Messaggio

2016: Due grandi carnevali in Tirolo!




2016: Due grandi
Carnevali in Tirolo

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_17.11.49.png

Nel 2016 l'apice della stagione carnevalesca
sarà costituito da due carnevali importanti del Tirolo.
Lo Schellerlaufen a Nassereith
e lo Schemenlaufen a Imst.
©Imster Fasnacht/Melitta Abber

TIROLO - Tradizioni secolari, preparativi che durano mesi e un entusiasmo che viene di volta in volta definito come la "febbre del carnevale": le usanze carnevalesche in Tirolo vengono coltivate e mantenute in vita con passione. Nel 2016 l'apice della stagione carnevalesca sarà costituito dai due carnevali importanti del Tirolo: lo Schellerlaufen a Nassereith (il 24.1.2016) e il Schemenlaufen a Imst (il 31.1.2016). Accade solo ogni 12 anni che questi due carnevali si svolgono nello stesso anno.

 
b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_10.49.10.png

Le figure nobili sono tipiche per il carnevale Schellerlaufen
a Nassereith che nel 2016 si svolge il 24.1.2016
©fasnacht-nassereith.at

Schellerlaufen a
Nassereith

Il 24 gennaio 2016 si svolgerà nuovamente il noto Schellerlaufen di Nassereith vicino al passo Fernpass nel Tirolo austriaco. Si tratta di una sfilata di carnevale insolita, un’usanza antica che coinvolge tutto il paese e che si svolge solo ogni tre anni. 

Il carnevale di Nassereith è una delle usanze più sofisticate e più colorate di tutto il Tirolo. Essa è conosciuta soprattutto per la “sfilata dei belli” (Schöne-Zug) con i suoi favolosi costumi, una sinfonia di colori realizzati con impegnativa arte manifatturiera. Gli insoliti vestiti del carnevale di Nassereith sono anche espressione della storia del luogo. Situata sull’antico percorso romano della Via Claudia Augusta, qui passarono molti artisti e commercianti con prodotti fini e costosi.

 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_16.05.32.png

  Il Castello di Fernstein


Nell’antico castello di Fernstein che si trova a poca distanza da Nassereith, ebbero luogo molti balli in costumi e feste sfarzose. Di queste attività si trovano tracce nei costumi odierni di chi sfila nel carnevale di Nassereith. Le enormi maschere facciali vengono tutte costruite a mano dalla famiglia Kranewitter, una nota famiglia locale di artisti. 

La sfilata del carnevale ha una grande importanza nella vita sociale del paese. Tutti si uniscono per lo scopo comune di fare una sfilata eccezionale, indipendentemente del colore politico, delle differenze di età, dalle differenze sociali e professionali. 

Il carnevale le cancella tutte. Ogni mano serve e ognuno fa del suo meglio per far sì che lo Schellerlaufen si svolga al meglio. Solo gli uomini possono mascherarsi, mentre le donne creano a mano preziosi costumi e accessori.

Il “gruppo degli orsi“, il cuore
della sfilata del carnevale di Nassereith

Fra le figure centrali del Schellerlaufen ci sono l’orso e il suo domatore.  Quest’ultimo rappresenta l’inverno che tiene ancora forte nelle grinfie la primavera, rappresentata dall’orso. L’enorme maschera del domatore di orsi è la più preziosa della sfilata. I suoi tratti ricordano i gruppi slavi con gli orsi, che passavano da paese a paese per far divertire la gente. 

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_15.47.34.png
L'orso simbolizza la primavera e
vince la battaglia contro l'inverno

©fasnacht-nassereith.at |


Il domatore porta in testa una parrucca con cappelli neri striati di grigio e un piccolo cappellino rosso mentre il costume dell’orso è realizzato interamente con pelli di pecora. I due vengono accompagnati da un fischiatore, che con un piffero suona sempre la stessa piccola melodia e dal “raccoglitore”, una figura che raccoglie monete sfilando con un piccolo sacco simile a quelli usati in chiesa. La lotta simbolica tra l’orso e il suo domatore è il centro della sfilata carnevalesca.

La sfilata dei belli:
“Schöne-Zug“

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_15.28.19.png

Le figure principale dello Schemenlaufen a Imst sono
il Roller con le piccole campanelle e lo Scheller con la barba.
Lo Scheller è una figura che si trova in molte carnevali tirolesi.
©Tirol Werbung/Bernhard Aichner


Tra le maschere della sfilata spiccano anche “i belli”, ovvero “schöne”, che a buon diritto portano questo nome. Si tratta del gruppo più numeroso e colorato della sfilata. Ne fanno parte tre caratteri carnevaleschi: Scheller, Roller e Kehrer. Lo Scheller deve il suo nome alla Schelle che è un enorme campanaccio che può pesare fino a 30 kg e che ha dato anche il nome alla sfilata.

Vestita di molti colori, la figura porta un’immensa maschera di legno con enormi baffi e un cerchio a forma di corona in testa.  La sua controfigura è il  Roller, caratterizzato da una cintura con mille piccole campane che suonano mentre si  esibisce salterellando davanti allo Scheller in preciso rituale.  Il suo viso è coperto dalla maschera di un uomo giovane con baffetti sottili.


schermata%202015-12-04%20alle%2015.56.25.png

Qua si vede la figura tipica dei Kehrer,
in mano la scopa

©Fasnacht Nassereith


Il Kehrer, ovvero “colui che spazza” ha in mano una enorme scopa naturale riccamente ornata che precede le figure del Roller e dello Scheller. A differenza dalle altre, la sua maschera porta una barba sul mento. Queste tre figure vengono inoltre accompagnate dal  Ruaßler, vestito con una camicia ed un pantalone allegro pieno di colori. Il suo nome significa fuligginee lui deve il suo nome al fatto che ogni visitatore non attento riceve da lui un marchio di fuliggine in viso.

Se gli riesce, lui esprime la sua gioia tenendo in orizzontale una scopa e facendo un enorme salto con tutti e due i piedi. La figura più incisiva del gruppo dei Scheller è il cosiddetto Sackner. La figura, più alta delle altre, porta la maschera di legno di una brutta vecchia e una gonnellina di ben 20 metri di stoffa che si chiama Wifling. Il suo compito è di creare spazio per le altre maschere e per farlo la figura danza in cerchio facendo così svolazzare l’enorme gonna. 

 

schermata%202015-12-04%20alle%2016.28.57.png

La figura più alta degli Scheller,
lo Sackner, fa largo danzando in cerchio 


Il nome Sackner deriva da sacco, una sacca di pelle riccamente ornata e piena di turaccioli che batte contro gli spettatori per farli indietreggiare. Mentre le altre maschere sfilano in silenzio, lo Sackner si esprime con alte grida di gioia, il caratteristico grido del Sackner. 

http://www.fasnacht-nassereith.at/schellerlaufen-83.html
(in tedesco e inglese)

 Schemenlaufen
a Imst

Accade solo ogni 4 anni che gli abitanti di sesso maschile di Imst indossino costumi carnevaleschi. Ma già molto tempo prima nella cittadina dell’Oberland tirolese inizia la trepidante attesa della tradizionale “Schemenlauf”.

b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_15.34.05.png

Il corteo del carnevale di Imst
sulla grande piazza
©Imster Fasnacht/Melitta Abber|

Per un giorno danze e spettacoli nelle vie e nei vicoli di Imst scandiscono la vita della cittadina. Questa sfilata carnevalesca è una vivace espressione della cultura popolare del Tirolo e con cadenza quadriennale attira ad Imst migliaia di spettatori dai dintorni, ma anche da lontano.L’appuntamento è per il 31 gennaio 2016.

 Si dia inizio alla festa!

Per gli abitanti di Imst la Schemenlaufen ha inizio già alle sei e mezza del mattino, quando, non ancora mascherati, si celebra una messa per commemorare i partecipanti delle sfilate precedenti defunti. Subito dopo la messa degli araldi a cavallo iniziano a incitare al carnevale e una fila di persone mascherate si snoda dalla città alta verso la città bassa.

Il gruppo inizia a prendere di mira determinate gaffe ed eventi tragicomici avvenuti nel paese nei mesi precedenti. Alle nove e mezza inizia il corteo delle maschere dalla città bassa alla città alta e la sfilata dei carri allegorici. Alle 11.30 tutte le maschere devono essere tolte entro mezzogiorno in punto. Dopo l’ultimo rintocco delle dodici, spari di mortaretti segnano l’inizio ufficiale della “Schemenlauf“.

Le due maschere protagoniste:
 Scheller e Roller

Servendosi del “Pemsl”, una sorta di scopa composta da un’asta a cui sono fissati ramoscelli di salice, il “Vorroller” dà il segnale di partenza. Si tratta del “maresciallo” del corteo, la maschera più alta in grado, quella dotata della massima autorità. Tutti obbediscono ai suoi ordini, in primo luogo gli Scheller e i Roller, che insieme formano varie coppie.

Le loro movenze sono codificate fin nei minimi dettagli: quasi sempre i graziosi Roller danzano attorno ai goffi Scheller, ciascuno rispettando il proprio ruolo. La figura del Roller indossa una maschera femminile, dal volto giovane e con un’acconciatura floreale, detta “Schein”, al centro della quale si trova uno specchietto.

 b_500_0_16777215_00___images_0-AA.GUSTOSAPORTI_0.00DANESI_0-TIROLO_1.CARNEVALE_schermata_2015-12-04_alle_16.55.02.png

Coppie di Scheller e Roller. Notare il
copricapo con inserito lo specchietto
© Tirol Werbung/Bernhard Aichner

Il suo elemento distintivo è costituito dal cosiddetto “Gröll”, una cintura di cuoio passata attorno ai fianchi, ornata con 40-48 “Rollen” (campanelli). La controparte, lo Scheller, indossa una maschera cupa, dal volto rugoso, con lunghi mustacchi un po’ baroccheggianti e un’acconciatura molto più grande, con al centro uno specchio e una corona di rami di tasso. Ai fianchi porta lo “Gschall”, una cintura che pesa fino a 35 kg ed è composta da campanacci da mucca fatti a mano (in numero variabile da quattro a dieci), fissati per metà davanti e per metà dietro a una larga striscia di cuoio.

I campanacci iniziano a risuonare rumorosamente non appena il rispettivo Roller invita il proprio Scheller alle danze. Nella “Gangl”, la danza congiunta della coppia, il leggero scampanellio del Roller si mescola con i sordi rintocchi dei campanacci dello Scheller.

 

schermata%202015-12-04%20alle%2016.48.12.png

Gli Zwergelen (gnomi) sono i più giovani che
partecipano al carnevale Schellerlaufen di Nassereith
© fasnacht-nassereith.at

 Non è mai troppo presto per allenarsi a diventare abili Scheller! Per preparare i ragazzi a partecipare al Carnevale, due anni prima che si tenga la Schemenlauf vera e propria viene organizzato un Carnevale dei piccoli, cui partecipano i ragazzi dai 6 ai 16 anni. Tutto si svolge esattamente come nella manifestazione dei grandi, ma più in piccolo.

INFO: Per avere informazioni sull'Austria o richiedere materiale informativo, chiamate il numero verde gratuito 800 17 50 70  a cui risponde un operatore di lingua italiana dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00. Oppure potete scrivere a  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vi ricordiamo che il nostro ufficio di Milano è chiuso al pubblico.

 
Link correlati

Dove siamo nel Mondo           

Documenti prego! 

Io prima di partire mi assicuro

Le nostre notizie sul Tirolo

Il Meteo in Tirolo

Come arrivare in Tirolo

Il Gazzettino del Viaggiatore 
è su Facebook!

 

 

 

Magazine di Turismo e varia umanità.
Direttore Responsabile Giacomo Danesi