Messaggio

Alsazia regione di frontiera




 

La più tedesca
delle regioni Francesi

 

 alsazia%201.png

 

di

Giacomo Danesi
(*)

 

Che strana regione l’Alsazia! Posizionata al confine sud della Germania, con il fiume Reno a delimitarla, la regione francese fa da spartiacque tra la Foresta Nera e le montagne dei Vosgi.

Splendido territorio conteso l’Alsazia! Né sanno qualcosa gli abitanti della regione che dal 1817 ai giorni nostri hanno dovuto cambiare nazionalità quattro volte. E si vede…anzi, si sente nella pronuncia, lo si constata nel comportamento ed è evidente nella gastronomia.

Perché un italiano dovrebbe visitare l’ Alsazia? Per mille ed un motivo. Il primo è per vedere dove oggi l’Europa ha il suo parlamento. Scoprirebbe quanto è bella Strasburgo, posta com’è a meta strada tra Parigi e Praga. Esatto l’appellativo “crocevia d’Europa”. Città storica Strasburgo, che nel 1988 ha compiuto 2000 anni.

 

parlamento.png

 

Camminando per la città non potrete certo evitare la mitica cattedrale che Victor Hugo definì “prodigio del gigantesco e del delicato”. Ammirarla nei suoi particolari esterni, per poi entrare e rimanere senza fiato, è un tutt’uno.

Non mi azzardo nemmeno a raccontarla. Ma all’interno non posso non ricordare l’Orologio Astronomico, tutt’ora funzionante. Da non mancare alle ore 12.30 di ogni giorno la serie di automi che si mettono in moto al gran completo. Uno spettacolo bellissimo!

Davanti all’orologio ecco, invece, il famosissimo “Pilastro degli Angeli "dove l’artista in maniera, assolutamente originale, rappresenta in maniera mirabile il Giudizio Universale.

Camminare per la città è ripercorrere la storia. Da vedere il quartiere della vecchia Strarburgo noto come La Petite France, un tempo quartiere dei pescatori, dei mugnai e dei conciatori. Oggi è il cuore della città. Naturale prolungamento de La Petite France sono i Ponti Coperti, anche se dal XVIII secolo non ci sono più. Quattro torri del XIV sembrano, però, ancor oggi voler proteggere la città.

 

b_450_0_16777215_00___images_Danesi_alsazia_strasbourg-la-petite-france-.jpg

 

Ma in Alsazia una città che non conoscevo mi ha conquistato: Colmar, nell’Alsazia centrale, vicino alla Germania e alla Svizzera, tra Strarburgo e Bàle, tra i Vosgi e il fiume Reno.

Veramente una città d’arte Colmar. Certo, avevo sentito parlare dei suoi due musei. Sapevo che il museo Vnterlinden, situato in un vecchio convento del 13° secolo, conteneva l’opera principale della storia dell’arte, ovvero il “Retable d’Issenheim” di Matthias Grunewald. Ma potersi sedere davanti a quel capolavoro, con quel Cristo in Croce da far rabbrividire, è emozione fortissima.

 

b_450_0_16777215_00___images_Danesi_alsazia_le_retablo_dissenheim_photo_-_franois_gauthier_foto_in_pbase.png

 

Camminare per Colmar riconcilia l’uomo con la natura, con l’arte, con la bellezza. La sua isola pedonale è la più vasta delle città europee, in rapporto alla superficie quadrata della città.

 

b_300_0_16777215_00___images_Danesi_alsazia_colmar.png

 

Ma l’Alsazia è famosa anche per la sua strada dei vini. Ogni anno, a marzo, le 480 cantine sono aperte al pubblico. Se vi trovate dalla parti di Niedermorschwihr andate alla cantina di Albert Boiler, in rue 78 des Trois-Epis. Sarete ricevuti da Isabella Sipp che vi farà assaggiare i suoi splendidi vini.

 

b_450_0_16777215_00___images_Danesi_alsazia_confettura.jpg

 

Sempre in questo piccolo paese, e nella stessa via, c’è una signora conosciuta in tutta la Francia: madame Christine Ferber. Perché è così famosa? Quando entrerete nel suo negozio e assaggerete le sue marmellate allora capirete che per la linea sicuramente è un danno, ma per il palato una vera delizia.

 

 

Link correlati

Dove siamo nel Mondo

Documenti prego!

Prima di partiro io mi assicuro 

Le nostre pagine sulla Francia  

... e sull'Alsazia                                              

Il Meteo

Il Video                                                        

France Guide

Per non smarrirsi nel mondo basta un clik!

Alsacie Tourisme

 

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi