Messaggio

Alsazia: Piccola, Colta, Raffinata




 L'Alsazia: Piccola, Colta, Raffinata

  b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_000.ALTRI_de.png

 di 
Giacomo Danesi

 
Milano, Ottobre 2017. Interessante conferenza stampa organizzata da Atout Francia Italia, in un noto Hotel nei pressi di Piazza Castello.

Oggetto dell'incontro? Illustrare le caratteristiche di una delle più belle regioni francesi: L'Alsazia. E' delle regioni francesi anche la più piccola, ma non certo in ricchezza, emozioni e sentimenti.
 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_tgy.png

Il Direttore di Atout France per l’Italia e la Grecia, Coordinatore regionale Europa del Sud Frédéric Meyer, in compagnia della delegazione dell'Alsazia
(Foto©Gisella Motta)

Perché l'Alsazia? Perché con i suoi 150.000 pernottamenti di turisti italiani in Alsazia, l’Italia è una clientela importante, che si colloca al 5° posto tra gli arrivi internazionali nella regione.

Come dar torto a un turista di scegliere l'Alsazia quando città e borghi sono a misura d'uomo che definirli da favola è riduttivo!


dr.png

L’Alsazia è maestosa con i suoi castelli arroccati, selvaggia con le sue foreste infinite, appassionante quando apre le porte dei suoi musei, accogliente e generosa quando invita a tavola ...

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_de.png

Una istantane della conferenza
stampa mentre parla Frédéric Meyer
(Foto©Gisella Motta)


Non per nulla ha una lista di stellati che è la più grande di Francia; possiede una gastronomia fortemente impregnata di tradizioni, fatta di giovani chef talentuosi donano una nuova creativita’ .

A tutto questo aggiungeteci anche un territorio con vitigni sulla Strada dei Vini, scandita dai suoi 50 Gran Cru, lunga ben 170 chilometri che scende da nord a sud. Ci vorrebbe un vocabolario composto solo di aggettivi per rendere merito a questa fortunata regione francese.

 

b_600_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_der.png

Prima di degustarli, i vini occorre conoscerli.
Ecco un momento della presentazione degli stessi.
(Foto©Gisella Motta)

Una delegazione di alsaziani, guidata da Marie-Reine Fischer, Vice-Presidente Agenzia per l’Attrattività Alsaziana, è così approdava a Milano, ospite del Direttore di Atout France per l’Italia e la Grecia, Coordinatore regionale Europa del Sud Frédéric Meyer, dal Vice Direttore Alexandre Bezardin,l'equipe di Atout France Italia, guidata da Barbara Lovato, responsabile della Comunicazione di Atour France Italia e P.r.

Era presente anche Console Generale di Francia M. Cyrille Rogeau.


b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_cfr.png
L'imperdibile selfie. Da sinistra: Frédéric Meyer,
Marie-Reine Fischer, il Console M. Cyrille Rogeau
e
Barbara Lovato.
(Foto©Gisella Motta)

Una carellata di di squisitezze enogastronomiche, prelibatezze alsaziane realizzate dalla chef Marie Wucher, hanno poi arricchito la serata con l'illustrazione di personaggi, cuochi, alberghi, spa e quant'altro che hanno reso bene l'idea di una regione che pensare di visitarla sarebbe un peccato mortale.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_schermata_2017-11-23_alle_18.31.12.png

Le varie leccornie sono pronte.
Non rimane che gustarle...
(Foto©Gisella Motta)

Interessante la rassegna gastronomia della cucina alsaziana, saporita e audace, classica o rivisitata, regolarmente celebrata dalla famosa guida Michelin.

Non meno di 30 chef vantano un riconoscimento in Alsazia! In questa costellazione di virtuosi, una famiglia si distingue da 50 anni.


Auberge de l’Ill
a Illhaeusern

 

Con a capo lo chef Marc Haeberlin (Auberge de l’Ill a Illhaeusern), questa dinastia ha saputo trasmettere di generazione in generazione il gusto per l’audacia, la condivisione e la generosità e fa onore da mezzo secolo alle sue tre stelle.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_family9.jpg

                                          Clicca qui

Quattro generazioni separano infatti il piccolo auberge "A l’Arbre Vert " nel villaggetto d’Illhauesern, sulle rive dell’Ill, aperto dalla bisnonna di Marc Haeberlin, dall’attuale ristorante tre stelle. Le ricette d’una volta sono rimaste, esaltate anno dopo anno da ogni discendente.

Il nuovo Parc Hotel Spa
Obernai

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_fr.png Il Parc Hotel Obernai, struttura familiare iconica della Strada dei Vini d’Alsazia, ha in serbo grandi ambizioni per il 2018-2019. Un progetto che si articola attorno a una Spa innovativa, il cui progetto è affidato allo studio SIEGRIST & CONSTANS, che punta alla visione di un nuovo stile.

Un tempio del design contemporaneo, dai dettagli curati e dalle linee pure, che proporrà in particolare 1 piscina interna con 10 bacini, una piscina esterna infinity, 8 attività Spa, 3 saune, 2 hammam, 4 zone relax inedite, 5 spazi massaggio, un ristorante, un’area fitness e un innovativo boxing studio.


de3.png

Dopo questi importanti lavori, il Parc Hotel Obernai sarà uno dei primi hotel di Francia a proporre due spa ai propri ospiti. La nuova Spa mostrerà un concept di piscina assolutamente innovativo.

Pensato come un viaggio iniziatico confidenziale, la piscina offrirà 10 diversi spazi- atmosfera e 90 diverse attrazioni-acquatiche, che permetteranno agli ospiti di rilassarsi in un’acqua riscaldata a 33°, senza mai uscire dalla piscina.

b_550_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_cde.png

                                        Clicca qui!

Vera rivoluzione, questo percorso balneo-sensoriale è un’esperienza unica. Lo spazio è dotato anche di 5 suites Spa dedicate al benessere, con sale di balneazione e grandi vetrate che offrono una splendida vista sul Massiccio dei Vosgi.

Le suites Spa sono destinate a coppie in cerca di una pausa 100% benessere, esclusiva e confidenziale, e riservata rispetto al resto della clientela dell’ hotel.

Cattedrale - Strasbourg

 b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_cathdrale_de_strasbourg-istock.jpg

Una spettacolare immagine
della Cattedrale di Strarbugo

Se è un edificio millenario, del patrimonio architettonico e religioso, che rende unica l’Alsazia, ovvero la cattedrale di Notre Dame di Strasburgo, gioiello della Grande Ile, scrigno inserito nel Patrimonio mondiale dell’Unesco nel 1988, il 2015 contrassegnerà la sua Storia con l’aggiunta di una nuova vetrata unica.

Opera d’arte contemporanea, spettacolare, collocata nella Cappella Sainte-Catherine, la vetrata rappresenta il viso di Cristo, costituito da oltre 200 ritratti fotografici di gente di Strasburgo. Dall’alto dei suoi 142 metri, la cattedrale vigila benevolmente sul quartiere di
"La Neustadt".

Un eccezionale scenario urbano contemporaneo inserito da luglio 2017 nella lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco, in aggiunta al marchio Unesco della Grande-Ile. Un patrimonio che è una delle ultime testimonianze dell’architettura e dell’urbanistica germanica imperiale in Francia e in Germania.

frt.png

Strasburgo - Grande île (Francia)
© A. Capello

Edificato dopo l’annessione dell’Alsazia-Mosella da parte della Germania nel 1870, questo quartiere ricco di siti grandiosi (Palazzo del Reno, Palazzo dell’ Università, Place de la République, Osservatorio, Museo Zoologico) reca iscritta sui suoi muri la storia di Strasburgo e del suo impegno europeo.

www.otstrasbourg.fr

 

Cantina Cattin
 Voegtlinshoffen

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_frt.png

L'incantevole scenario delle alture
dei vigneti della Cantina Cattin

Stabilitasi qui dal 1720 e proprietaria di circa 70 ettari di vigne, la famiglia Cattin costituisce una delle più grandi case vinicole alsaziane che lavora il proprio vigneto.

Oggi, Anaïs e Jacques Cattin sono la 13a generazione di viticoltori con sede a Vœgtlinshoffen, sulle alture dei vigneti alsaziani, a pochi chilometri da Colmar. Il loro ultimo progetto non manca certo di stile!

 

rft.png

 (Foto©Gisella Motta)

Panorama eccezionale, cantina eccezionale, le coppia ha ideato una cantina di oltre 3 000m2, una vera vetrina della proprietà di famiglia. Fin da quando varca la soglia, il visitatore si trova immerso nel mondo del domaine, con uno showroom che lascia vedere l’attività della cantina dietro una spettacolare vetrata.

Una cantina che il visitatore può scoprire anche nel corso di una visita guidata della proprietà, in cui non manca la cantina di invecchiamento del crémant, una orginalità nel vigneto alsaziano. Ma il luogo sorprende soprattutto per il rooftop, con una vista a 360° sui vigneti.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_alsazia.jpg

I raffinati prodotti alsaziani
della Cantina Cattin

Uno spazio inedito che propone laboratori di degustazione a tema sui vini della proprietà e sugli abbinamenti piatti e vini. Così si rivela l’incomparabile varietà di aromi e sapori, espressione pura e vibrante dei migliori cru della proprietà.

www.cattin.fr

Biblioteca Unesco
 Sélestat

 Dal XIV secolo un nuovo spirito soffia sull’Europa. A metà strada fra i grandi centri intellettuali dell’Italia e dei Paesi Bassi, Sélestat gioca un ruolo chiave. La sua scuola latina è una delle più famose del Sacro Romano Impero Germanico.

Di questo periodo fastoso, Sélestat conserva una testimonianza unica: la biblioteca della scuola latina e quella del saggio Beatus Rhenanus, inserita dal 2011 nel Patrimonio UNESCO.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_bibliothque_humaniste_de_slestat-_ville_de_slestat.jpg

La biblioteca della scuola latina

 Installata da 120 anni nell’ex Halle aux blés, la Loggia del grano costruita nel 1843, la ristrutturazione dell’edificio avviata oggi dalla città risponde alle nuove sfide del XXI secolo e partecipa alla trasmissione del messaggio umanista alle generazioni a venire.

Affidato all’architetto Rudy Ricciotti, l’ ampliamento si inserisce in un sottile equilibrio fra storia e modernità. Elegantemente decorata di grès rosa e scandita da una serie di pilastri che giocano con gli effetti di trasparenza della luce, il riallestimento dell’edificio rivelerà spazi puri valorizzandone l’aspetto monumentale.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_dtails_bibliothque_humaniste_-_slestat-p-mod_ville_de_slestat.jpg

 

La nuova museografia creata dall’Atelier A Kiko et Mosquito sarà un viaggio impressionante nel cuore dei libri del pensiero umanista. In un’atmosfera meditativa mescolata a una grande libertà di approccio, il percorso porterà fino ai tesori della collezione.

Un messaggio per oggi e per domani ... Appuntamento a giugno 2018 per l’inaugurazione !

www.bibliotheque-humaniste.fr

 Strada dei vini

Alsazia

 

 trf.png

Il Vigneto d'Alsazia


Per vivere il fascino dell’Alsazia autentica, bisogna percorrere la Strada dei Vini, perdersi fra le stradine dei piccoli villaggi, scoprire nidi di cicogna, entrare nei cortili dei produttori di vino e ascoltarli mentre declinano la poesia del proprio terroir : riesling, gewurztraminer, sylvaner, pinot noir... prima di assaggiarli.

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_swa.png

Uno spettacolare panorama
sulla strada dei vini alsaziani

I viticoltori-produttori alsaziani hanno tutti a cuore di riservare la migliore accoglienza ai visitatori. E’ un segno di generosità condivisa da oltre 1000 viticoltori alsaziani. Per cogliere l’anima e i segreti dei vini d’Alsazia, bisogna concersi il tempo per conoscerli e degustarli.

Proprietà e cantine vinicole, famose per la qualità e la varietà, si prestano in modo perfetto e creativo allo scopo, proponendo spazi inediti e animazioni ludiche, come laboratori di degustazione, casinò del vino, degustazioni alla cieca, quiz sugli aromi...

 Mercato di Natale
  Colmar

 

Il Natale sembra essere stato inventato per l’Alsazia, che vi si dedica con gioia ed entusiasmo dall’Avvento (quattro settimane prima di Natale) per adornarsi di tutti i sapori e le tradizioni delle feste. Ogni città e ogni villaggio ha il suo mercatino e i suoi eventi magici.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_colmar.jpg

Colmar, in Alsazia: una delle
più belle città del mondo


Quello di Strasburgo è famoso in tutto il mondo, a Colmar si organizzano 5 mercatini in tutta la città, e Mulhouse orna il proprio con una stoffa di Natale creata per l’occasione ogni anno.

Imperdibile la scoperta dei classici concerti delle Noëlies, i cori di Natale, le veglie e i magici spettacoli notturni, insieme a un artigianato veramente autentico. Mercatini di Natale in Alsazia: dal 24 novembre al 30 dicembre 2017.

noel.tourisme-alsace.com

Francia New 24

Atout-France

Il sito ufficiale del turismo
francese in Italia? 
Clicca qui!

b_400_0_16777215_00___images_0-AADanesi_1.ALSAZIA_cd.png

Link correlati 

Dove siamo nel Mondo  

Documenti prego!

Io prima di partire mi assicuro

Per non smarrirsi  nel Mondo

Le nostre pagine sulla Francia 

... sull'Alsazia   
  
... e su Parigi!

Il Meteo a Parigi

Il Meteo sull'Alsazia       



Alcuni articoli precedenti  

Rocamadour: sul Cammino dei "Cercatori di Dio"

Tutta la Francia in Festa

P
aris: Cimitiére du Perè-Lachaise (2)

Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec

Francia 2017? Parti subito!

Rendez-vous en France 2017 N.6


Cannes: Hotel Le Majestic Barriere: Un inverno vista mare 

Tolosa: una tappa sul Camino di Santiago de Compostela

Spiritual France: Sul Camino di San Giacomo

Il Camino de Santiago de Compostela


Sulle orme della Maddalena

Terroirs de France

Rennes-le-Chateau: un mistero nel mistero 

Saint Germain - de - Prés dei tempi andati 


Il menu del Pellegrino: Pane nero e acqua fresca 

Pellegrina per ritrovare se stessa

Santiago de Compostela: gli ultimi 100 chilometri a piedi

Pellegrini nella fede

Mitica Guadalupa!

A Lourdes per il Giubileo 

Là dove nascono le ostriche

Corsica l'isola più verde del Mediterraneo

Normandia "Terra di libertà"

Reunion, l'isola che c'è... 

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook! 

Atout France è su Facebook...



Giacomo Danesi, direttore
del Magazine, è socio Neos.

http://neosnet.it/

b_200_0_16777215_00___images_0-AA.CONFBS_0-ENTELA_schermata_2017-12-05_alle_05.51.24.png

 

 

 

 

 


Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi