Messaggio

Aquisgrana: crocevia di storia, cultura e tradizioni




Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/bolla.jpg
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/10 fouquet - carlo magno incoronato a san pietro a roma.jpg
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/catt.png
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/tomba di carlo magno.jpg
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/municipio.jpg
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/aquisgrana2.jpg
There was a problem loading image /home/d81mayax/IGDV/magazine/images/AQUISGRANA/images.jpg


La Città di Carlo Magno

bolla.jpg

Carlo Magno imperatore conferma a Manfredo,
della città di Reggio, la restituzione dei suoi beni ereditati
Aquisgrana, 17 luglio 808
Membranaceo, cm 49x30 con sigillo 
Modena, ASMO, Archivio di Stato di Modena, Archivio segreto estense, casa e stato, Documenti riguardanti la casa e stato, s. generale, membranacei, cassetta 1 n. 5
 

Legata indissolubilmente alla storia di Carlo Magno e crocevia di culture, storie e tradizioni, Aquisgrana è la meta ideale per un city-break di primavera. Questa piccola-grande città, sita nella regione della Renania Settentrionale-Vestfalia, è punto di partenza per scoprire l’Euro-Regione fra Germania, Olanda e Belgio ma è anche un luogo ideale per trascorrere un fine settimana all’insegna della storia, della cultura e del relax.

Infatti ad Aquisgrana si trova, tra gli altri monumenti di particolare interesse, la cattedrale più antica dell’Europa Settentrionale, la “città dell’Imperatore” . La cittadina tedesca è anche conosciuta come la città dell’acqua, grazie alla millenaria tradizione termale.

Grazie a Germanwings, che offre voli da diverse città italiane per l’aeroporto di Colonia/Bonn, da cui è possibile raggiungere Aquisgrana in treno o in automobile, è possibile scoprire una città dallo spirito europeo e dalla storia secolare.

  

La Città dell'Imperatore

 

La secolare storia di Aquisgrana (Aachen in tedesco) è indissolubilmente legata alle vicende di Carlo Magno e del Sacro Romano Impero. Colui che è considerato il padre fondatore dell’Europa fu incoronato a Roma, nella notte di Natale dell’800 dopo Cristo, ma è ad Aquisgrana che decise di situare la capitale del proprio regno. È quindi in questa graziosa e ricca città che vanno ricercate le tracce dell’Impero carolingio, della rinascita delle arti e della letteratura, della giustizia moderna e dell’architettura.

 

10%20fouquet%20-%20carlo%20magno%20incoronato%20a%20san%20pietro%20a%20roma.jpg

L'incoronazione di Carlo Magno
 

Seguendo la strada di Carlo Magno è possibile scoprire e vivere in prima persona una città che raccoglie in sé tradizioni e culture differenti che si riflettono nello spirito vivace e cosmopolita degli abitanti di Aquisgrana.

Intorno al centro storico si sviluppa una città ricca di edifici moderni e storici, tra i quali spicca sicuramente la cattedrale, gioiello della città e primo sito tedesco ad essere stato dichiarato, nel 1978, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Quella di Aquisgrana è la cattedrale più antica dell’Europa del Nord.

 

catt.png

La Cattedrale di Aquisgrana (Particolare)
 

Insieme di stili diversi, ha il suo centro nella straordinaria Cappella Palatina, voluta da Carlo Magno, dalla famosa forma ottagonale. Nella camera del tesoro è conservata una collezione unica di oggetti, gioielli e reliquie che raccontano la storia della città e della sua chiesa. E’ nella cattedrale della sua Aquisgrana che Carlo Magno volle essere sepolto, ed è qui che, per 600 anni e sul suo trono di marmo, furono incoronati 30 Imperatori del Sacro Romano Impero.

 

tomba%20di%20carlo%20magno.jpg

La Cappella Palatina
 

Quasi contiguo alla cattedrale si trova l’imponente municipio gotico di Aquisgrana. Il municipio risale al XIV secolo e va visto come un elegante esempio di architettura gotica e per i magnifici affreschi di ispirazione romantica che ripercorrono la storia dell’imperatore carolingio.
 

 

municipio.jpg


A spasso per Aquisgrana
Terme, Musei e Café 

 

Aquisgrana, come si evince dal nome stesso, è chiamata anche città dell’acqua: il nome tedesco Aachen infatti deriva dalla parola “ahha” (acqua). Furono per primi i romani ad apprezzare le sorgenti termali dell’area, che forniscono acque ricche di minerali che agiscono positivamente sui reumatismi e sulla pelle. La versione moderna dei bagni romani sono oggi le Carolus Thermen, elegante complesso municipale wellness & spa con numerose piscine termali interne ed esterne a diverse temperature, saune finlandesi e giapponesi, hamman, trattamenti benessere ayurvedici, massaggi, ristoranti e uno shop (http://www.carolus-thermen.de) aperte tutti i giorni dalle 09.00 alle 23.00. Ingresso: 12€, nel weekend fino a due ore e mezza.

 

aquisgrana2.jpg

 

L’importanza dell’acqua per Aquisgrana è testimoniata dalle numerosissime e curiose fontane che adornano il centro storico, molte raffiguranti Carlo Magno, ma anche animali, principesse e scene di vita quotidiana.

Una menzione particolare per Aquisgrana meritano il Museo Suermondt-Ludwig, che presenta preziose opere d’arte e dipinti dal medioevo ai nostri giorni, sculture e manufatti artistici (www.suermondt-ludwig-museum.de); il Museo Couven, tipica casa borghese del ‘600 dove sono stati ricostruiti ambienti di fine ‘700 e ‘800 (www.couven-museum.de) e il curioso Museo dei “Printen”dedicato ai biscotti di pan pepato e miele tipici della città.

 

images.jpg

Il Couven Museum

 

E dopo la visita al centro storico, ai musei e una impedibile pausa alle terme, una meritata pausa di relax con un buon caffè sulla terrazza del rigoglioso parco termale di Burtscheid, a sud della città. Per vivere una serata all’insegna del divertimento invece è da non perdere il Pontviertel, il quartiere latino, vero e proprio luogo d’incontro dei numerosi studenti che raggiungono Aquisgrana ogni anno per frequentare il rinomato Politecnico. In questo quartiere, facilmente raggiungibile dal centro percorrendo la Pontstraße, si respira un’atmosfera rilassata e allo stesso tempo frizzante, grazie ai numerosi locali e ristoranti dove trascorrere una piacevole serata.

 

Come arrivare
 

Voli Germanwings da Milano Malpensa, Roma Fiumicino, Venezia (Treviso), Bologna, Bari, Napoli, Catania e Pisa per l’aeroporto di Colonia/Bonn. I biglietti possono essere acquistati online su www.germanwings.com, telefonando all’199 25 70 13 o presso le agenzie di viaggio. Per raggiungere Bonn e la Valle del Reno si può prendere una macchina a noleggio (convenzioni con Sixt e Avis per i passeggeri Germanwings) o viaggiare in treno (www.dbitalia.it).

 

Link correlati

Dove siamo nel Mondo

Documenti prego!

Io prima di partire mi assicuro...

Per non smarrirsi nel Mondo

La nostra pagina sulla Germania

Il Meteo

Il Video 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi