Messaggio

#Chambery: città d'Arte e di Storia (2)




 #Chambery
la Città

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-07-19_alle_13.00.12.png

Nessuna città dovrebbe essere tanto grande
che un uomo una mattina non possa uscirne camminando.

 Cyril Connolly

                                                   di
                                        Giacomo Danesi

Chambery (Alta Savoia in Francia) -  Dove ero rimasto? Ah, ora ricordo: alla casa di campagna di due straordinari personaggi: Madame Françoise-Louise de Warens, e 
J La casa di campagna è nota come #Les Charmettes.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_p6180101.jpg

Di cosa sto parlando? Di Chambery, nell’alta Savoia, la città dei Duchi di Savoia, in terra francese, la cui prima parte della visita è stata da me illustrata nel precedente articolo.

Una città a misura d’uomo senza alcun dubbio. “Nessuna città dovrebbe essere tanto grande che un uomo una mattina non possa uscirne camminando.” Così annotava sul suo diario Cyril Connolly.

vicoletto.jpg

Chambery: una città, i suoi vicoli


Giusta osservazione. E insieme a miei colleghi ho camminato per questa cittadina di soli 60 mila abitanti, ricca a ogni passo di tanta storia.

Gratificati da alcuni sprazzi di sole, la nostra tre giorni è stata quasi sempre accompagnata da Giove Pluvio che, beffardo, sembrava volerci punire. Ma a ben vedere, a mio giudizio, non è stato così.

b_350_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-06-28_alle_14.19.40.png

Uno dei tanti vicoletti
dei quali è ricca la città


Muniti da regolamentare ombrello, abbiamo tutti scoperto la sua planimetria che a volte sembrava offrire angoli di una moderna città. Bastava però però voltare un angolo ed ecco pronti a percorrere strade strette, che quasi sempre finivano in vicoli splendidi dove bastava aprire bene gli occhi per scoprire piccoli tesori.

Come per esempio il Petit Hotel Confidentiel (*****), 10 rue de la Trèsorerie, considerato uno dei 20 migliori di Francia.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-07-19_alle_12.37.55.png

  La gran Suite: una delle magnifiche stanze
delle quali è ricco il Petit Hotel Confidential


La sua visita ha lasciato tutti a bocca aperta. Eh sì, in questo luogo bisogna tornarci e… fermarsi almeno per una notte... La posizione strategica di Chambery, sul piano geografico, ha fatto sì che numerosi personaggi della storia vi abbiano soggiornato o transitato.

Tra i tanti mi piace citarne uno: Filippo Bruno, noto con il nome di Giordano Bruno, monaco "eretico ostinato e pertinace" (Nola, 1548 – Roma, 17 febbraio 1600).


Dopo brevi soste a Bergamo e a Brescia, alla fine del 1578 si diresse verso Lione ma, giunto presso il convento domenicano di Chambery, gli fu sconsigliato di fermarsi in quella città di confine con i paesi riformati, soggetta a particolari controlli, per cui decise di recarsi nella nella capitale del calvinismo: Ginevra. La cosa non gli portò bene...

 

6620234.jpg

Il francobollo emesso dalle Poste Italiane
per ricordare il grande monaco nolano


A Brescia Giordano Bruno, bellissimo l'articolo scritto ai Marco Roncalli - storico, giornalista - sul Corriere della Sera di martedì 19 luglio 2016 su un curioso episodio avvenuto nella città Lombarda.

Lo storico ricorda che nel 1577, sul tragitto Padova - Bergamo, il monaco si fermò a Brescia operare un esorcismo. L'episodio non è quasi  mai ricordato dagli storici, ma lo si può trovare nell'opera in latino di Giordano Bruno dal titolo: Sigillus sigillorum.

schermata%202016-07-19%20alle%2012.15.33.png

 Roma: Giordano Bruno fu arso vivo
a Campo dei Fiori il  17 febbraio 1600

Pur avendo abbandonato il saio nel 1567, il monaco nolano operò, per sua stessa ammissione, uno strano prodigio nel convento di San Domenico, soppresso del 1797. Un certo "Monachus Brixiae", noto per la sua scarsa cultura, improvvisamente divenne profeta, gran teologo ed esperto in tutte le lingue!

Chi poteva aver operato in tal senso sul monaco bresciano? Il diavolo! Segregato dai confratelli, Giordano Bruno lo curò con una infallibile mistura composta da: "...aceto mescolato con succo di polipo pestato. Il "sapiente" monaco dopo la cura "... tornò ad essere l'asino che era sempre stato."  

 

_35.jpg

                                         Un francobollo delle poste francesi
                                       dedicato alla Cattedrale di Chambery
         

Il lettore mi perdonerà certo questa divagazione "bresciana". Non ricordo, comunque, di aver visto un convento domenicano a Chambery. La prossima volta starò più attento... Ricordo però di aver visitato la grande Cattedrale di Chambery, un tempo antica chiesa del Monastero Francescano la cui prima pietra fu posta da Amedeo VIII nel 1430. Cattedrale lo è dal 1799.

Oggi la stessa è sede dall'Arcidiocesi di Chambery - Saint Jean-de-Maurienne-Tarantaise. Per gli studiosi di cose  ecclesiastiche, pur mantenendo il titolo di Arcidiocesi, il 16 dicembre 2002 la stessa ha perso la dignità metropolitana e ora fa parte  della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Lione.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_900__600__auto_.jpg

 La Cattedrale di Chambery
dedicata a San Francesco de Sales

Ogni chiesa, ogni cattedrale ha i suoi tesori, le sua particolarità. Quella di Chambery, per esempio ha la più grande superficie dipinta con la tecnica del “Trompe d'Oeil” d’Europa: ben 6.000 metri quadri!

La navata è stata dipinta tra il 1833-1834 da Casimiri Vicario, mentre la parte del coro è opera di Fabrizio Sevesi, realizzata tra il 1809-1810. Cosa rappresentano? Le storie, tutte simboliche, si riferiscano nella parete meridionale all'Antico Testamento, mentre nella pare nord il Nuovo Testamento.


b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-07-19_alle_13.41.26.png

 Foto della navata dipinta con
la tecnica del Trompe d'Oeil

Non avessi letto la guida della cattedrale mi sarebbe stato difficile capire il tutto. Infatti, spiega la guida, le scene vanno “lette” partendo dal fondo della chiesa e proseguendo verso il coro! Questo sia dalla parte sud (cioè a destra guardando l’altare maggiore) che in quella settentrionale, a sinistra. Non è difficile identificare sia i santi che gli apostoli. Ognuno ha dei segni individuali inconfondibili.

Posso dire che lei 14 cappelle, tutte con splendide vetrate realizzate tra il 1860 e il 1876, sono splendide? Questo grazie al maestro vetraio svizzero Laurent Gisell. Idem per le vetrate della cappella dei Savoia, eseguite dai lionesi Begule e Nicod. Esse però sono datate 1924. 

 schermata%202016-07-19%20alle%2013.41.53.png

 La cappella di San Lazzaro con
una copia della Sacra Sindone

Un capitolo a parte meriterebbe il pavimento della Cattedrale dedicata a San Francesco di Sales. Questo santo è anche patrono dei giornalisti... E' un labirinto straordinario ma che per colpa delle sedie non è visibile! Un vero peccato. Ecco un disegno dello stesso. Per le notizie in merito vi consiglio questo link

 
b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-07-19_alle_11.59.32.png
     L'enigmatico labirinto lapideo sul pavimento
della Cattedrale di San Francesco di Sales a Chambery


Il Castello dei Duchi di Savoia e la Santa Cappella, il ricco Museo delle Belle arti, l'Abbazia di HAutecombe, la La Rotonda Sncf di Chambery e tanto altro ancora nel prossimo articolo

                                                                    2. Continua...

                                                               (Articolo precedente)

                           
Informazioni

Atout-France
Il sito ufficiale del turismo
francese in Italia?
 Clicca qui!

        -.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.-.

Chambéry:Chambéry Tourisme & Congrès
5 bis place du Palais de Justice
73000 Chambéry - France

b_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-07-18_alle_17.22.45.png


 INFO: TGV 

COME PRENOTAREb_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_.png
    •    Online su Voyages-sncf.com 


b_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata.png

   •    Da mobile tramite la comoda APP “V” di Voyages-sncf.com
 
   •    Tramite call center chiamando il numero 02 40 32 64 35

    •    A Milano: nella Boutique SNCF della stazione di Milano Garibaldi 

    •    A Torino: presso i centri servizi GTT 

    •    Presso le agenzie di viaggio affiliate Voyages-sncf.eu
         Attaccati al treno...



b_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_20.png

 
•    Trovaci su Facebook e su 
YouTube


La soluzione scelta da chi, quando viaggia, ama assaporare

ogni istante del percorso, non solo il momento dell’arrivo. 


VOYAGES-SNCF.COM

b_300_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0.FRANCIA_2.CHAMBERY_schermata_2016-06-.png

Link correlati

#Dove siamo nel Mondo 
                
#Documenti prego! 

#Iopartointreno

#Io parto in bicicletta

#Io prima di partire mi assicuro...    

#La nostra pagina sulla Francia 

#.... Parigi, o cara! 

#Info a Parigi

#Visita virtuale al quartiere di Saint Germain-des-Près

#Il Meteo a Parigi

#Il meteo in Francia

#l Meteo a Chambéry


Articoli correlati


#Milano, Torino e Parigi: con il TGV!

#Chambery: città d'Arte e di Storia

#Io viaggio in Tgv e mi porto la bici...

#Repubblica Ceca Slow: in sella alla bicicletta


#Mai pensato di farlo in bicicletta?

Rennes-le-Chateau: un mistero nel mistero
 

Saint Germain - de - Prés dei tempi andati 

Air Dolomiti vola a Nîmes

Là dove nascono le ostriche

Sulle orme della Maddalena

La Francia, i Pirenei, Lourdes

Alsazia regione di frontiera

Camargue: natura e tradizione

Corsica l'isola più verde del Mediterraneo

Normandia "Terra di libertà"

Reunion, l'isola che c'è... 

Mitica Guadalupa!

Il Gazzettino del Viaggiatore è su Facebook!

Piace #‎sempreingiromagazine‬

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi