Messaggio

Nella Repubblica Ceca il futuro è già adesso




La Via del Futuro

 b_400_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_14.43.53.png

 La Repubblica Ceca:
cuore dell'Europa

 

Nonostante il mondo si ostini a relegare la Repubblica Ceca in un immaginario legato solo alla tradizione e all’esaltazione del passato, un occhio attento può rintracciare ovunque nel Paese tracce di un’anima protesa verso il futuro, da sempre.

In ogni epoca, il popolo ceco ha dimostrato di saper guardare avanti, anche in maniera lungimirante, se non addirittura rivoluzionaria. Dall’architettura all’industria, dai presidi tecnologici ai musei della scienza e della tecnica, dai trasporti pubblici alla città ideale di Bat’a, quello del territorio ceco è un volto moderno, a tratti avveniristico.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_14.52.24.png

Zlín: il grattacielo di Baťa

 

Oggi è archeologia industriale, ieri era già futuro. Fuori dai tradizionali circuiti turistici, c’è una Repubblica Ceca tutta da scoprire, fatta di sudore, ingegno, tradizione, avventura e orgoglio.

Itinerari poco noti e insoliti, conducono là dove le tracce della Cechia operosa parlano di lavoro, fatica, nuove sperimentazioni, intuizioni brillanti e vere e proprie rivoluzioni fatte senza armi ma con menti illuminate e lungimiranti.

In un Paese dai mille volti e dalle infinite risorse, archeologia industriale non può significare solo fabbriche, stabilimenti e ciminiere; i monumenti tecnologici non possono essere solo centrali elettriche e gasometri.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.28.48.png

Praga: la Casa Municipale
in perfetto stile Art Nouveau

 

Nei secoli, la cooperazione vincente tra braccia e cervello ha lasciato sul suolo ceco testimonianze uniche di come l’uomo abbia saputo sfruttare, sfidare, valorizzare, trasformare e difendere la sua terra.

Dai canali d’irrigazione ai viadotti ferroviari, dalle torri panoramiche alle miniere, dai forti di guerra ai mulini, dall’artigianato all’industria, tutto in Repubblica Ceca è motivo di ammirazione.

 

b_500_370_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.00.32.png

Praga: il Metro

 

E di turismo. Un turismo impegnato (ma non troppo, a misura anche di bambino) alla scoperta di come si faceva, come si viveva, come si risolveva, come si viaggiava, come si lavorava, come si costruiva, in passato, fino a gettare uno sguardo sul futuro con siti all’avanguardia e installazioni avveniristiche.

 

Viaggio senza sosta,
verso il domani
Partenza da Praga

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.04.07.png

Panorama praghese

 

Praga città storica ha in realtà un fiero volto moderno. La Praga che rompe con il passato, non lo rinnega ma nemmeno lo rimpiange nel suo slancio verso il futuro, dopo le ultime declinazioni del funzionalismo si affaccia alla seconda metà del XX secolo con nuove architetture, sempre avveniristiche.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.15.53.png

Praga: Brevnov

 

Edifici moderni che nella ricerca di linee pulite e nell’abolizione del superfluo e del decoro si fanno austeri, solenni, indipendentemente dalla loro funzione.

È il realismo socialista dellHotel Crowne Plaza, che richiama i grattacieli moscoviti degli anni Trenta e Cinquanta, del Planetario dalle forme classiciste ed essenziali, dell’Hotel Jalta realizzato dall’architetto funzionalista Tenzer adattatosi alla dottrina politica del momento e di molti altri monumenti improntati al regime.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.09.10.png

L’Hotel Crowne Plaza Praga

 

È poi il turno dello stile internazionale e del tardo-modernismo che regalano a Praga, e al mondo intero, numerosi esemplari di architettura moderna che si attiene rigorosamente alle geometrie e alle proporzioni, ma arriva comunque a concedersi qualche “colpo di testa” e a rompere gli schemi, come nell’edificio Nationale-Nederlande, meglio noto come “la Casa Danzante”.

 

schermata%2001-2456672%20alle%2015.22.00.png
Il Nationale-Nederlande, meglio noto

come  “La Casa Danzante”

 

La sua inconfondibile facciata perde rigidità e sembra mossa da un fremito, tanto che qualcuno in questa plasticità vede il ballo di Ginger e Fred. L’edificio, sovrastato da una cupola trasparente in filo metallico, ricorda certa architettura viennese e, accanto a quella degli architetti locali, porta la firma illustre dell’americano Frank O. Ghery.

 

Va dove ti
porta il vento

 

A contrastare le immagini di guerra, cosa meglio dell’inquadratura rasserenante di un mulino a vento, che gira imperturbabile le sue pale sullo sfondo di campagne silenti? Alti, bassi, in pietra o legno, solitari o annessi a laboratori e fabbriche, dismessi o ancora in uso, i mulini punteggiano l’intero territorio ceco, custodi del bel tempo che fu. Un tempo in cui quei loro ingranaggi erano avveniristici, grande intuizione tecnica che migliorò il lavoro dell’uomo.

In Moravia, ai piedi dei Carpazi Bianchi, segnaliamo il mulino a vento di Kuzelov: un romantico cono in muratura, in stile olandese, sovrastato da un tetto a scandole su cui sono fissate quattro enormi pale traforate. Del 1842, ha smesso di macinare solo nel 1946; oggi è un distaccamento del Museo della Tecnica di Brno.

 

schermata%2001-2456672%20alle%2016.02.54.png

Il mulino a vento di
Kuzelov, in Moravia

 

Insieme alle altre adiacenze rurali del sito, Hornacko offre uno spaccato della vita di campagna e dell’agricoltura tra XIX e XX secolo. Ogni anno, poi, presta il suo scenario al tradizionale Festival del Folklore locale.

Sempre in Moravia, il mulino a vento con turbina di Ruprechtov, monumento tecnico di alto valore e sotto tutela nazionale. Costruito in mattoni nel 1873, l’edificio cilindrico è sovrastato non da normali pale ma da una ruota-turbina eolica Halladay, fatta venire dall’America e unica in Europa. Oggi il mulino ospita un piccolo albergo ma è visitabile su richiesta.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_15.50.46.png

Il Mulino a vento a Ruprechtov è stato raffigurato in
una moneta della Repubblica Ceca del 2009.
È di grammi 7,78, in oro 999,9/1000

 

A Rudice, nel Carso moravo, lungo la Via del Ferro, altro mulino a vento di ispirazione olandese trasformato in museo di storia locale, con sezioni anche su mineralogia, attività mineraria e metallurgia.

 

schermata%2001-2456672%20alle%2016.08.47.png

Il mulino di Rudice

 

Di matrice non olandese ma tedesca, invece, il mulino a vento di Choltice, nella regione slesiana di Opava, del 1883 e protetto dalle Belle Arti. La sua ruota è la più grande del genere di tutta la Repubblica Ceca e ha girato fino alla seconda Guerra Mondiale.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_1.ilfuturo_schermata_01-2456672_alle_16.11.48.png

Il mulino a vento
di Choltice

Gli interni con le attrezzature originali sono perfettamente conservati. Nella stanza della madia sono raccolti attrezzi e utensili per l’industria molitoria e la piallatura.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-aaadanesi_REPUBBLICACECA_schermata_01-2456672_alle_16.39.24.png

ll mulino di Bravinné,
nell’area di Poodri


Ancora di tipologia tedesca il mulino di Bravinné, nell’area di Poodri. Ultimo di una serie di mulini che sorgevano nei pressi di Bilovec, l’edificio a pianta rettangolare è ben conservato così come buona parte del sistema di macinazione interno. La ruota eolica ha un diametro di 16 metri.

(1. Continua)


Info: Ente Nazionale Ceco per il Turismo 
Via G. B. Morgagni 20,

20129 Milano 
Tel.:+ 39 02 20422467  - Cell.: +39 340 5341455  

http://italy.czechtourism.com

 Link correlati

Dove siamo nel Mondo 

Documenti prego!   

Io prima di partire mi assicuro

La nostra pagina sulla Repubblica Ceca

... e su Praga

Per non smarrirsi nel Mondo

Il Meteo 

 Come arrivare

La compagnia aerea di bandiera è Czech Airlines - CSA (ww.czechairlines.it). Praga dall'Italia si raggiunge inoltre con Wizzai (www.wizzair.com), Easy Jet (www.easyjet.com), Air One  (http://flyairone.com) e Smartwings (www.smartwings.com).
 Per Brno c'è invece Ryanair (www.ryanair.com/it).

 Oltre che in aereo si può 
andare in Auto e in Bus

Per chi viaggia in automobile la strada più breve passa attraverso ilrennero per poi proseguire in Austria verso  Innsbruck, e la Germania verso Monaco di Baviera e Ratisbona fino alla frontiera.

Un secondo itinerario, da preferire nei periodi di affollamento del Brennero, passa per la Svizzera attraverso il valico di Como-Chiasso, prosegue verso il lago di Costanza e passa da Norimberga. 

... o in pullman:

Studentagency (www.studentagency.cz)

Eurolines (www.eurolines.it)
Tourbus (www.tourbus.cz

Articoli correlati

La nostra pagina: Benvenuti in Europa

Io vado a sciare in Repubblica Ceca

La via dell'Ebraismo in Repubblica Ceca (1)

La via dell'Ebraismo in Repubblica Ceca (2)

Il Golf? In Repubblica Ceca!

Vado in Repubblica Ceca per Monasteri...



Repubblica Ceca: le radici cristiane



Moravia Meridionale:
sulle orme della Fede




Sulle orme di San Giovanni Nepomuceno


Praga Caput Regni



Il Patrimonio dell’Unesco nella Repubblica Ceca

Il Paradiso Boemo

Dove fu inventata la zolletta di zucchero?
A Dačice, nella Repubblica Ceca!



Boemia Occidentale: il fascino dei Castelli 

 Su Facebook!   

Ente Nazionale Ceco per il Turismo 

Repubblica Ceca e Slovacchia in Foto 

Storia Arte e Cultura a tutto tondo

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi