Messaggio

Vado in Repubblica Ceca per Monasteri e Castelli...




VIAGGIO TRA I CASTELLI
E
I MONASTERI DELLA CECHIA

 b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_schermata_05-2456427_alle_11.35.58.png

Il Palazzo di Konopiste

C’era una volta un regno dove re e regine, principi e principesse vivevano dentro fortezze inespugnabili, al sicuro da attacchi e invasioni. Per la gente comune, là fuori, l’unico rifugio erano i monasteri, luoghi sacri da non violare, dove la guerra si combatteva con la preghiera.

Oggi quel regno si chiama Repubblica Ceca e degli sfarzi e splendori nonché della solennità d’un tempo conserva ancora tracce indelebili.

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_schermata_05-2456427_alle_12.41.44.png

Una splendida immagine
del Monastero di Sázava

Tutta la magia di aristocratici trascorsi ma anche il ricordo di un passato burrascoso e a tratti cruento rivivono ai giorni nostri grazie ai castelli, le residenze nobiliari e le fortezze che affollano l’intero Paese.

Se ne contano quasi duemila, di proprietà dello Stato ma soprattutto di privati spesso discendenti di nobili casate, e ben 200 sono visitabili tutto l’anno o almeno nella stagione estiva. Alcuni solenni, altri fastosi, inespugnabili o leggiadri, hanno tutti storie, segreti e qualche curiosità da raccontare…

Da Nord a Sud, dal cuore della capitale a speroni di roccia sperduti, dalle aspre fortezze inespugnabili alle eleganti dimore nobiliari sarebbe impossibile racchiudere qui tutto il denso passato e lo straordinario patrimonio architettonico – non di rado sotto effige Unesco - della Repubblica Ceca, ma esiste un itinerario ad hoc che fornisce una bella panoramica.

E’ la Via delle Rocche, tratto ceco della celebre Burgenstrasse che da Mannheim, in Germania, conduce a Praga tra torrioni, mura merlate e fossati. Ma anche fuori da questo itinerario, non si contano i siti nobiliari che impreziosiscono il Paese.

 

schermata%2005-2456415%20alle%2015.40.11.png

 Una cartina nella quale è
evidenziata la famosa Via delle Rocche


In questa prima puntata parleremo di alcuni degli splendidi monasteri di cui è ricca la Repubblica Ceca. Monasteri che da soli meritano un viaggio in questa straordinaria nazione. Nella prossima puntata illustrermo, invece, famosi castelli.

 

PACE IN TERRA
NEI MONASTERI

 

schermata%2005-2456427%20alle%2011.28.43.png

Il Monastero di
Broumov

Broumov è uno questo splendido monastero benedettino costruito nel XIV secolo dopo che il re boemo Přemysl Ottocaro II regalò ai monaci il castello gotico, ristrutturato e riconvertito successivamente in convento. Nel XVIII secolo fu trasformato, per mano dei Dientzenhofer, nel capolavoro barocco che ancor oggi si presenta a noi.

 

b_400_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_MONASSTERI_schermata_05-2456427_alle_09.23.17.png

La biblioteca
del convento

Tra le curiosità, la straordinaria biblioteca con circa 17 mila volumi, la copia della Sacra Sindone di Torino, un abito religioso ricoperto di rubini di Boemia e 34 mummie conservate nei sotterranei.

Altro straordinario luogo di fede e d’arte in Repubblica Ceca è il complesso di Brevnov,  a Praga, il più antico monastero maschile di Boemia. Condannato alla rovina durante il regime comunista, dopo la rivoluzione di velluto viene “riconquistato” dai benedettini che gli restituiscono con certosino lavoro l’antico splendore, giusto in tempo per celebrare in bellezza i suoi 1000 anni, nel 1993.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_MONASSTERI_schermata_05-2456427_alle_09.30.55.png

La chiesa del Monastero
premonstratense di Strachov (Praga)


Splendida l’abbazia barocca consacrata a Santa Margherita, la cripta romanica dell’XI secolo e la prelatura barocca con la sala Teresiana. Fondato nel 1140, il monastero di Strahov, di proprietà dell’ordine dei frati premostratensi, deve il suo favoloso aspetto barocco agli interventi architettonici subiti nel XVIII secolo. Del complesso fanno parte la chiesa dell’Assunzione di Maria, la pinacoteca e la biblioteca con le sale storiche.

 

b_400_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_schermata_05-2456427_alle_11.06.11.png

Un prezioso volume del 1440 esposto
in una delle sale della biblioteca

 

Quello di Rajhrad è uno dei più straordinari monumenti storici e religiosi della Moravia meridionale. Tartassato da diverse guerre, fu ristrutturato in grande stile nella prima metà del ‘700 e più avanti promosso ad abbazia autonoma. La sua chiesa intitolata ai Santi Pietro e Paolo è un capolavoro firmato dall’architetto Santini.

 

schermata%2005-2456427%20alle%2009.42.51.png

L'interno della Chiesa di San Pietro e Paolo
dell'architetto Jan Blažej Santini Aichel,
chiamato anche Giovanni Biagio Santini

Foto @ Jiří Milek

 
Nella valle romantica del fiume Střela se ne sta disteso il monastero di Plasy. Fondato dai frati cistercensi, in passato subì alcune ristrutturazioni di cui la più importante è certamente quella realizzata secondo i progetti dei famosi architetti Santini e Dienzenhofer. Il convento ospita un’esposizione barocca di recente apertura e una pregevole biblioteca.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_MONASSTERI_schermata_05-2456427_alle_10.01.23.png

Il monastero di Plasy


Nel monastero di Sázava si celebrano quest’anno i 1150 anni dall’inizio della missione dei fratelli bizantini, i santi Cirillo e Metodio, che portarono nella Grande Moravia la fede cristiana. l pellegrinaggio in loro onore si svolgerà il 22 giugno, con un pensiero particolare anche ai bambini e con un ricco programma culturale di spettacoli e concerti. In occasione del giubileo millenario sarà allestita la mostra “Icona – finestra su un altro mondo”.

 

schermata%2005-2456427%20alle%2010.07.57.png

Una splendida icona raffigurante
i Santi Cirillo e Metodio

Ma Sazava festeggia anche un altro importante anniversario: i 960 anni dalla morte di San Procopio, patrono della nazione ceca. Il monastero tra l’altro sfoggia ora, appena restaurato, il quarto affresco della storia del convento. L’8 e 9 giugno è in programma il "Weekend dei giardini aperti“, con la straordinaria opportunità di visitare broli conventuali fin qui mai aperti al pubblico, con tanto di visita alla misteriosa grotta dedicata a San Procopio, che qui fece grandi miracoli.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_schermata_05-2456427_alle_10.16.13.png

Il Monastero di Sázava

Klášter Chotěšov, infine, è un gioiello in pericolo, inserito nella lista dei 100 monumenti storici mondiali a rischio di sparizione. Per questo motivo, al suo interno è tutto un fermento di eventi e iniziative, tutte con l’obiettivo di salvare il monastero.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-ALIBANO_REPUBBLICACECA_schermata_05-2456427_alle_10.48.22.png

Una visione aerea del
Monastero di Klášter Chotěšov

La struttura è aperta al pubblico tutte le domeniche da maggio a settembre, oltre che ovviamente in occasione di eventi speciali. Dai pressi del monastero parte tra l’altro il sentiero didattico “La natura e gli uomini“, realizzato dal Centro di Educazione Ecologica Ametyst.

 

Info: Ente Nazionale Ceco per il Turismo 
Via G. B. Morgagni 20, 20129 Milano 
Tel.:+ 39 02 20422467  - Cell.: +39 340 5341455    

 http://italy.czechtourism.com

 

Link correlati

Dove siamo nel Mondo 

Documenti prego!  

Io prima di partire mi assicuro 

La nostra pagina sulla Repubblica Ceca

... e su Praga

Per non smarrirsi nel Mondo

Il Meteo

Come arrivare

La compagnia aerea di bandiera è Czech Airlines - CSA (ww.czechairlines.it). Praga dall'Italia si raggiunge inoltre con Wizzair(www.wizzair.com),  Easy Jet (www.easyjet.com), Air One (http://flyairone.com) e Smartwings (www.smartwings.com).
Per Brno c'è invece Ryanair (www.ryanair.com/it).

Oltre che in aereo si può
andare in Auto e in Bus

Per chi viaggia in automobile la strada più breve passa attraverso il Brennero per poi proseguire in Austria verso  Innsbruck, e la Germania verso Monaco di Baviera e Ratisbona fino alla frontiera.

Un secondo itinerario, da preferire nei periodi di affollamento del Brennero, passa per la Svizzera attraverso il valico di Como-Chiasso, prosegue verso il lago di Costanza e passa da Norimberga. 

... o in pullman:

Studentagency (www.studentagency.cz)

Eurolines (www.eurolines.it)
Tourbus (www.tourbus.cz

Articoli correlati

Il Golf? In Repubblica Ceca!




Repubblica Ceca: le radici cristiane

Moravia Meridionale:
sulle orme della Fede



Sulle orme di San Giovanni Nepomuceno


Praga Caput Mundi



Il Patrimonio dell’Unesco nella Repubblica Ceca

Il Paradiso Boemo




Dove fu inventata la zolletta di zucchero?
A Dačice, nella Repubblica Ceca!



Boemia Occidentale: il fascino dei Castelli
 

Su Facebook!   

Ente Nazionale Ceco per il Turismo 

Repubblica Ceca e Slovacchia in Foto 

Storia Arte e Cultura a tutto tondo

Anche il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi