in via Cairoli 35/a.

Il curioso nome è proprio scritto così: "bel Fresc", ovvero nella lingua ufficiale del paese: il dialetto bresciano. 


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.adanesi_000.ADROBB_a6.png
Un delizioso angolo del prestigioso B&B bresciano.
Foto @ Alessandro Belussi


Nelle Informazioni Generali troverete tutti i riferimenti necessari per mettersi in contatto con la struttura.

E' aperto da Aprile a Dicembre. Fa farte del circuito Airbnb.

Informazioni Generali

Link correlati

La Regione Lombardia

La Provincia di Brescia 

Il Comune di Adro

Il Meteo a Adro

Come raggiungere Adro

Link correlati

La nostra pagina Viaggiare infornati

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook


Anche il B&B bel Fresc è su Facebook!

Il direttore del magazine
Il Gazzettino del Viaggiatore

Giacomo Danesi è socio Neos.

 b_150_0_16777215_00___images_0-AA.CONFBS_0-ENTELA_neos_1.png
http://neosnet.it/soci/


Per chi volesse approfondire la conoscenza storica di Adro, segnalo due splendidi volume entrambi scritti da Umberto Perini:

1)"Storia di Adro - La Césa de Ader" pagg. 413, Fausto Sardini Editore 1980.
Edito con il patrocinio della Parrocchia di Adro, nella ricorrenza el IV centenario della visita apostolica di San Carlo Borromeo: 1580 -1980.

2) "Adro: Territorio e vicende storiche", pagg. 387 edito dal Comune di Adro. Realizzazione editoriale Grafo - Brescia, 1989.

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi